Laurea in Infermieristica (Bolzano)
(abilitante alla professione sanitaria di infermiere) d.m. 270/04

Applicazione dei processi diagnostici e terapeutici - INFERMIERISTICA APPLICATA AI PERCORSI DIAGNOSTICI E TERAPEUTICI

Codice insegnamento
4S000098
Docente
Ursula Braun
crediti
2
Settore disciplinare
MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
BOLZANO
Periodo
INF BZ - 2° anno 1° sem dal 1-ott-2019 al 20-dic-2019.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Lo studente conosce le 6 fasi del ciclo dei test di laboratorio e sa descriverli
Lo studente nomina le variabili preanalitici, che influenzano la validità del campione
Lo studente sa quali informazioni dare ai pazienti prima e durante il prelievo di sangue venoso
Lo studente conosce le vene degli arti superiori utilizzabili per il prelievo venoso e sa motivare la scelta
Lo studente conosce i diversi tipi di provette autoaspiranti e sa indentificarli in base alla prescrizione medica secondo i diversi colori (ISO 9000)
Lo studente rispetta l’ordine delle provette in base ai colori e additivi durante la procedura di prelievo
Lo studente descrive la procedura del prelievo venoso in ordine cronologico e sa motivare i singoli passi
Lo studente conosce i principali problemi correlati al prelievo venoso e sa come evitarli e gestirli
Lo studente conosce gli intervalli di riferimento dei test ematochimici di laboratorio più frequentemente effettuati
Lo studente descrive la procedura del prelievo venoso per emocoltura e sa motivare i singoli passi
Lo studente conosce i parametri rilevanti tramite dell’emogasanalisi arteriosa o venosa, conosce gli intervalli di riferimento e sa interpretare deviazioni
Lo studente conosce i parametri principali esaminati nelle urine, conosce gli intervalli di riferimento
Lo studente descrive la procedura della raccolta di urine (esame completo, uro cultura, urina delle 24 ore)
Lo studente descrive la procedura della raccolta di feci per diversi esami
Lo studente conosce diverse fonti di informazione sui farmaci e sa utilizzarli
Lo studente conosce i criteri di una prescrizione farmacologica scritta e corretta
Lo studente conosce situazioni in cui è ammesso una prescrizione verbale o per via telefonica
Lo studente conosce diversi sistemi di distribuzione e conservazione dei farmaci e i loro vantaggi e svantaggi
Lo studente nomina e spiega i singoli punti della regola 7G/10G
Lo studente descrive la procedura di somministrazione di farmaci per via orale e attraverso un sondino
Lo studente crea un schema terapeutico per un paziente
Lo studente spiega l’aspirazione di un farmaco da una fiala
Lo studente nomina indicazioni, vantaggi e svantaggi di un’iniezione intramuscolare
Lo studente nomina i muscoli utilizzabili e sicuri per un’iniezione intramuscolare
Lo studente sa come identificare correttamente le sedi di iniezione muscolare
Lo studente conosce controindicazioni per un’iniezione intramuscolare
Lo studente conosce le possibili complicanze di un’iniezione intramuscolare, sa prevenirli e gestirli
Lo studente descrive i singoli fasi dell’iniezione intramuscolare e sa motivarli
Lo studente spiega lo scopo e la funzione della tecnica “Z – Track”
Lo studente nomina indicazioni, vantaggi e svantaggi di un’iniezione sottocutanea, le indicazioni e le sedi di iniezione in base al farmaco prescritto
Lo studente descrive i singoli fasi dell’iniezione sottocutanea e sa motivarli
Lo studente spiega le particolarità dell’iniezione sottocutanea dell’eparina con basso peso molecolare
Lo studente conosce le caratteristiche delle principali soluzioni infusionali (cristalloidi e colloidali)
Lo studente spiega il principio dell’osmolarità, conosce i valori per le soluzioni isotoniche, ipotoniche e ipertoniche
Lo studente conosce i valori dell’osmolarità e pH di alcuni soluzioni infusionali
Lo studente distingue tra una nutrizione parenterale totale e periferica e sa quali soluzioni somministrare in tutte due i casi
Lo studente conosce le proprietà (osmolarità e pH) delle soluzioni che si possono somministrare per via periferica e quelli che richiedono una somministrazione centrale
Lo studente conosce le caratteristiche di soluzioni contenenti carboidrati, aminoacidi e lipidi, la compatibilità fra di loro e la possibilità di combinazione durante la somministrazione
Lo studente descrive le fasi operative per la somministrazione di fluidi e farmaci e sa motivare i singoli passi
Lo studente conosce le caratteristiche dei diversi accessi vascolari
Lo studente conosce le caratteristiche dei diversi sistemi d’infusione (gocce/ml) e sa calcolare la velocità d’infusione
Lo studente conosce le vene degli arti superiori utilizabili per il posizionamento di un’agocanula, possibili contro indicazioni e sa motivare la scelta
Lo studente descrive la procedura di rimozione dell’agocanula
Lo studente spiega la differenza tra una terapia infusionale continua, intermittente e la somministrazione in bolo.
Lo studente sa quando e come controllare la sede d’inserimento dell’agocanula
Lo studente conosce gli intervalli di sostituzione dei sistemi di infusione e agocanula
Lo studente conosce gli intervalli, indicazioni, soluzioni e la procedura necessaria per il lavaggio di accessi venosi
Lo studente spiega possibili complicanze della terapia infusionale, sa prevenirli e gestirli
Lo studente spiega la procedura di somministrazione dei farmaci per via inalatoria
Lo studente conosce i farmaci che richiedono una somministrazione sublinguale o buccale, indicazioni, vantaggi e svantaggi
Lo studente spiega l’applicazione e rimozione di un sistema transdermico e le sue indicazioni
Lo studente spiega la somministrazione oculare, auricolare, nasale e rettale, l’applicazione e i vantaggi
Lo studente spiega come monitorare gli effetti terapeutici attesi
Lo studente sa calcolare le dosi dei farmaci e la velocità di infusione
Lo studente conosce strategie per favorire l’aderenza alla terapia farmacologica
Lo studente sa come conservare e documentare i stupefacenti
Lo studente conosce il fabbisogno giornaliero e la velocità di somministrazione degli aminoacidi, carboidrati e lipidi
Lo studente conosce il fabbisogno di liquidi
Lo studente conosce i parametri da monitorare durante la nutrizione parenterale totale e conosce le complicanze
Lo studente conosce indicazioni e contraindicazioni della nutrizione enterale
Lo studente conosce diversi tipi di soluzioni per la nutrizione enterale, caratteristiche, indicazioni e controindicazioni
Lo studente conosce la procedura di inserimento di un sondino nasogastrico
Lo studente spiega come controllare la posizione corretta del sondino
Lo studente distingue tra somministrazione intermittente e continua della nutrizione enterale, spiega i vantaggi e svantaggi
Lo studente nomina problemi e complicazioni, che può incontrare somministrando una nutrizione enterale e sa prevenirli
Lo studente spiega come prevenire ad un’occlusione del sondino e sa come intervenire in caso di occlusione avvenuta
Lo studente consce i farmaci che può macinare e quali no
Lo studente spiega cosa considerare quando somministra farmaci liquidi attraverso un sondino
Lo studente conosce i diversi tipi di disfagia e le loro cause
Lo studente conosce test di screening (water swallow test) e ulteriori esami per accertare una disfagia
Lo studente sa come intervenire prima, durante e dopo il pasto, per garantire un’alimentazione sicura
Lo studente conosce diversi alimenti indicati nella disfagia lieve, moderata e grave
Lo studente spiega le complicanze principali della disfagia
Lo studente sa come imboccare correttamente
Lo studente conosce i diversi tipi, indicazioni, preparazione, monitoraggio e complicanze della broncoscopia, gastroscopia e colonscopia
Lo studente conosce i diversi tipi, indicazioni, preparazione, monitoraggio e complicanze della coronarangiografia

Programma

1. Indagini di laboratorio
¬ Tipologia delle indagini di laboratorio
¬ Ciclo dei test di laboratorio
¬ Variabili che garantiscono la validità del campione

2. Principi generali della venipuntura
¬ Vene del braccio utilizzabili per il prelievo venoso
¬ Sistemi chiusi per il prelievo di sangue
¬ Prelievo venoso con sistema auto aspirante
¬ Principali problemi correlati al prelievo venoso
¬ Intervalli di riferimento dei test ematochimici di laboratorio più frequentemente effettuati

3. Prelievo di sangue venoso per emocoltura

4. Prelievo di sangue arterioso per emogasanalisi: puntura dell’arteria radiale per emogasanalisi

5. Esame completo delle urine:
¬ raccolta di un campione di urina per esame completo
¬ raccolta urine nelle 24 ore
¬ uro coltura

6. Raccolta campioni per copro coltura, espettorato


Somministrazione sicura della terapia

1. Concetti di farmacologia generale propedeutici ad una somministrazione sicura
¬ Farmaco e forme farmaceutiche
¬ Denominazione dei farmaci
¬ Classificazione dei farmaci
¬ Fonti di informazione

2. Responsabilità dell’infermiere nel processo di terapia

3. Il processo di gestione della terapia farmacologica
¬ La prescrizione farmacologica (prescrizione verbale e per via telefonica)
¬ Sistemi di distribuzione e conservazione dei farmaci (sistemi di distribuzione in stock, automatici, a dose unitaria, conservazione dei medicinali, tracciabilità del farmaco)
¬ Somministrazione e monitoraggio del farmaco (“7 G”, sicurezza nella gestione dei farmaci ad alto livello di attenzione)

4. Somministrazione di farmaci attraverso le vie comunemente utilizzate
¬ Somministrazione di farmaci per via orale
¬ Somministrazione dei farmaci attraverso un sondino naso gastrico o PEG
¬ Farmaci per via iniettiva: Aspirazione di un farmaco da una fiala; diluizione ed aspirazione di un farmaco da un flaconcino
¬ Iniezione di farmaci per via intramuscolare
¬ Iniezione di farmaci per via sottocutanea
¬ Farmaci per via endovenosa: Indicazioni e caratteristiche delle principali soluzioni infusionali, soluzioni per la nutrizione parenterale periferica
¬ Fasi operative per la somministrazione di fluidi e farmaci: Allestimento della via infusionale, preparazione della soluzione da infondere; inserimento e avvio dell’infusione, posizionamento dell’accesso venoso periferico; mantenimento delle vie infusionali con accesso periferico e centrale; prevenzione di complicanze (flebite, occlusione, infiltrazione e stravaso)
¬ somministrazione di terapia endovenosa a domicilio
¬ compatibilità tra farmaci e soluzioni per la terapia infusionale
¬ Impostare uno schema terapeutico sulla base di una prescrizione infusionale
¬ Farmaci per via inalatoria: inalazione tramite spray dosatore pressurizzato (MDI) e distanziatore; inalazione tramite inalatore a polvere secca - es. dispositivo Diskus; dispositivo Accuhaler
¬ Applicazione di un sistema transdermico

5. Monitoraggio degli effetti terapeutici attesi

6. Abilità di calcolo necessarie per il dosaggio della terapia
¬ Calcolo delle dosi
¬ Calcolo delle velocità e tempi di infusione

7. Interazione tra farmaci ed alimenti

8. Rischio clinico correlato alla terapia; farmacovigilanza

9. Stupefacenti


La nutrizione parenterale

1. Nutrizione come terapia
¬ Nutrizione nei pazienti con diabete mellito, Insufficienza renale, malattie del sistema cardiocircolatorio

2. Basi nutrizionali
¬ Fabbisogno energetico
¬ Sindrome “Refeeding”
¬ Aminoacidi (fabbisogno, velocità di somministrazione)
¬ Carboidrati (fabbisogno, velocità di somministrazione)
¬ Lipidi (fabbisogno, velocità di somministrazione)
¬ Fabbisogno di liquidi

4. Gestione della nutrizione parenterale totale
¬ Indicazioni e controindicazioni
¬ Monitoraggio della nutrizione parenterale totale
¬ Complicanze della nutrizione parenterale totale
¬ Gestione pratica della nutrizione parenterale totale

5. Compatibilità e stabilità delle soluzioni nutrizionali

6. Coinvolgimento del paziente e caregiver nella nutrizione parenterale totale


La nutrizione enterale

1. Gestione della nutrizione enterale tramite sondino nasogastrico e PEG

2. Soluzioni nutrizionali

3. Tipi di sondini:
¬ Indicazioni
¬ Vantaggi
¬ Svantaggi

5. Somministrazione della nutrizione enterale

6. Prevenzione e gestione dell’occlusione di un sondino

7. Somministrazione di farmaci attraverso un sondino

8. Complicanze

9. Monitoraggio


Assistenza ai pazienti affetti da disfagia

1. Disfagia

2. Assistenza dei pazienti

3. Diagnosi e test di screening

4. Interventi assistenziali
¬ Prima
¬ Durante
¬ Dopo il pasto


Preparazione e assistenza durante gli esami diagnostici

1. Esami endoscopici
¬ Broncoscopia (tipi, indicazioni, preparazione, monitoraggio, complicanze)
¬ Gastroscopia (tipi, indicazioni, preparazione, monitoraggio, complicanze)
¬ Colonscopia (tipi, indicazioni, preparazione, monitoraggio, complicanze)

2. Coronarangiografia

3. Somministrazione dei famaci (anticoagulanti) prima degli esami

Modalità d'esame

vedi coordinamento del corso





© 2002 - 2020  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits