Laurea in Infermieristica (Bolzano)
(abilitante alla professione sanitaria di infermiere) d.m. 270/04

Infermieristica clinica in area chirurgica - INFERMIERISTICA CLINICA CHIRURGICA

Codice insegnamento
4S000106
Docente
Franco Mantovan
crediti
2
Settore disciplinare
MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
BOLZANO
Periodo
INF BZ - 2° anno 2° sem dal 23-apr-2019 al 8-giu-2019.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

Vai all'orario delle lezioni

Obiettivi formativi

Lo studente conosce le patologie e i trattamenti dell’area chirurgica generale, ortopedica e traumatologica. Lo studente è in grado di stabilire sulla base delle problematiche specifiche, un piano assistenziale ed educativo rivolto alla prevenzione, gestione e riabilitazione del paziente in ambito chirurgico generale, ortopedico e traumatologico.

Programma

Il rischio anestesiologico, i tipi, le fasi e i farmaci nell’anestesia. Il monitoraggio e i criteri di trasferimento dalla sala risveglio all’Unità Operativa. La fisiopatologia del dolore. La gestione del dolore acuto e procedurale. La malattia postoperatoria. I tipi d’incisione e di ferita chirurgica.
La chirurgia tradizionale e la chirurgia mini invasiva. La fast Track Surgery.
Approccio chirurgico e assistenziale alla persona con problemi:
- Al tratto gastro- intestinale, epatici, al tratto biliare, con neoplasia alla mammella.
- Patologie traumatologiche. In particolare le distorsioni articolari, le lussazioni articolari, lo stiramento muscolo- tendineo, le fratture e le patologie dell’anca e del ginocchio.
- L’assistenza dell’operando-operato in area chirurgica generale, traumatologica e ortopedica.

L’ASSISTENZA INTRAOPERATORIA:

L’accoglienza dell’operando in sala operatoria
Il posizionamento del paziente sul letto operatorio e il mantenimento della normotermia durante l’intervento chirurgico e la prevenzione dell’ipotermia accidentale perioperatoria (adulti)
Dalla fase di risveglio (SR) alla dimissione per il trasferimento all’unità di degenza (UO): la vigilanza e la dimissione dalla Sala Risveglio (SR), il trasferimento dalla SR all’UO

LA PRESA IN CARICO DEL PAZIENTE NELLA FASE POSTOPERATORIA:
L’accoglienza in reparto e la stanza, la vigilanza e la sorveglianza dell’immediato postoperatorio
La gestione delle complicanze postoperatorie:
La ritenzione urinaria e la Fast Track
L’ipotensione e la gestione dei fluidi
Bere e alimentazione precoce
La ripresa della peristalsi e risoluzione dell’ileus (POI)
L’ossigenazione e il profilo glicemico nel perioperatorio
Fatica e convalescenza postoperatoria
I disturbi cognitivi e il delirio postoperatorio (POD)
Nausea e vomito postoperatori (PONV)
La gestione del dolore procedurale e postoperatorio

La mobilizzazione e la deambulazione precoce

L’impiego scrupoloso e ponderato dei drenaggi, sonde e cateteri

La dimissione della persona operata e le caratteristiche nell’assistenza in regime di Day Surgery

Peculiarità del percorso “assistenziale ed educativo” della persona operata di:
- Mastectomia
- Emicolectomia
- Gastrectomia
- Assistere ed educare la persona con derivazione intestinale ed urinaria

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Mario Lise Chirurgia per infermieri Piccin-Nuova Libraria 2016 882992752X
Saiani L., Brugnolli A. Trattato di Cure Infermieristiche Idelson-Gnocchi 2014

Modalità d'esame

Esame scritto per l’Insegnamento in anestesia-analgesia, ortopedia e chirurgia e per l’insegnamento di Infermieristica.
L'esame sarà costituito di domande a risposta multipla, a risposta breve e a risposta lunga.
Le domande verteranno a valutare le conoscenze, le conoscenze applicate e le capacità di sintesi ed interpretazione dello studente. Le domande di conoscenza applicata presenteranno una descrizione di microsituazioni clinico-assistenziali simili a quelle utilizzate nella didattica. A seguito di ogni domanda verrà inserito il punteggio equivalente al peso della singola risposta attesa. Lo studente potrà pertanto già durante l'esame, verificare di persona il probabile superamento della prova. L'esame di ogni singolo Modulo verrà calcolato in trentesimi. Per il superamento della prova bisogna ottenere minimo 18/30 per ogni singolo Modulo. Il voto complessivo verrà calcolato a fine del superamento die quattro moduli attraverso la media aritmetica.
L’ammissione all’esame di Infermieristica è subordinata alla positività dell’esame scritto negli altri tre (3) Insegnamenti (area ortopedica, anestesia-analgesia e chirurgica), dato che l'Inf.ca verterà a testare le conoscenze di infermieristica applicata ai quadri clinici e ai trattamenti insegnati dai clinici dell'Insegnamento.
Nel caso in cui il docente verificasse difficoltà dello studente nel superamento della prova scritta in Infermieristica, egli si riserva di esaminare lo studente al successivo appello mediante prova orale.
Per la preparazione all'esame lo studente potrà utilizzare le dispense, le presentazioni Power Point messe a disposizione dei docenti e i riferimenti ai capitoli dei testi (come da programma) fruibili nella biblioteca del C.d.L.. L'esame verterà anche sui contenuti spiegati da docente in lezione e die casi clinici utilizzati al fine della comprensione e dell'applicazione dei contenuti delle discipline.



© 2002 - 2021  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234