Laurea in Tecniche di laboratorio biomedico (Verona)
(abilitante alla professione sanitaria di tecnico di laboratorio biomedico) d.m. 270/04

Tirocinio professionalizzante (terzo anno)

Codice insegnamento
4S01556
Docente
Maria Carla Tafi
Coordinatore
Maria Carla Tafi
crediti
28
Settore disciplinare
MED/46 - SCIENZE TECNICHE DI MEDICINA DI LABORATORIO
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Lezioni 1-2-3 anno - 2 semestre TLB dal 1-mar-2021 al 30-apr-2021.

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Al termine del periodo di tirocinio svolto nella sede di realizzazione della tesi lo studente dovrà acquisire:
• un’adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentire la migliore comprensione dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi patologici che si sviluppano in età evolutiva, adulta e geriatrica sui quali si focalizza l’intervento diagnostico;
• conoscenze teoriche e pratiche di ciascuno dei settori professionalizzanti, con particolare riguardo alle metodologie innovative.
Dovrà, inoltre, affinare la capacità di pianificare, realizzare e valutare, esercitando il proprio pensiero critico, le attività tecniche relative ad indagini Biochimiche, di Biologia Molecolare, Ematologia ed Immunoematologia, Tossicologia, Farmacologia, Immunologia, Radioimmunologia, Microbiologia e Virologia, Genetica, Citologia, Istologia e Anatomia Patologica;
• capacità di valutare in modo critico l’attendibilità dei risultati dei test e delle analisi, partecipando attivamente anche allo sviluppo di sistemi di controllo della validità dei test e delle analisi di laboratorio;
• capacità di assumere responsabilità delle proprie azioni in funzione degli obiettivi e delle priorità dell’attività lavorativa, del corretto adempimento delle procedure analitiche, nel verificare la corrispondenza delle prestazioni erogate agli indicatori e standard predefiniti dal responsabile della struttura;
• un’adeguata esperienza nello studio indipendente ;
• capacità di effettuare una ricerca bibliografica e di aggiornamento attraverso l’uso di banche dati aggiornate, effettuando in maniera critica la lettura di articoli tecnico scientifici;
un buon livello di conoscenza di una lingua dell’Unione Europea, oltre l’italiana, in modo da consentire la comprensione della letteratura internazionale;
• competenza informatica utile alla gestione di sistemi informativi laboratoristici;
capacità di identificare, prevenire ed affrontare gli eventi critici relativi ai rischi di varia natura e tipologia connessi con l’attività nelle diverse aree del laboratorio, applicando le norme di sicurezza nei luoghi di lavoro, collaborando inoltre alla valutazione dei rischi e all’implementazione delle misure di prevenzione e protezione;
• rispetto dei principi etici e deontologici nei rapporti con gli utenti o con altri professionisti del settore sanitario, stabilendo relazioni efficaci e collaborative nella consapevolezza delle specificità dei diversi ruoli professionali;
• capacità di lavorare in gruppo e di operare con definiti gradi di autonomia;
• conoscenze indispensabili per l’implementazione e il monitoraggio della Qualità Totale attraverso l’uso di corrette metodologie;
• abilità nel trasmettere e gestire le informazioni nel proprio ambito lavorativo, dimostrando di saper compilare la modulistica dedicata, comunicando in forma verbale e scritta in modo chiaro, conciso e professionale, tecnicamente e grammaticalmente accurato, al fine anche di veicolare idee, porre problemi e trovare le relative soluzioni;
• produrre, raccogliere e elaborare i dati necessari per la stesura della tesi finale organizzando e progettando il lavoro indispensabile per la stessa.

Programma

Eseguzione di metodiche e applicazioni di protocolli peculiari della sede di tirocinio
Produrre, raccogliere elaborare i dati necessari per la stesura della tesi

Modalità d'esame

L’esame finale è composto:
1. Una valutazione del periodo di tirocinio svolto e dall’elaborato prodotto, da parte della guida di riferimento della struttura presso la quale lo studente svolge il tirocinio, con punteggio di massimo 10 punti.
2. Una prova scritta composta da 40 domande a risposta multipla e aperte, su argomenti specifici del programma. Il punteggio massimo è di 8 punti(0,2 punti x domanda).
3. Una prova orale per accertare la conoscenza degli argomenti in programma e la capacità dello studente di applicare capacità analitiche e argomentative , punteggio massimo di 12 punti.
4. La votazione finale è espressa in trentesimi e si supera l’anno se si raggiunge 18/30.





© 2002 - 2020  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits