Laurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche - Verona

Metodologie didattiche e tutoriali (2018/2019)

Codice insegnamento
4S000456
Crediti
6
Coordinatore
Luisa Saiani

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
PSICOLOGIA CLINICA E DEI GRUPPI 2 M-PSI/08-PSICOLOGIA CLINICA LMSIO 1° ANNO 2° Semestre Lidia Del Piccolo
MODELLI DI APPRENDIMENTO DALL'ESPERIENZA 2 M-PED/01-PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE LMSIO 1° ANNO 2° Semestre Rosi Bombieri
METODOLOGIE DIDATTICHE E TUTORIALI 2 MED/45-SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE LMSIO 1° ANNO 2° Semestre Luisa Saiani

Obiettivi formativi

L'insegnamento si propone di sviluppare competenze tutoriali per facilitare processi di formazione infermieristica e ostetrica di base e avanzata nei setting clinici attraverso l’approfondimento delle teorie dell’apprendimento dall’esperienza, riflessivo e trasformativo, delle metodologie tutoriali e delle abilità comunicative funzionali all'instaurarsi di una relazione educativa. MODULO METODOLOGIE DIDATTICHE E TUTORIALI Obiettivi formativi:  approfondire metodi e strumenti della tutorship applicati anche ai contesti organizzativi per facilitare l’inserimento dei professionisti neoassunti  sviluppare competenze tutoriali applicate a processi di formazione infermieristica e ostetrica di base e avanzata, con particolare approfondimento del tutorato nei setting clinici. MODULO MODELLI DI APPRENDIMENTO DALL’ESPERIENZA Obiettivi formativi:  approfondire il significato del concetto di apprendimento secondo una prospettiva psicopedagogica 5  acquisire conoscenze sulle principali teorie di riferimento e sugli aspetti operativi dell’apprendimento nei contesti professionali  acquisire strumenti e competenze per l’apprendimento riflessivo  giungere ad una elaborazione personale dei concetti chiave dell’apprendimento. MODULO PSICOLOGIA CLINICA E DEI GRUPPI Obiettivi formativi:  acquisire le conoscenze scientifiche e le abilità comunicative funzionali all'instaurarsi di una relazione educativa e di collaborazione con il paziente e i suoi familiari  acquisire consapevolezza delle dinamiche di gruppo e della gestione dei conflitti.

Programma

Teorie psicologiche e modelli di apprendimento
Il sapere esperienziale e la formazione riflessiva
Tecniche comunicative, per la gestione dei conflitti, tecniche di negoziazione e assertività
Dinamiche di gruppo
Tutorship e sue declinazioni (tutor, coach, mentor, counselor)
Tutorialità e apprendimento organizzativo
Metodologie tutoriali (briefing, debriefing, feedback strutturato, piano di autoapprendimento, portfolio)

Modalità d'esame

L'esame si articola in una prova scritta con domande chiuse a risposta multipla per l'accertamento delle conoscenze ed un colloquio orale teso a verificare profondità e ampiezza delle conoscenze maturate, proprietà di linguaggio, abilità di integrare e collegare le conoscenze, capacità di trasferire le competenze apprese al loro contesto di pratica professionale, capacità analitica e argomentativa. La prova orale verte sull'intero programma.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Del Piccolo Lidia Competenze per comunicare con i pazienti Piccin 2015
G.P. Quaglino, S.Casagrande, A.Castellano Gruppo di Lavoro Lavoro di Gruppo Raffaello corina Editore 1992
Mortari L. Apprendere dall’esperienza. Il pensare riflessivo nella formazione Carocci, Roma. 2003
F. Santoianni Modelli e strumenti di insegnamento Carocci 2010




© 2002 - 2020  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits