Laurea in Tecnica della Riabilitazione psichiatrica
(abilitante alla professione sanitaria di tecnico della riabilitazione psichiatrica) (ala di trento)

Corso disattivato non visibile

Metodi e tecniche della riabilitazione (2011/2012)

Codice insegnamento
4S01641
Crediti
6
Coordinatore
Claudia Goss

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
INTERVENTI DI GRUPPO E FAMIGLIARI 2 MED/25-PSICHIATRIA LEZIONI 3^ ANNO 1^ SEMESTRE Alfredo Vivaldelli
TECNICHE COGNITIVO COMPORTAMENTALI 2 M-PSI/08-PSICOLOGIA CLINICA LEZIONI 3^ ANNO 1^ SEMESTRE Claudia Goss
TECNICHE DI DERIVAZIONE ESPRESSIVA ED ARTISTICA 2 L-ART/05-DISCIPLINE DELLO SPETTACOLO LEZIONI 3^ ANNO 1^ SEMESTRE Valentina Fornari

Obiettivi formativi

Modulo: INTERVENTI DI GRUPPO E FAMIGLIARI
-------
Lo studente deve saper riconoscere le dinamiche delle famiglie psicotiche e deve saper individuare le strategie più idonee per entrare in contatto con tutti i membri della famiglia; deve saper riconoscere le dinamiche dei gruppi e deve saper orientare e indirizzare il lavoro dei gruppi; deve saper riconoscere le dinamiche del gruppo-equipe nell’ottica di operare nella direzione del “gruppo di lavoro”


Modulo: TECNICHE COGNITIVO COMPORTAMENTALI
-------
Far apprendere alcune nozioni teoriche di base rispetto alle principali tecniche cognitivo-comportamentali e le loro possibili applicazioni pratiche nel campo della riabilitazione psichiatrica.


Modulo: TECNICHE DI DERIVAZIONE ESPRESSIVA ED ARTISTICA
-------
Promuovere lo sviluppo di competenze trasversali in ambito espressivo e riabilitativo attraverso l’ uso dello strumento artistico e fornire strumenti utili alla gestione del gruppo, alla prevenzione del disagio, alla promozione della salute, al miglioramento della qualità di vita.

Programma

Modulo: INTERVENTI DI GRUPPO E FAMIGLIARI
-------
Programma in forma sintetica (n° 4 righe max):

La comunicazione umana e la relazione terapeutica. Strutturazione e modalità di funzionamento delle famiglie psicotiche. Modalità di funzionamento dei gruppi di lavoro e conoscenza degli assunti di base. Modalità di funzionamento delle equipe istituzionali



Programma in forma estesa:
 La relazione terapeutica: concetto di asimmetria, ruolo e funzione , libertà e responsabilità
 Gli assiomi della comunicazione umana
 La patologia delle relazioni simmetriche e complementari

La famiglia:
 modalità interattive nelle famiglie psicotiche: famiglia barricata, famiglia litigiosa, famiglia disorganizzata, famiglia rigida, famiglia depressa
 il doppio legame
 le caratteristiche delle famiglie dei pazienti psichiatrici gravi
 strategie della presa in carico delle famiglie con pazienti psichiatrici gravi

Il gruppo:
 Le dinamiche di gruppo: gli assunti di base
 I fenomeni di gruppo: le risposte “G”: omeostasi, il transfert multiplo, le associazioni reattive, i meccanismi di difesa, l’acting out, la carambola, i sottogruppi, il frazionamento del gruppo, il cambiamento delle condizioni sociali di un membro del gruppo, l’attacco al terapeuta, i tentativi di annientare un membro del gruppo, la reazione alla comparsa di un nuovo membro, la sensazione di aver raggiunto un punto morto
 I fattori terapeutici del gruppo: Lo spirito di gruppo e il senso di appartenenza, la risonanza, il rispecchiamento, la moltiplicazione delle relazioni, la teatralizzazione, la trasformazione delle emozioni

L’equipe come gruppo particolare:
 Definizione di campo istituzionale
 Il campo e la funzione di contenitore contenuto
 Il campo e il setting
 Il campo e i singoli individui

L’équipe: il contenimento, l’integrazione, la giustizia


Modulo: TECNICHE COGNITIVO COMPORTAMENTALI
-------
Introduzione ai diversi approcci psicoterapeutici. Teoria e tecniche della terapia cognitivo-comportamentale standard e successivi sviluppi. La terapia cognitivo-comportamentale nei disturbi d’ansia, nella depressione, nei disturbi di personalità e nella schizofrenia. L’aiuto delle tecniche cognitivo-comportamentali nel lavoro di equipe.


Programma in forma estesa:

Introduzione ai diversi approcci psicoterapeutici, l’efficacia delle psicoterapie. Il ruolo del tecnico di riabilitazione psichiatrica.
Teoria e tecniche della terapia cognitivo-comportamentale. L’origine e lo sviluppo del cognitivismo. Principi di base. Principali tecniche cognitive e comportamentali.
La terapia cognitivo comportamentale nei disturbi d’ansia e nella depressione. Il modello ABC. Esercitazioni.
La terapia cognitivo comportamentale nei disturbi di personalità. Approcci teorici e tecniche principali. L’importanza della relazione terapeutica. Le funzioni metacognitve e i cicli interpersonali.
La terapia cognitivo comportamentale nella schizofrenia. Il modello stress-vulnerabilità nelle psicosi. Modelli cognitivi delle psicosi. Principali tecniche d’intervento individuali e di gruppo (es. social skills training).
L’aiuto delle tecniche cognitivo comportamentali nella gestione delle proprie emozione e nel lavoro di supervisione tra pari. Come presentare un caso clinico ed organizzare le strategie d’intervento nel lavoro d’equipe. La gestione dei conflitti in ambito lavorativo.


Modulo: TECNICHE DI DERIVAZIONE ESPRESSIVA ED ARTISTICA
-------
Descrizione, delle diverse arti-terapie (musicoterapia,danza-movimento-terapia,teatro-terapia, arte-terapia), linee di orientamento nel mondo delle arti-terapie,soprattutto in Italia:definizione, basi teoriche, mezzi artistici utilizzati, formazione e verifica. Funzioni e caratteristiche strutturali del processo creativo e del processo terapeutico. Arti-terapie e psichiatria.


CONTENUTI
Il percorso formativo, esperienziale, teorico e metodologico è rivolto agli studenti del 2° e del 3° anno del corso universitario di “Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica” e propone un percorso integrato che affianchi alle competenze degli studenti strumenti e conoscenze proprie delle arti espressive utili nell’ ambito della riabilitazione, della prevenzione del disagio nonché alla gestione dei conflitti emotivi e allo sviluppo del benessere.
Le Arti-Terapie-Espressive principalmente indirizzate alle arti plastiche (pittura, scultura, ceramica, ecc.), alla musica, al canto hanno trovato un ambito particolarmente proficuo nel trattamento e per la riabilitazione di situazioni di disabilità fisica, psichica e di svantaggio.
Il corso prevede un particolare riferimento alla disciplina musicoterapica in ambito psichiatrico e l’ orientamento teorico sarà quello umanistico-esistenziale.
Verranno affrontati nello specifico i seguenti temi :

- descrizione, delle diverse arti terapie (musicoterapia, danza-movimento-terapia, teatro-terapia, arte-terapia);
- linee di orientamento nel mondo delle arti-terapie,soprattutto in Italia: definizione, basi teoriche, mezzi artistici utilizzati, formazione e verifica;
- funzioni e caratteristiche strutturali del processo creativo e del processo terapeutico;
- Arti-terapie e psichiatria;



- “Ruolo del Musicoterapista” in psichiatria;

- “L’ osservazione, l’ ascolto, la sintonizzazione, l’ accordo e l’ empatia in musicoterapia, strumenti musicoterapici;

- “ La pratica musicoterapica” : presentazione delle metodologie utilizzate ( l’ improvvisazione, il dialogo sonoro-musicale, l’ ascolto, sedute individuali, sedute di gruppo, musicoterapia ATTIVA-INTERATTIVA in cui paziente e terapista improvvisano insieme sfruttando le potenzialità acustiche, timbriche, fisiche degli strumenti e la relazione che si instaura e la musicoterapia PASSIVA-RECETTIVA in cui le tecniche di ascolto musicale fungono da fulcro metodologico);

- “Le arti-terapie panorama attuale”;

- “ Modelli e metodi nelle arti-terapie”.

Modalità d'esame

Modulo: INTERVENTI DI GRUPPO E FAMIGLIARI
-------
esame orale e test di apprendimento alla fine di ogni lezione

Testi consigliati:
 Fava Disnan Colucci: Genitori psicotici cap 9 “Interazione famigliare e sviluppo dei figli
 Correale: Quale psicoanalisi per le psicosi?: Pandolfi: “Lo psicoanalista e la famiglia dei pazienti gravi “
 Berti: Psicoanalisi e psichiatria: Pandolfi: “Il rapporto con le famiglie”
 Sluzki: Il doppio legame: cap 1“Verso una teoria della schizofrenia“
 Kadis Foulkes: Manuale di psicoterapia di gruppo cap7 “Alcuni fenomeni di gruppo”
 Cofano: “Psicoterapie di gruppo”
 Correale Il gruppo in psichiatria : Primo, secondo e terzo seminario
 Correale: “L’équipe come supporto emotivo e di pensiero per gli operatori psichiatrici”
 Correale: Il campo istituzionale Cap 2 “Il campo istituzionale”
 Berti: Psicoanalisi e psichiatria: Correale: “Il lavoro di équipe”
 Bion : Esperienze nei gruppi cap “Le dinamiche di gruppo”
 Watzlawick: Pragmatica della comunicazione umana Capitolo 2 “Tentativo di fissare alcuni assiomi della comunicazione e cap. 3 “ La comunicazione patologica”
 Erba .”Domanda e risposta”


Ricevimento studenti:
giorno: nei giorni di lezione
ora: prima e dopo la lezione
luogo: polo Ala


Riferimenti del docente:
 3357505689
0464403542
Fax:
e-mail: alfrdo.vivaldelli@apss.tn.it


Modulo: TECNICHE COGNITIVO COMPORTAMENTALI
-------
scritto e orale


Testi consigliati:

− Semerari. Storia, teorie e tecniche della psicoterapia cognitiva. Laterza,2000
− Bara B.G. (a cura di): Manuale di Psicoterapia Cognitiva. Boringhieri, Torino, 1996.
− Ellis A.: L’Autoterapia Razionale Emotiva. Edizioni Erickson, Trento, 2002.
− Cionini L. Psicoterapie:modelli a confronto. Carocci,1998


Modulo: TECNICHE DI DERIVAZIONE ESPRESSIVA ED ARTISTICA
-------
Le modalità d’ esame: scritto e integrazione orale.



Testi consigliati:


Roberto Caterina:”Che cosa sono le Arti-Terapie. Carocci editore


Letture consigliate

- Caterina R. (2005), Che cosa sono le Arti-terapie, Carocci editore, Roma.
- Palazzi Trivelli C., Taverna A. (2000), Arti-terapie i fondamenti, Tirrenia Stampatori,Torino.
- Ba G. (1995), L’ arte terapia come intervento riabilitativo nel trattamento del paziente psichiatrico, in L. M. Lorenzetti (a cura di), La dimensione estetica dell’ esperienza, FrancoAngeli, Milano.
- Bunt L. (1994), Music Therapy: an Art Beyond Words, Routledge, London
( trad .it. Musicoterapia. Un’ arte oltre le parole, Kappa, Roma s.d.).
- Wigram T. (2002), Guida generale alla musicoterapia, Edizione italiana Ismez, Roma
- Brusca K. E., (1993), Definire la musicoterapia. Percorso epistemologico di una disciplina e di una professione, Ismez, Roma.
- Le Doux J., (1996), Il cervello emotivo alle origini delle emozioni, Baldini Castoldi Dalai editore, Milano.




Riferimenti del Docente e Ricevimento studenti:
Telefono, Fax , e-mail: Cell. 349.7796763
e-mail: valentinafornari@virgilio.it

Giorno e orario: martedì dalle ore 12.00 alle ore 13.00



© 2002 - 2021  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234