Laurea in Infermieristica (Trento)
(abilitante alla professione sanitaria di infermiere)

Corso disattivato non visibile

Anatomia umana, istologia (2009/2010)

Codice insegnamento
4S01576
Crediti
4,5
Coordinatore
Carlo Zancanaro

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
ANATOMIA UMANA 3 BIO/16-ANATOMIA UMANA 1^ ANNO 1^ SEMESTRE Carlo Zancanaro
ISTOLOGIA 1,5 BIO/17-ISTOLOGIA 1^ ANNO 1^ SEMESTRE Giuseppe Bertini

Obiettivi formativi

Modulo: ANATOMIA UMANA
-------
Il corso si propone di far acquisire la capacità di descrivere l’organizzazione strutturale del corpo umano dal livello macroscopico a quello microscopico, in condizioni di salute e di conoscere le caratteristiche morfologiche essenziali dei sistemi, degli apparati, degli organi, dei tessuti, delle cellule e delle strutture subcellulari dell’organismo umano, nonché i loro principali correlati morfo-funzionali.


Modulo: ISTOLOGIA
-------
Il corso si propone di far acquisire la capacità di descrivere l’organizzazione strutturale del corpo umano dal livello macroscopico a quello microscopico, in condizioni di salute e di conoscere le caratteristiche morfologiche essenziali dei sistemi, degli apparati, degli organi, dei tessuti, delle cellule e delle strutture subcellulari dell’organismo umano, nonché i loro principali correlati morfo-funzionali

Programma

Modulo: ANATOMIA UMANA
-------
• Gli organi e gli apparati che compongono il corpo umano e la terminologia scientificamente corretta.
• La morfologia di organi e apparati con le loro rispettive proprietà e funzioni:
1. Apparato locomotore (anatomia sistematica di scheletro, articolazioni, muscoli).
2. Apparato cardiovascolare e linfatico (anatomia sistematica di cuore e arterie coronarie, pericardio, vasi sanguiferi, linfatici ed organi linfoidi).
3. Apparato respiratorio (anatomia sistematica di vie aeree, polmone, pleure).
4. Apparato nervoso e organi di senso (anatomia sistematica del sistema nervoso centrale e periferico e degli organi di senso).
5. Apparati urinario e della riproduzione (anatomia sistematica di reni, vie urinarie, organi riproduttivi, ghiandola mammaria).
6. Apparato digerente (morfologia e rapporti del canale alimentare e delle ghiandole annesse).
7. Ghiandole endocrine (morfologia e rapporti delle ghiandole endocrine).
8. Cute e annessi cutanei (morfologia di epidermide, derma, sottocutaneo ed annessi cutanei).


Modulo: ISTOLOGIA
-------
L’apprendimento dell’Istologia è propedeutico a quello dell’Anatomia. Per un’acquisizione non superficiale delle conoscenze istologiche, è consigliabile che gli studenti conoscano i fondamenti della Fisica, della Chimica e, in particolare, della Biochimica; comprendano i concetti fondamentali relativi a ciascun argomento istologico e studino, per ogni argomento istologico, le relative figure sul testo consigliato dal docente.

• I fenomeni fisiologici e patologici: precisi fondamenti a livello cellulare.
• Le conoscenze istologiche ed istofisiologiche: loro evoluzione e aggiornamento continuo.
• Nozioni sulle tecniche moderne (metodi e strumentazioni) di indagine morfobiologica delle cellule e dei tessuti e sulle loro rispettive potenzialità applicative.
• Conoscenze istologiche di base, tenendo in speciale considerazione quelle successivamente utili alla comprensione dell’Anatomia ed all'approfondimento di problematiche biomediche.

Per quanto attiene alla Citologia, lo studente deve essere in grado di:
• La cellula eucariotica.
• La struttura ed i ruoli funzionali di ciascuno dei principali compartimenti subcellulari (membrane, cytosol, ribosomi, reticolo endoplasmatico liscio e rugoso, apparato di Golgi, mitocondri, lisosomi, perossisomi, citoscheletro, materiali inclusi, componenti del nucleo).
• I concetti di mitosi, meiosi, ciclo cellulare mitotico; loro significati e i principali meccanismi operativi coinvolti.
• L’apoptosi o morte cellulare programmata, il suo significato e i principali meccanismi operativi coinvolti.

Per quanto attiene all’Istologia lo studente deve essere in grado di:
• I meccanismi ed il significato dei principali processi istogenetici, il ruolo delle cellule staminali nel mantenimento dell’integrità dei tessuti, nei processi riparativi e rigenerativi e nello sviluppo dei tumori.
• La struttura microscopica dei diversi tipi di tessuti (epitelio di rivestimento, ghiandolare esocrino, ghiandolare endocrino; connettivo embrionale, lasso, denso; cartilagine jalina, elastica, fibrosa; midollo emopoietico e sangue, vasi sanguigni, tessuti, vasi linfatici e linfa, muscolo scheletrico, liscio, cardiaco, tessuto nervoso centrale e periferico): relazioni tra tali conoscenze morfologiche con le caratteristiche istofisiologiche salienti di ciascuno di essi.

Modalità d'esame

Modulo: ANATOMIA UMANA
-------
Test a risposta multipla e domanda aperta.


Modulo: ISTOLOGIA
-------
Esame scritto.



© 2002 - 2022  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234