Laurea in Tecniche di laboratorio biomedico (Verona)
(abilitante alla professione sanitaria di tecnico di laboratorio biomedico) d.m. 270/04

Scienze biologiche - BIOLOGIA APPLICATA

Codice insegnamento
4S000331
Docente
Patricia Lievens
crediti
2
Settore disciplinare
BIO/13 - BIOLOGIA APPLICATA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
Lezioni TLB 2 SEMESTRE dal 2-mar-2020 al 30-apr-2020.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Esercitare lo studente all'applicazione della terminologia biologica nella descrizione e discussione di esperimenti fondamentali della biologia; fornire allo studente le principali informazioni che consentano la distinzione tra i viventi; far apprendere allo studente le caratteristiche della cellula e delle principali macromolecole che la compongono.

Programma

1. Descrivere le caratteristiche morfologiche e funzionali di virus, procarioti ed eucarioti e delle strutture cellulari che li distinguono. Cenni sull'evoluzione biologica. L'esperimento di Miller-Urey.
2. Illustrare la struttura e le caratteristiche funzionali delle membrane biologiche e di alcune tecniche di studio delle membrane. L'esperimento di Frye e Edidin. I gruppi sanguigni.
3. Descrivere l'organizzazione dei tessuti con riferimento alle interazioni cellulari, alla matrice extracellulare e al differenziamento cellulare.
4. Descrivere le diverse fasi del ciclo cellulare, di mitosi e meiosi ed i cambiamenti strutturali ad essi associati.
6. Interpretare le osservazioni e gli esperimenti che hanno portato alla scoperta del materiale genetico: gli esperimenti di Griffith sulla trasformazione batterica, di Hershey e Chase e quindi Avery, MacLeod e MacCarty sull'identificazione del materiale genetico; gli esperimenti di Beadle e Tatum che correlano per la prima volta in Neurospora crassa il genotipo con il fenotipo.
7. Spiegare il codice genetico e i meccanismi di duplicazione, trascrizione e traduzione identificando le strutture cellulari e le componenti molecolari implicate nella sintesi e nel trasporto delle proteine; l' esperimento di Meselson-Stahl. Sistemi di riparazione del DNA.
8. Esemplificare i diversi livelli di regolazione dell'espressione genica nelle cellule eucariotiche e nei procarioti con riferimento a: geni regolati nel differenziamento, struttura molecolare dei geni, sequenze nucleotidiche e fattori proteici implicati nella regolazione, maturazione dell'RNA, RNA non codificanti (cenni). La clonazione animale: l'esperimento di Gurdon e della pecora Dolly.
9. Descrivere i modelli biologici applicati nelle tecnologie biomediche

Modalità d'esame

Prova scritta seguita da una prova orale. La prova scritta prevederà quesiti a scelta multipla e domande aperte. Per essere ammesso all'esame orale, lo studente dovrà ottenere un punteggio minimo di 18/30 nella prova scritta. Il voto della prova orale sarà espresso in trentesimi e farà media con il voto dell'esame scritto ai fini della votazione finale.





© 2002 - 2020  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits