Laurea in Infermieristica (Legnago)
(abilitante alla professione sanitaria di infermiere) d.m. 270/04

Promozione della salute e della sicurezza (2015/2016)

Codice insegnamento
4S000035
Crediti
7
Coordinatore
Marzia Boaretti

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
MICROBIOLOGIA CLINICA 2 MED/07-MICROBIOLOGIA E MICROBIOLOGIA CLINICA INF. LE 1° anno 2° semestre Marzia Boaretti
METODOLOGIA EPIDEMIOLOGICA, IGIENE E PROBLEMI PRIORITARI DI SALUTE 2 MED/42-IGIENE GENERALE E APPLICATA INF. LE 1° anno 2° semestre Albino Poli
PROMOZIONE DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA IN CONTESTI ASSISTENZIALI 2 MED/45-SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE INF. LE 1° anno 2° semestre Katia Bassani
SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO 1 MED/44-MEDICINA DEL LAVORO INF. LE 1° anno 2° semestre Andrea Princivalle

Obiettivi formativi

Modulo: METODOLOGIA EPIDEMIOLOGICA, IGIENE E PROBLEMI PRIORITARI DI SALUTE
-------
L’insegnamento introduce lo studente alla comprensione dei determinanti di salute, dei fattori di rischio, delle strategie di prevenzione sia individuali che collettive e degli interventi volti a promuovere la sicurezza degli operatori sanitari e degli utenti. Si propone inoltre di far comprendere le cause, i meccanismi patogenetici, e le modalità di prevenzione e controllo delle malattie da infezione.


Modulo: PROMOZIONE DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA IN CONTESTI ASSISTENZIALI
-------
L’insegnamento introduce lo studente alla comprensione dei determinanti di salute, dei fattori di rischio, delle strategie di prevenzione sia individuali che collettive e degli interventi volti a promuovere la sicurezza degli operatori sanitari e degli utenti. Si propone inoltre di far comprendere le cause, i meccanismi patogenetici, e le modalità di prevenzione e controllo delle malattie da infezione.


Modulo: SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO
-------
L’insegnamento introduce lo studente alla comprensione dei determinanti di salute, dei fattori di rischio, delle strategie di prevenzione sia individuali che collettive e degli interventi volti a promuovere la sicurezza degli operatori sanitari e degli utenti. Si propone inoltre di far comprendere le cause, i meccanismi patogenetici, e le modalità di prevenzione e controllo delle malattie da infezione.


Modulo: MICROBIOLOGIA CLINICA
-------
L’insegnamento introduce lo studente alla comprensione dei determinanti di salute, dei fattori di rischio, delle strategie di prevenzione sia individuali che collettive e degli interventi volti a promuovere la sicurezza degli operatori sanitari e degli utenti. Si propone inoltre di far comprendere le cause, i meccanismi patogenetici, e le modalità di prevenzione e controllo delle malattie da infezione.

Programma

Modulo: METODOLOGIA EPIDEMIOLOGICA, IGIENE E PROBLEMI PRIORITARI DI SALUTE
-------
IIntroduzione all’Epidemiologia:
- definizione, obiettivi e caratteristiche dell'epidemiologia
- misure in epidemiologia
Il concetto di salute, malattia e causa di malattia in epidemiologia.
Criteri per la valutazione del nesso causale
Gli studi epidemiologici: descrittivi, analitici, sperimentali
Elementi per la valutazione dei problemi principali di salute di una
popolazione:
- principali malattie nella popolazione generale
- principali cause di morte nella popolazione generale
Epidemiologia e prevenzione delle malattie infettive:
- la catena epidemiologica e le modalità di trasmissione:
malattie endemiche, sporadiche, epidemiche
- la profilassi diretta e indiretta delle malattie infettive
(inquadramento sui disinfettanti)
- la profilassi specifica :
vaccinoprofilassi, cenni di sieroprofilassi e chemioprofilassi
Epidemiologia e prevenzione primaria e secondaria delle
principali malattie cronico degenerative: cardiopatia ischemica,
diabete mellito,BCPO neoplasie maligne.
Gli screening


Modulo: PROMOZIONE DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA IN CONTESTI ASSISTENZIALI
-------
Le infezioni correlate ai processi assistenziali :
epidemiologia, localizzazione, eziologia,vie di trasmissione
Sorveglianza epidemiologica e interventi per interrompere la catena infettiva
Precauzioni Standard
Igiene delle mani
- Indicazioni e tecnica del lavaggio delle mani
- Indicazioni e tecnica del lavaggio chirurgico delle mani
Misure Di Barriera
- uso dei guanti
- uso della visiera/occhiali
- uso maschera chirurgica
Antisettici
- Caratteristiche dei prodotti (clorexidina, tipi di soluzioni e concentrazioni, amuchina, iodopovidone, tempi, conservazione,
scadenze)
La Gestione di Presidi, Strumenti e Attrezzature
- La classificazione dei presidi in critico,semicritico e non critico.
- Decontaminazione, detersione,
- Processi e pratiche di disinfezione,
- Processi di sterilizzazione,
- Tipi di disinfettanti (cloro derivati e polifenoli)
- Criteri di efficacia della disinfezione ad alto livello per strumenti che non possono essere sterilizzati (concentrazione, tempo, temperatura)
- Alcune contestualizzazioni operative come la gestione del carrello della
terapia, del materiale per l’igiene del paziente , del campo sterile, uso dei
guanti sterili ..
Lo Smaltimento delle diverse tipologie di rifiuti
Gestione Della Biancheria
Principi e criteri di igiene ambientale
Educazione sanitaria a pazienti e visitatori
Precauzioni Aggiuntive per la trasmissione per contatto
- Indicazioni per l’adozione delle precauzioni da contatto
- Corretto utilizzo dei dispositivi di protezione aggiuntiva da contatto:
camice, guanti, collocazione del paziente, educazione paziente e
familiari,
Precauzioni Aggiuntive per la trasmissione per via aerea
- Indicazioni per l’adozione delle precauzioni per via aerea.
- Corretto utilizzo dei dispositivi di protezione aggiuntiva: maschere
FFP2-FFP3.
Precauzioni Aggiuntive per la trasmissione per Droplet
- Indicazioni per l’adozione delle precauzioni per droplet.
- Corretto utilizzo dei dispositivi di protezione aggiuntiva: maschera
chirurgica.
- Igiene respiratoria/cough etiquette


Modulo: SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO
-------
Principali aspetti del DL 81: descrizione semplice ad uso degli studenti
Definizione di Malattia professionale e di Infortunio sul lavoro.
Aspetti di Tossicologia generale con esempi riguardanti i rischi chimici più frequenti in ambito ospedaliero, es. disinfettanti, anestetici ..
Il lavoro a turni e patologie associabili; possibili interferenze dei turni sui ritmi circadiani, sulla vita familiare e sociale
La movimentazione dei pazienti: indicazioni operative e rischi per gli operatori.
Lombalgie: definizione, inquadramento ezio-patogenetico, possibile prevenzione, programmi multidisciplinari di recupero, cronicizzazione delle lombalgie (Materiale tratto dalle linee Guida Europee sulle lombalgie)
Il rischio allergico: concetti basilari sulle allergie e possibili allergie in ambito ospedaliero. Le allergie da latice.
Il rischio biologico La prevenzione delle Epatiti, dell’HIV e della TBC
(presuppone che il programma di microbiologia abbia già affrontato batteri e virus)


Modulo: MICROBIOLOGIA CLINICA
-------
Scopi della Microbiologia.
Inquadramento dei microrganismi nel mondo dei viventi.
Batteriologia generale: morfologia, struttura e funzione della cellula
batterica.
Cenni sulla riproduzione.
Modalità di trasmissione delle malattie da infezione.
Meccanismi dell’azione patogena dei batteri; patogeni convenzionali e
opportunisti.
Tossine proteiche ed endotossina.
Agenti antimicrobici: classificazione e meccanismi d’azione dei principali
antibatterici e principali meccanismi di resistenza (antibiogramma)
Batteriologia speciale: Stafilococchi,Streptococchi ed Enterococchi; Neisserie; Emofili; Micobatteri; Enterobatteri , Pseudomonas.
Virologia generale: definizione dei virus, composizione e d architettura della
particella virale.
Cenni sui meccanismi direplicazione.
Meccanismi dell’azione patogena dei virus: infezione localizzata, generalizzata, silente, persistente e latente. Cenni su agenti antivirali.
Virologia speciale: Herpesviridae, virus epatitici maggiori (HAV,HBV, HCV,HDV),
Orthomixoviridae, Papillomaviridae,
Retroviridae (HIV).
Caratteri fondamentali dei miceti e dei parassiti patogeni umani.
Approccio alla diagnosi microbiologica delle infezioni batteriche e virali: diagnosi diretta ed indiretta.
Prelievo e conservazione dei campioni (emocoltura, campioni dell’apparato
respiratorio, campioni dall’apparato urinario).
Cenni sulle infezioni nosocomiali ed
endocarditi batteriche.

Modalità d'esame

Modulo: METODOLOGIA EPIDEMIOLOGICA, IGIENE E PROBLEMI PRIORITARI DI SALUTE
-------
Esame scritto


Modulo: PROMOZIONE DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA IN CONTESTI ASSISTENZIALI
-------
Esame scritto


Modulo: SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO
-------
Esame scritto


Modulo: MICROBIOLOGIA CLINICA
-------
Esame scritto





© 2002 - 2020  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits