Laurea in Infermieristica (Trento)
(abilitante alla professione sanitaria di infermiere)

Corso disattivato non visibile

Principi di diritto, organizzazione sanitaria e dell'assistenza (2011/2012)

Codice insegnamento
4S01570
Crediti
5
Coordinatore
Armando Borghesi

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
DIRITTO AMMINISTRATIVO 1 IUS/09-ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO LEZIONI 1° SEM Tullio Ferrari
SOCIOLOGIA GENERALE 1 SPS/07-SOCIOLOGIA GENERALE LEZIONI 1° SEM Alberto Zanutto
METODOLOGIA E ORGANIZZAZIONE DELL'ASSISTENZA INFERMIERISTICA 2 MED/45-SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE LEZIONI 1° SEM Marisa Dellai
ECONOMIA APPLICATA (MANAGEMENT SANITARIO) 1 SECS-P/06-ECONOMIA APPLICATA LEZIONI 1° SEM Armando Borghesi

Obiettivi formativi

Modulo: SOCIOLOGIA GENERALE
-------
Acquisire le conoscenze di base di diritto sanitario, sociologia, economia sanitaria ed organizzazione dell’assistenza, al fine di apprendere i principi, le metodologie e le tecniche inerenti tali discipline per operare con efficacia ed efficienza nella complessità dei servizi sanitari.


Modulo: DIRITTO AMMINISTRATIVO
-------
Acquisire le conoscenze di base di diritto sanitario, sociologia, economia sanitaria ed organizzazione dell’assistenza, al fine di apprendere i principi, le metodologie e le tecniche inerenti tali discipline per operare con efficacia ed efficienza nella complessità dei servizi sanitari.


Modulo: METODOLOGIA E ORGANIZZAZIONE DELL'ASSISTENZA INFERMIERISTICA
-------
Acquisire le conoscenze di base di diritto sanitario, sociologia, economia sanitaria ed organizzazione dell’assistenza, al fine di apprendere i principi, le metodologie e le tecniche inerenti tali discipline per operare con efficacia ed efficienza nella complessità dei servizi sanitari.


Modulo: ECONOMIA APPLICATA (MANAGEMENT SANITARIO)
-------
Acquisire le conoscenze di base di diritto sanitario, sociologia, economia sanitaria ed organizzazione dell’assistenza, al fine di apprendere i principi, le metodologie e le tecniche inerenti tali discipline per operare con efficacia ed efficienza nella complessità dei servizi sanitari.

Programma

Modulo: SOCIOLOGIA GENERALE
-------
Introduzione alla lettura sociologica dei sistemi sanitari occidentali, all'evoluzione storica della concezione sociologica del “malato” e della rappresentazione dei processi di cura e riabilitazione. Approfondimento delle principali culture organizzative e delle professionalità dei sistemi sanitari nonché dei flussi comunicativi e informativi nell'utilizzo di apparati tecnologici informativi complessi.

Programma in forma estesa:
Aspetti sviluppati all’interno del percorso formativo sono:
 Malati e malattie: disease, illness, sickness, le letture sociologiche
 Le specificità del lavoro in sanità in una prospettiva sociologica
 Specificità delle culture organizzative in campo sanitario
 Gruppi di lavoro e comunità di pratica nella sanità
 L’impatto delle tecnologie informatiche sul lavoro in sanità


Modulo: DIRITTO AMMINISTRATIVO
-------
Nella disciplina di Diritto amministrativo si forniscono gli elementi fondamentali del diritto e delle sue fonti; l’organizzazione sanitaria italiana nell’evoluzione normativa; i diritti fondamentali del cittadino/utente e le relative forme di tutela, nonché le modalità di esercizio dell’attività professionale con particolare riguardo ai diritti/doveri dell’infermiere dipendente.

Programma in forma estesa:
 Gli aspetti fondamentali del Diritto (le norme giuridiche, le fonti, gli organi costituzionali, la capacità giuridica e la capacità di agire, le incapacità della persona).
 Il diritto costituzionale alla salute.
 La disciplina normativa del servizio sanitario nazionale nell’evoluzione dei vari processi di riforma.
 Il quadro normativo del servizio sanitario provinciale.
 I diritti del cittadino utente e i principali strumenti di tutela (carta dei servizi sanitari, diritto di reclamo, tutela della privacy, trasparenza dell’azione amministrativa).
 Le forme di compartecipazione alla spesa sanitaria da parte del cittadino.
 Le forme di esercizio della professione infermieristica e le differenze tra rapporto di lavoro subordinato, autonomo, in associazione ed in società.
 I diritti-doveri del dipendente, inizio, modifica e cessazione del rapporto di lavoro, codice disciplinare, responsabilità e sistema di valutazione.
 Tema di approfondimento: segreto professionale e tutela della riservatezza.


Modulo: METODOLOGIA E ORGANIZZAZIONE DELL'ASSISTENZA INFERMIERISTICA
-------
Il modulo si propone di favorire l’approfondimento delle conoscenze sull’organizzazione dell’assistenza nei contesti di cura ospedalieri, territoriali, domiciliari e residenziali, attraverso la valutazione della complessità assistenziale e del livello di intensità di cura necessario al fine di garantire alla persona assistita la personalizzazione e la continuità delle cure infermieristiche .

Programma in forma estesa:
1. Le competenze organizzative e manageriali degli infermieri;
2. lavorare in equipe multi professionali: strategie efficaci per favorire la collaborazione;
3. il ruolo dell’infermiere e l’integrazione con le altre figure professionali, in particolare gli ambiti di responsabilità, la collaborazione e supervisione nei confronti del personale di supporto;
4. l’organizzazione delle cure infermieristiche definizione delle priorità assistenziali e classificazione dei pazienti (i modelli dell’acuità e della complessità assistenziale);
5. i modelli di organizzazione dell’assistenza infermieristica (modello funzionale, team nursing, primary nursing, case management) per garantire la presa in carico del paziente/utente;
6. la trasmissione delle informazioni attraverso le consegne orali e scritte;
7. il lavoro a turni: tipologie e percezioni dei lavoratori;
8. la qualità dell’assistenza infermieristica: il modello PDCA (plan, do, check, act)


Modulo: ECONOMIA APPLICATA (MANAGEMENT SANITARIO)
-------
Il modulo fornisce gli elementi per comprendere le caratteristiche e le dinamiche organizzative in cui opera il personale sanitario nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale. Analizza, inoltre, gli aspetti di funzionamento e i metodi di programmazione-gestione-valutazione utilizzati dalle Aziende Sanitarie, e il ruolo della disciplina economica nel supportare le decisioni e nel definire le priorità.


1] SALUTE E SISTEMI SANITARI
- I “determinanti” della salute
- Tipologie di Sistema Sanitario
- Metodi di finanziamento dei diversi Sistemi Sanitari e modalità di risposta ai bisogni di salute della popolazione
- Il “mercato della sanità”
- Modalità di pagamento delle prestazioni: pagamento diretto della prestazione; rimborso; prospettico; per DRG
- Sistema Sanitario privato / di mercato (U.S.A.)
- Servizio Sanitario Nazionale (National Health Service - NHS) inglese
- Sistema Sanitario mutualistico (Germania)

2] SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE (SSN) ITALIANO
- Cenni di storia dell’assistenza sanitaria in Italia
- Istituzione del Servizio Sanitario Nazionale (SSN)
- Riordino del SSN e trasformazione delle USL in aziende sanitarie
- Le organizzazioni complesse (struttura organizzativa, meccanismi operativi, organigramma, progettazione organizzativa)
- Organizzazione del SSN (Aziende sanitarie ospedaliere/territoriali/miste, dipartimenti funzionali e strutturali, unità operative e servizi, centri di costo e centri di responsabilità, strutture distrettuali)
- Finalità e obiettivi del SSN
- Programmazione e controllo di gestione nelle aziende sanitarie
- Il Servizio Sanitario Provinciale della Provincia autonoma di Trento
- Modalità organizzative, di lavoro e di integrazione: équipe multidisciplinari/ multiprofessionali; processi; strutture dipartimentali; linee guida e protocolli

3] PROGRAMMAZIONE
- Piani, Programmi, Progetti
- Ciclo della programmazione e tipologie di programmazione
- Dati, informazioni, standard
- Classificazione ed uso degli indicatori
- Sistema Informativo Sanitario
- Bisogno, domanda, offerta, identificazione delle priorità
- Diagnosi di comunità (profilo di salute della popolazione)
- Piano Sanitario Nazionale, Regionale, Provinciale
- Esempi di programmazione

4] VALUTAZIONE - ECONOMIA SANITARIA
- Scopo delle attività di valutazione
- Tipi di valutazione
- Introduzione del concetto e dello scopo dell’economia sanitaria
- Modalità di utilizzo dell’economia sanitaria
- Efficienza, efficacia, risultati (“output”, “outcome”), impatto
- Analisi costo-efficacia, costo-beneficio, costo-utilità
- Significato e valore delle valutazioni economiche

5] PIANO DI LAVORO ANNUALE (BUDGET)
- Descrizione
- Scopo
- Metodologia
- Esempi

Modalità d'esame

Modulo: SOCIOLOGIA GENERALE
-------
esame scritto + colloquio orale



Testi consigliati:
 Carricaburu D., Ménoret M., Sociologia della salute, Il Mulino, Bologna, 2007.
 Zanutto, A., Innovazione tecnologica e apprendimento organizzativo. Telemedicina e sapere medico, Franco Angeli, Milano, 2008.


Modulo: DIRITTO AMMINISTRATIVO
-------
Esame scritto + colloquio orale

Testi consigliati:
 Ferrari T., Dispensa su Aspetti fondamentali del diritto, Diritto costituzionale alla salute, Il Servizio Sanitario Nazionale e Provinciale, Diritti dei cittadini – utenti , Il rapporto di pubblico impiego – Il codice delle Privacy – Segreto professionale e tutela della riservatezza.

Di approfondimento:
 Benci L., Manuale giuridico, professionale per l’esercizio del Nursing, Ed. McGraw Hill, Milano, 2001;
 Benci L., Aspetti giuridici della professione infermieristica, elementi di legislazione sanitaria, Ed. McGraw Hill, Milano, 2000;
 Rodriguez D., Aprile A., Medicina Legale per Infermieri, Ed.Carrocci, Roma, 2004


Modulo: METODOLOGIA E ORGANIZZAZIONE DELL'ASSISTENZA INFERMIERISTICA
-------
esame scritto + colloquio orale


Testi consigliati:
1. Baldissera A, Palese A, Saiani L. Il lavoro a turno negli ospedali: modelli organizzativi a confronto. AIR 2001;20(4):220-29
2. Barelli P, Pallaoro G, Perli S et al. Modelli di organizzazione dell’assistenza: sono efficaci? AIR 2006; 25(1):35-41.
3. Benaglio C, Piffer L, Sperotto S, Vezzoli M et al. Modelli innovativi della continuità dell’assistenza: dalle consegne alla consegna al letto del malato. AIR 2006;25(2):105-108.
4. Benci, L. L’operatore socio-sanitario: autonomia, rapporti con i professionisti e responsabilità giuridica. Rivista di diritto delle professioni sanitarie 2001;3(4):219-34
5. Casati M, Maricchio R. La documentazione infermieristica: riflessioni operative e giuridiche. I quaderni dell’Infermiere 2009;24
6. Colle F, Palese A, Brusaferro S. La continuità dell’assistenza su informazioni scritte e infermieri dedicati: revisione della letteratura. AIR 2004; 23(3): 179-185
7. Federazione Nazionale Collegi IPASVI. Indicatori e standard per l’assistenza infermieristica. Il modello di analisi della complessità assistenziale. I quaderni de L’Infermiere, 2003 (Suppl);8-9:22-27
8. Palese A, Bresadola V, Lorenzi K et al. Gli indicatori che influenzano la complessità assistenziale dei pazienti chirurgici. Il punto di vista degli infermieri. AIR 2004;23(4):212-220
9. Palese A, Cabarcas GR, Dotti R et al. Documentazione scritta (consegne e piani di assistenza). AIR 2006; 25(2):109-114
10. Refatti C., Bevilacqua A. L’integrazione tra infermiere e medico nelle medicine. Risultati di un’indagine. AIR 2007;26(1):32-37
11. Saiani L., Franceschini M., Il dibattito negli USA sulla delega delle attività. AIR 2000; 19 (2):91-96
12. Cologna M., Zanolli D., Saiani L. Complessità assistenziale: significati ed interpretazioni. AIR 2010;29(4):184-191.


Modulo: ECONOMIA APPLICATA (MANAGEMENT SANITARIO)
-------
Scritto e orale

Testi consigliati:
 Materiale fornito durante le lezioni (slides e alcuni articoli)
Testi di approfondimento:
 Anthony R.N., Young D.W (1992). “Controllo di Gestione per il settore non profit”. McGraw Hill, Milano.
 Buiatti E., Carnevale F., Geddes M., Maciocco G. (1993). “Trattato di Sanità Pubblica”. La Nuova Italia Editrice, Roma.
 Brenna A. (1999). “Manuale di Economia Sanitaria”. Centro per l’Informazione Sanitaria, Milano.
 Casati G. (2000). “Programmazione e Controllo di Gestione nelle Aziende Sanitarie”. McGraw-Hill Libri Italia, Milano
 Detels R., McEwen J., Beagleole R., Tanaka H. (2002). “Oxford Textbook of Public Health”. Oxford University Press, New York.
 Drummond M.F., Stoddart G.L., Torrance G.W. (1989). “Methods for the Economic Evaluation of Health Care Programmes”. Oxford University Press; Oxford, New York & Toronto.
 Mintzberg H. (1996). “La progettazione dell’organizzazione aziendale”. Il Mulino, Bologna.
 Mooney G. (2002). “ Economics, Medicine and Health Care”. Prentice Hall, London.
 Spinsanti S. (2000). “Management per la nuova sanità”. EdiSES, Napoli.

Articoli scientifici di approfondimento:
 Borgonovi E. (1995). Il quadro di riferimento per una gestione budgettaria nelle aziende pubbliche. Università SDA Bocconi, Milano. [Pubblicazione informale, rif. PA 1161].
 Domenichetti G. (2001). Definizione di priorità sanitarie e razionamento – Efficacia, efficienza verso equità e compassione. Tendenze nuove, marzo-aprile, 4-14.
 Hansluwka H.E. (1985). Measuring the Health of Populations, indicators and interpretation. Social Science and Medicine, Vol. 20, N. 12, 1207 1224.
 Henderson J. (1985). Appraising Options: A Practical Guide. Hospitals and Health Services Review, November, 286-90.
 Maciocco G. (1998). La Sanità Americana: la storia, la politica, le crisi, le prospettive. CUAMM notizie, Maggio-Agosto, 15 27.
 Mooney G.H., Drummond M.F. (1982). Essentials of Health Economics. British Medical Journal; Vol. 285, 949-50, 1024-5, 1101-2, 1191-2, 1263-4, 1329-31, 1405-6, 1485-6, 1561-2, 1638-9, 1727-8; Vol. 286, 40-1.
 Ramponi C. (1996). Il Sistema di classificazione dei pazienti secondo il metodo Diagnosis Related Groups: le origini, la logica e i limiti. Le potenziali applicazioni nel Sistema Italiano. Università SDA Bocconi, Milano. [Pubblicazione informale, rif. PA 446].
 Robinson R. (1993). Cost-effectiveness analysis; Cost-utility analysis; Cost-benefit analysis. British Medical Journal, Vol. 307, 793-5, 859-62, 924-6.
 Salizzato L. (2001). Con l’integrazione si vince. Sanità Management il Sole24Ore, giugno-luglio 2001, 37 9.
 Zangrandi A. (1995). Il Budget nelle strutture sanitarie: la responsabilità diffusa nella gestione nella sanità. Università SDA Bocconi, Milano. [Pubblicazione informale, rif. PAs 2430].
 Zavattaro F. (1993). Il budget: una risposta alla crescita di complessità del sistema sanitario. MECOSAN, N. 5 – Sez. 1a.



© 2002 - 2022  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234