Laurea in Scienze delle attività motorie e sportive - ordinamento dall'a.a. 2008/2009

Propedeutica chinesiologica e sportiva [Matricole dispari] - PROPEDEUTICA CHINESIOLOGICA E SPORTIVA (LEZIONI)

Codice insegnamento
4S02427
Docente
Massimo Lanza
crediti
6
Settore disciplinare
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
1° semestre motorie dal 1-ott-2020 al 29-gen-2021.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Lo scopo del corso è far acquisire a studentesse e studenti padronanza della natura, dei contenuti, dei linguaggi, degli strumenti di misura e degli scopi della ricerca nelle scienze motorie (chinesiologia). Si intende, inoltre, far acquisire loro consapevolezza dell’ampiezza e del significato della motricità nell'esperienza umana, ampliare le loro competenze motorie in un ampio ambito della motricità socializzata, orientarli allo studio delle diverse discipline che analizzano il movimento umano, introdurli alle professioni delle scienze motorie e far loro conoscere i concetti base dell'epistemologia delle Scienze Motorie (Chinesiologia).

Programma

Il corso prevede una parte di lezioni teoriche frontali (6 CFU) e alcuni moduli di tirocinio da realizzarsi con attività pratiche nelle strutture della Facoltà (6 CFU). Le lezioni verranno realizzate con diverse metodologie didattiche: presentazioni frontali, seminari tematici, esercitazioni individuali e di gruppo, laboratori, attività osservative e pratiche (tirocinio interno indiretto). Lezioni teoriche - Epistemologia della Kinesiologia - Forme socializzate dell'attività fisica - Terminologia della pratica professionale Moduli di tirocinio interno indiretto: - Ginnastica Educativa - Potenziamento muscolare -Tecniche di ginnastica su base musicale -Mobilizzazione articolare -Pre-acrobatica -Pre-atletica - Attività Motorie Espressive - Introduzione alla ricerca bibliografica Testi consigliati - Dispense e materiali dei docenti reperibili nel sito e-learning del corso - GEUNA et al., Apparato locomotore – Anatomia funzionale, Capitoli 1 – 2 – 4. Minerva Medica, Torino, 2004 - Phil Armiger, Micheal A. Martyn. Stretching per la flessibilità funzionale. PICCIN ed. italiana curata da G. Barassi - A.VV. “Il manuale dell’istruttore di atletica leggera” Centro studi Fidal (fotocopie a disposizione in biblioteca) - De Simone G., 2012. ACSM resources for the group exercise instructor, Wolters Kluver Health – Lippicot Williams & Wilkins - Scotton, Senerega, 2003. Corso di Ginnastica Artistica. Ed. Libreria Cortina Torino - Aavert Everett, 2000. Meccanica muscolare. La tecnica corretta di 73 esercizi con i sovraccarichi. Calzetti Mariucci; Perugia.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
S. Geuna et al. Apparato Locomotore - Anatomia Funzionale Minerva Medica 2004 88-7711-45
Massimo Lanza Dispense e materiali dei docenti reperibili nel sito e-learning del corso  
• Garber CE et others Quantity and quality of exercise for developing and maintaining cardiorespiratory, musculoskeletal, and neuromotor fitness in apparently healthy adults: guidance for prescribing exercise Med Sci Sports Exerc. 2011

Modalità d'esame

Obiettivo della valutazione conclusiva del corso è di accertare la conoscenza degli argomenti del programma e la capacità di applicare le conoscenze a situazioni ed esempi differenti da quelli proposti nel corso.
La valutazione conclusiva dei risultati di apprendimento prevede:
1. Accertamento della presenza (70%) e misura del livello di padronanza delle esercitazioni di tirocinio. La padronanza deve intendersi come conoscenza operativa dei principi e delle regole delle diverse attività e capacità di esecuzione dei principali schemi motori in funzione delle proprie capacità motorie.
2. Verifica scritta, con domande a risposta multipla ed aperta, relative agli argomenti dei moduli teorici.
3. Tutti gli accertamenti contribuiranno alla definizione della valutazione finale attraverso la media ponderata dei voti espressi in trentesimi.
4. Nelle sessioni di esami successive a quella invernale, le prove scritte saranno sostituite da un colloquio orale con gli stessi obiettivi ed argomenti.





© 2002 - 2021  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits