Laurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche - Verona

Programmazione e gestione di processi organizzativi e formativi (2019/2020)

Codice insegnamento
4S007261
Crediti
9
Coordinatore
Luisa Saiani

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
PEDAGOGIA SANITARIA 2 M-PED/04-PEDAGOGIA SPERIMENTALE LMSIO VR - 2° ANNO 2° SEM. Vanessa Vivoli
PROGETTAZIONE FORMATIVA IN AMBITO SANITARIO 3 MED/45-SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE LMSIO VR - 2° ANNO 2° SEM. Luisa Saiani
STRUMENTI DI PROGETTAZIONE DEI CAMBIAMENTI ORGANIZZATIVI 2 MED/45-SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE LMSIO VR - 2° ANNO 2° SEM. Oliva Marognolli
PROGETTAZIONE E VALUTAZIONE DEI PROCESSI DI SVILUPPO PROFESSIONALE 2 MED/45-SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE LMSIO VR - 2° ANNO 2° SEM. Daniele Salmaso

Obiettivi formativi

L’insegnamento si propone le seguenti finalità: sviluppare capacità di progettazione di eventi formativi nei contesti sanitari e orientati allo sviluppo professionale. Acquisire competenze didattiche e valutative con particolare approfondimento dei processi di apprendimento sul campo e dall’esperienza. teorie dell’apprendimento dall’esperienza. Sviluppare competenze dichiarative e procedurali nel campo della metodologia della ricerca pedagogica con particolare approfondimento della ricerca qualitativa. MODULO METODOLOGIA DELLA RICERCA QUALITATIVA Obiettivi formativi: Al termine del Modulo lo studente sarà in grado di:  evidenziare complementarietà e differenze degli approcci di ricerca qualitativa e quantitativa  formulare domande di ricerca qualitativa  selezionare un disegno di studio qualitativo adeguato al tipo di quesito di ricerca individuato  comprendere i principi del campionamento nella ricerca qualitativa  selezionare appropriate strategie di raccolta dati  comprendere i principi di base di analisi dei dati qualitativi  comprendere l’affidabilità e l'utilità dei risultati della ricerca qualitativa nel processo di assistenza infermieristica. MODULO PEDAGOGIA SANITARIA Obiettivi formativi:  condurre gruppi di apprendimento  riconoscere le dinamiche e i ruoli di mantenimento e non mantenimento del gruppo  approfondire la teoria del gruppo come sistema, le dinamiche che rappresentano la vita del gruppo  analizzare la gestione dei conflitti, lo sviluppo dell'apprendimento, il gruppo come sistema, il gruppo di lavoro, membership - groupship, le componenti razionali e psicosociali  riconoscere la leadership: il leader ed il conduttore del gruppo, caratteristiche, quando è efficace, le difficoltà da gestire nei piccoli gruppi  approfondire le metodologie di apprendimento in piccolo gruppo: PBL, case method, role playing, paziente simulato  analizzare le medical humanities e l’apprendimento delle abilità relazionali e di cura 9 MODULO PROGETTAZIONE FORMATIVA IN AMBITO SANITARIO Obiettivi formativi:  sviluppare competenze avanzate di progettazione formativa  sviluppare competenze didattiche per la gestione di lezioni interattive, laboratori simulati e insegnamento clinico a letto del paziente  costruire strumenti di valutazione dell’apprendimento teorico e delle competenze cliniche  progettare percorsi di valutazione del personale finalizzati allo sviluppo professionale  approfondire la gestione di colloqui e feedback formativi

Programma

------------------------
MM: PEDAGOGIA SANITARIA
------------------------
PRIMA PARTE - Rapporto tra formazione continua dei professionisti e organizzazione - Cos’è la conoscenza? - Organizzazione che apprende (apprendere con l’organizzazione vs apprendere nell’organizzazione) - L’educazione permanente e situata come potenza trasformativa delle pratiche di lavoro e dell’assistenza SECONDA PARTE - Analisi dei bisogni formativi individuali e organizzativi - Progettare la formazione (gli approcci: dalla progettazione sinottico – razionale alla concertativa – partecipativa alla progettazione euristica) - Metodi qualitatitivi e partecipativi per l’analisi del fabbisogno e la definzione del problema sul quale intervenire (tecniche gruppali; osservazione etnografica; NGT; brainstorming; focus group) TERZA PARTE - La Ricerca – Formazione - Azione come metodologia per l’apprendimento organizzativo - La Ricerca – Formazione – Azione (definizione; la formazione destrutturata; la relazione ricercatore/formazione e partecipanti) - Le fasi circolari della Ricerca- Formazione – Azione - Le tecniche e gli strumenti
------------------------
MM: PROGETTAZIONE FORMATIVA IN AMBITO SANITARIO
------------------------
La progettazione formativa in sanità: dall’analisi dei bisogni formativi alla definizione degli obiettivi educativi, la scelta dei metodi didattici e di valutazione, La costruzione del programma di un evento formativo. Metodi formativi: lezione interattiva, metodo dei casi, simulazioni per skills tecniche. Processo di valutazione dell’apprendimento teorico e clinico: finalità, strumenti, tipi di prove. Il processo di valutazione delle competenze e delle performance del personale sanitario. La gestione di colloqui di valutazione.
------------------------
MM: STRUMENTI DI PROGETTAZIONE DEI CAMBIAMENTI ORGANIZZATIVI
------------------------
Progettare il proprio sviluppo professionale (portfolio) Esercitazione di project work su problematiche a forte valenza assistenziale e orientate prioritariamente alle cure primarie. Change management: - Pianificazione di un cambiamento organizzativo - Resistenze e teorie sui comportamenti dei lavoratori - Il coaching e le strategie di sostegno e coinvolgimento al cambiamento
------------------------
MM: PROGETTAZIONE E VALUTAZIONE DEI PROCESSI DI SVILUPPO PROFESSIONALE
------------------------
1. La gestione del personale nello scenario sanitario attuale - Ospedali magnete, luoghi ideali dove lavorare. Caratteristiche favorenti un buon luogo di lavoro. - L’acquisizione del personale , La pianificazione del personale, Il reclutamento, Il curriculum, La selezione, l’assunzione, l’accoglimento e l’inserimento. - Sistemi di valutazione, di goal setting e premianti - La dotazione del personale: normativa, i criteri minimi per la dotazione, l’organico di base, l’integrazione agli organici di base, l’organico complessivo il tempo assistenziale, le condizioni per una buona turnistica. Variabili che incidono sul fabbisogno di personale assistenziale (complessità assistenziale, struttura e tecnologia, modelli organizzativi e assistenziali) 2. Project Management, come costruire un progetto, fasi, nodi critici, variabili e strumenti da utilizzare, obiettivi generali intermedi e specifici, indicatori di struttura, di esito e di processo, la soddisfazione dei pazienti, indicatori ed aspetti assistenziali Strumenti: brainstorming, diagramma di Ishikawa, voto semplice/ponderato, matrice delle responsabilità, modelli reticolari, diagramma di Gant.

Modalità d'esame

------------------------
MM: PEDAGOGIA SANITARIA
------------------------
Produzione di un elaborato scritto
------------------------
MM: PROGETTAZIONE FORMATIVA IN AMBITO SANITARIO
------------------------
Esame colloquio orale volto a verificare: profondità e ampiezza delle conoscenze maturate, proprietà di linguaggio, abilità di collegare e integrare le conoscenze, capacità di trasferire le competenze apprese al loro contesto di pratica professionale, capacità analitica ed argomentativa. La prova orale verte sull’intero programma e la valutazione espressa in 30imi.
------------------------
MM: STRUMENTI DI PROGETTAZIONE DEI CAMBIAMENTI ORGANIZZATIVI
------------------------
orale
------------------------
MM: PROGETTAZIONE E VALUTAZIONE DEI PROCESSI DI SVILUPPO PROFESSIONALE
------------------------
Esame scritto con 20 quesiti sui diversi contenuti del programma (domande con risposta multipla) e due esercizi di calcolo sulle dotazioni organiche. La valutazione sulle capacità di inferire nel Project Management, attraverso l’analisi di progetti sarà attuata, attraverso la prova pratica integrata con il modulo “Strumenti di progettazione dei cambiamenti organizzativi”

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Zannini L. Fare Formazione nei contesti di prevenzione e cura Edizioni pensa Multimedia 2015
Guilbert JJ Guida Pedagogica (Edizione 4) 2002
Quaglino GP Il processo di formazione- Scritti di Formazione 2, 1981-2005. Milano: Franco Angeli, 2005
Fraccaroli, F. Apprendimento e formazione nelle organizzazioni. Il Mulino. Milano. 2007
Lipari, D. & Valentini, P. Comunità di pratica in pratica Edizioni Palinsesto. Roma. 2013
Lipari D. Progettazione e valutazione nei processi formativi Roma: Edizioni Lavoro. 2002
Kreitner R. e Kinicki A. Comportamento organizzativo Apogeo 2013 Cap. 9
Dessler G. Gestione delle risorse umane Pearson 2017 cap. 10
Loiudice M. La gestione del cambiamento in sanità Centro Scientifico 1997
Vanzetta M. Vallicela F. Caldana P La gestione delle risorse umane McGraw-Hill 2008 Cap. 3
Auteri E. Management delle risorse umane Guerini 2004




© 2002 - 2020  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits