Laurea in Scienze delle attività motorie e sportive - ordinamento dall'a.a. 2008/2009

Laurea in Scienze delle attività motorie e sportive - ordinamento dall'a.a. 2008/2009

Tecniche e didattica degli sport individuali (2011/2012)

Codice insegnamento
4S02007
Crediti
8
Coordinatore
Chiara Milanese
Settore disciplinare
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE NN - -
Lingua di erogazione
Italiano
L'insegnamento è organizzato come segue:
Attività Crediti Periodo Docenti
TECNICA E DIDATTICA DEGLI SPORT INDIVIDUALI 6 I semestre Chiara Milanese
TIROCINIO INTERNO 2 I semestre Chiara Milanese

Orario

Non inserito.

Obiettivi formativi

Il corso ha lo scopo di far acquisire agli studenti conoscenze e competenze di tipo tecnico-didattico ed organizzativo, necessarie per acquisire competenza e professionalità nell’ambito degli sport individuali. Il programma è articolato in modo da analizzare in forma teorica e pratica alcune specialità dell’atletica leggera, la ginnastica a corpo libero e l’attrezzistica. Si andranno ad evidenziare gli aspetti più propriamente tecnici e didattici, delle discipline suddette, di cui sarà delineato un modello prestativo di base.

Programma

L’analisi tecnica qualitativa del gesto sportivo e strategie d’intervento per la correzione dell’errore tecnico.
La corsa veloce e di resistenza; progressione didattica delle specialità della corsa, con particolare attenzione alla gestione dell’equilibrio nella fase d’appoggio e quella di spinta. Variazione di ampiezza e frequenza nella corsa veloce e nella corsa di resistenza;
la partenza dai blocchi, progressione didattica per posizionare un soggetto sui blocchi;
la corsa ad ostacoli, progressione didattica per il superamento del primo e del secondo arto;
il salto in alto ed il salto in lungo; progressione didattica con particolare riguardo all’arto di stacco, alla forma della rincorsa ed alla sua gestione, al comportamento dei segmenti nella fase di volo e quella di valicamento dell’asticella per il salto in alto e l’atterraggio sulla sabbia per il salto in lungo;
il getto del peso e il tiro del giavellotto; progressione didattica: tenuta dell’attrezzo, sviluppo delle corrette azioni del movimento di traslocazione e di lancio dell’attrezzo;
giochi di conoscenza dei grandi attrezzi con particolare priorità al corpo libero (capovolte, A/D, verticali; ruote, ecc.); cavallo (rincorsa, presalo, primo e secondo volo, atterraggio);
studio volto al miglioramento della mobilità articolare;
semplici test di equilibrio, lateralità, coraggio, ecc.;
circuiti a tema per rafforzare particolari schemi di azione e posizioni immergenti, utilizzando attrezzi di riporto e piani inclinati e grandi tappeti;
anelli;
parallele pari ed asimmetriche;
sbarra;
trampolino a telo elastico.

Modalità d'esame

Prova scritta con domande volte a verificare conoscenze e competenze acquisite in merito agli aspetti teorici e pratici della disciplina.

Materiale didattico 
Attività Titolo Formato (Lingua, Dimensione, Data pubblicazione)


© 2002 - 2021  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234