Laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e chirurgia

Laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e chirurgia

Microbiologia e microbiologia clinica (2011/2012)

Codice insegnamento
4S01677
Crediti
9
Coordinatore
Roberta Fontana
Settore disciplinare
MED/07 - MICROBIOLOGIA E MICROBIOLOGIA CLINICA
Lingua di erogazione
Italiano

Pagine collegate al corso



L'insegnamento è organizzato come segue:
Attività Crediti Periodo Docenti
Microbiologia e Microbiologia clinica - lezioni 8 Lezioni 1° semestre Roberta Fontana
Microbiologia e Microbiologia clinica - esercitazioni [Gruppo Dott.ssa Boaretti] 1 Lezioni 1° semestre Marzia Boaretti
Microbiologia e Microbiologia clinica - esercitazioni [Gruppo Dott.ssa Mazzariol] 1 Lezioni 1° semestre Annarita Mazzariol

Orario

Non inserito.

Obiettivi formativi

Obiettivi del corso
Il Corso riguarda le conoscenze di Batteriologia, Virologia, Micologia e Parassitologia. Si propone in particolare di fornire allo studente gli strumenti conoscitivi e metodologici necessari per comprendere e apprendere:
• le caratteristiche peculiari della composizione, struttura e fisiologia dei microrganismi in relazione all’inizio e all’evoluzione delle malattie da infezione
• i meccanismi patogenetici delle malattie da infezione e le basi razionali dell’immunoterapia e della preparazione dei vaccini
• i meccanismi dell’azione antimicrobica degli agenti sterilizzanti e disinfettanti nonché dei chemio-antibiotici
• il ruolo dei diversi microrganismi in patologia umana
• i metodi per la diagnosi microbiologica delle malattie da infezione

Obiettivi di attività professionalizzante
Applicare le conoscenze della biologia dei microrganismi alla prevenzione, diagnosi e terapia delle malattie da infezione
Far emergere il ruolo e i compiti del laboratorio di microbiologia nella gestione del malato infettivo, con particolare riguardo all’importanza di un aperto spirito di collaborazione tra microbiologo e clinico.
Comprendere le correlazioni tra i diversi quadri patologici ed i possibili agenti eziologici, per un’appropriata scelta del campione da inviare al laboratorio e corretta interpretazione dei risultati.
Comprendere l’approccio metodologico alla diagnosi microbiologica delle malattie da infezione ed i procedimenti diagnostici più idonei per il raggiungimento del risultato.

Programma

Programma Didattico e di Apprendimento
a) Argomenti di Batteriologia, Micologia, e Parassitologia
• Evoluzione dei microrganismi e loro classificazione
•La struttura e la funzione dei componenti della parete dei batteri Gram-positivi: peptidoglicano, acidi teicoici, polisaccaridi, proteine
•La struttura e la funzione dei componenti della parete dei batteri Gram-negativi: peptidoglicano, membrana esterna, lipoproteine, lipopolisaccaridi
•La sintesi del peptidoglicano
•La struttura e la funzione dei componenti facoltativi della cellula batterica: capsula, flagelli, fimbrie
•La struttura e la funzione della membrana plasmatica (nel trasporto dei metaboliti, nella secrezione delle proteine, nella divisione cellulare)
•La spora batterica: struttura, sporogenesi, germinazione
•Il metabolismo batterico: la produzione di energia, i processi di fosforilazione (fermentazione, respirazione aerobia ed anaerobia)
•La coltivazione dei batteri: i terreni di coltura, le condizioni indispensabili per la crescita, autotrofismo, eterotrofismo
•La crescita batterica a livello cellulare e di popolazione
•La struttura e la composizione della cellula micotica
• Le modalità di riproduzione e la classificazione dei miceti.
• Le caratteristiche morfologiche, le modalità di riproduzione e la classificazione dei protozoi
• L’azione patogena dei batteri: i meccanismi di superamento delle barriere non-specifiche e di elusione delle
difese specifiche
• Le tossine batteriche e gli effetti biologici delle endotossine
• I fattori di virulenza ed il ruolo della risposta immunitaria dell’ospite nella patogenesi delle infezioni micotiche e protozoarie
• Il meccanismo dell’azione antimicrobica della temperatura, radiazioni, ultrasuoni, alcoli, alogeni, tensioattivi, fenoli, aldeidi
• Il meccanismo di azione dei chemio-antibiotici
•Le basi biochimiche e genetica della resistenza dei batteri ai chemio-antibiotici
• Il meccanismo di azione dei farmaci antifungini
• Il meccanismo di azione dei farmaci antiprotozoari (con particolare riferimento agli antimalarici)
• Metodi di valutazione della sensibilità dei batteri e dei miceti ai chemio-antibiotici
• Stafilococchi (S. aureus, S. epidermidis)
• Streptococchi (S. pyogenes, S. agalactiae, S. pneumoniae) ed Enterococchi
• Corinebatteri (C. diphtheriae) e Listerie
• Neisserie (N. meningitidis e N. gonorrhoeae)
• Emofili e Bordetelle (B. pertussis)
• Legionelle
• Brucelle
• Enterobacteriaceae (E. coli, Salmonelle, Shigelle, Yersinia)
• Pseudomonas e altri batteri non fermentanti
• Micobatteri (M. tubercolosis, M. leprae, micobatteri atipici)
• I batteri anaerobi (Clostridi, Actinomiceti, Bacteroides)
• Vibrioni, Campylobacter, Helicobacter
• Spirochete (T. pallidum, Borrelie, Leptospire)
• Micoplasmi (M. pneumoniae, M. urealiticum)
• Clamidie (C. tracomatis, C. psittaci, C. pneumonie) e Rickettsie
• I miceti lievitiformi (Candida, Cryptococcus, Malassezia)
• Miceti filamentosi (Aspergillus, Dermatofiti)
• I miceti dimorfi (Sporothrix, Histoplasma, Coccidioides)
• Protozoi intestinali e urogenitali: Entamoeba, Giardia, Thricomonas
• Protozoi ematici: Plasmodium, Leishmania
• Protozoi tessutali: Toxoplasma
• Elminti intestinali: Enterobius, Tenia, geoelmintiasi, Strongyloides stercoralis
• Elminti tessutali: Echinococcus

b) Argomenti di Virologia
• Caratteri generali dei virus
• Morfologia, struttura e composizione chimica dei virus batterici ed animali. Classificazione dei virus animali
• Rapporti virus-cellula. Il ciclo di replicazione virale: attacco del virione alla superficie della cellula,
penetrazione al suo interno, esposizione dell’acido nucleico virale, montaggio dei virioni, liberazione della
progenie virale
• Acidi nucleici virali e strategie replicative dei virus a DNA ed RNA
• Coltivazione e titolazione dei virus animali
• Rapporti virus-organismo ospite. L’infezione virale: contagio, ingresso, moltiplicazione, diffusione ed organi
bersaglio
• Azione patogena dei virus. Lesioni direttamente provocate dal virus: il danno cellulare (infezioni litica,
latente, lenta e trasformante) ed evoluzione dell’infezione nella malattia acuta, ricorrente, lenta e
neoplastica
• Meccanismo dell’azione oncogena dei virus
• Meccanismi indiretti di danno: lesioni dipendenti dal coinvolgimento del sistema immunitario dell’ospite
• Controllo delle infezioni virali. Immuno-profilassi antivirale: vaccino e sieroprofilassi
• Meccanismo di azione dei farmaci antivirali e farmaco-resistenza
• Interferenza virale ed interferone (meccanismi di induzione, meccanismo di azione e ruolo protettivo
antivirale)
• Poxvirus: v del vaiolo, v del mollusco contagioso
• Herpesvirus: v dell’herpes simplex (HSV-1 e HSV-2), v della varicella-zoster, citomegalovirus, v di Epstein-
Barr, HHV6, HHV8
• Adenovirus,
• Papovavirus,
• Parvovirus
• Paramyxovirus: v della parotite, v parainfluenzali, v del morbillo, v respiratorio sinciziale
• Orthomyxovirus: v dell’influenza
• Coronavirus
• Rhabdovirus: v della rabbia
• Reovirus e rotavirus
• Togavirus: v della rosolia
• Picornavirus: polio ed altri Enterovirus, Rhinovirus
• Virus responsabili di epatiti: v dell’epatite A, B e C, v delta, v dell’epatite E
• Retrovirus: caratteri generali I Retrovirus oncogeni responsabili di neoplasie umane a cellule T (HTLV-I);
Lentivirus responsabili della sindrome da immunodeficienza acquisita (HIV-1, HIV-2)

c)Argomenti di Microbiologia Clinica
• Generalità sulla diagnosi microbiologica delle malattie da infezione.
•La diagnosi microbiologica delle infezioni dell’apparato gastroenterico
•La diagnosi microbiologica delle infezioni dell’apparato respiratorio
•La diagnosi microbiologica dell’apparato cardiovascolare
•La diagnosi microbiologica delle infezioni dell’apparato genitourinario
•La diagnosi microbiologica delle infezioni del sistema nervoso
•La diagnosi microbiologica delle infezioni della cute, dei tessuti molli, delle ossa e delle articolazioni
•La diagnosi sierologica

d) Argomenti delle esercitazioni di Microbiologia e Microbiologia Clinica
• Iter della diagnosi batteriologica, virologica, micologica e parassitologica:
• Sospetto diagnostico e richiesta di esame;
• Diagnosi diretta e indiretta;
• Prelievo, raccolta, conservazione e validità dei campioni;
• Metodi di diagnosi diretta: colturali (tradizionali) - non colturali (rapidi);
• Metodi di diagnosi indiretta: le prove sierologiche;
• Antibiogramma: scelta degli antimicrobici da saggiare, metodi per il saggio, criteri interpretativi

Modalità d'esame

Orale su argomenti di Microbiologia generale, Microbiologia speciale e Microbiologia clinica
(solo per i fuori corso che hanno già sostenuto l’esame di Microbiologia, l’esame integrativo di Microbiologia Clinica sarà scritto con modalità a quiz o domande a risposta breve)

Materiale didattico 
Attività Titolo Formato (Lingua, Dimensione, Data pubblicazione)
Microbiologia e Microbiologia clinica - lezioni Programma dettagliato  msword msword (it, 55 KB, 09/12/11)




© 2002 - 2020  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits