Laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e chirurgia

Chirurgia, oncologia, ortopedia (2017/2018)

Codice insegnamento
4S001416
Crediti
7
Coordinatore
Alfredo Guglielmi

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
MALATTIE APPARATO LOCOMOTORE 3 MED/33-MALATTIE APPARATO LOCOMOTORE Lezioni 1° semestre 2°- 6° anno Bruno Magnan
CHIRURGIA GENERALE 2 MED/18-CHIRURGIA GENERALE Lezioni 1° semestre 2°- 6° anno Alfredo Guglielmi
Calogero Iacono
Giovanni Paolo Pollini
ONCOLOGIA MEDICA 2 MED/06-ONCOLOGIA MEDICA Lezioni 1° semestre 2°- 6° anno Giampaolo Tortora

Obiettivi formativi

Modulo: ONCOLOGIA MEDICA
-------
Obiettivi del corso
Il corso si propone di fornire allo studente gli strumenti conoscitivi e metodologici necessari per:
• comprendere le basi fisiopatologiche dell'Oncologia Medica;
• comprendere le basi biologiche e il ruolo delle terapie farmacologiche antitumorali;
• riconoscere e interpretare sintomi e segni fondamentali e comprendere le correlazioni tra danno anatomico, alterazione funzionale e sintomo;
• riconoscere le fasi della malattia neoplastica consigliando o prescrivendo esami citologici, istologici, immunoistochimici, integrandoli nella sintesi diagnostica e nella definizione della prognosi;
• individuare le possibilità di intervento in modo da avviare tempestivamente allo specialista la patologia che necessita di intervento specialistico;
• diagnosticare e curare le principali patologie neoplastiche;
• riconoscere e interpretare i sintomi della fase terminale e individuare le possibilità assistenziali al malato terminale ed alla sua famiglia;
• consentire un corretto rapporto ed una efficace comunicazione medico/paziente;


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
 apprendere la metodologia della diagnostica differenziale utilizzando le nozioni acquisite nello studio
della patologia sistematica ;
 fornire i criteri per proporre le indicazioni chirurgiche e valutare i risultati della terapia;
 comprendere i principi essenziali delle più comuni tecniche chirurgiche e la fisiopatologia dell'operato(gastroresecato e gastrectomizzato, resecato pancreatico e pancreatectomizzato, resecato epatico e polmonare).
 condurre lo studente a valutare i rischi , i benefici ed i costi del trattamento chirurgico

Conoscenze propedeutiche richieste

* sono richieste , per le patologie trattate , le cognizioni basilari di fisiologia, fisiopatologia ed anatomia
chirurgica dei diversi organi ed apparati ;
* gli aspetti fisiopatologici e clinici delle varie forme di shock ;
* gli aspetti essenziali degli squilibri idro-elettrolitici , dell’equilibrio acido-base e della nutrizione ;


Modulo: MALATTIE APPARATO LOCOMOTORE
-------
Obiettivi del corso
Il laureato in medicina e chirurgia è chiamato a risolvere tre problemi di fondo isolati o associati fra loro: dolore, deformità, limitazione funzionale da cui si avvia il processo induttivo-deduttivo della diagnosi che si sviluppa attraverso le fasi seguenti:
- valutazione del problema;
- raccolta dei dati utili per analizzarlo (sintomi e segni);
- formulare ipotesi diagnostiche ed eziopatogenetiche;
- verificare le ipotesi formulate secondo un ordine prioritario attraverso la prescrizione e l’esecuzione di indagini e l’interpretazione dei risultati;
- assumere possibili decisioni per la soluzione del problema.

Programma

Modulo: ONCOLOGIA MEDICA
-------
Lo studente deve essere in grado di:
• definire le caratteristiche di uno screening e descrivere criticamente le possibilità di screening delle neoplasie;
• elencare i principali segni e sintomi di allarme per la presenza di neoplasie;
• decidere l’iter diagnostico, laboratoristico e strumentale in presenza di segni o sintomi clinici sospetti per la presenza di neoplasia;
• individuare gli elementi utili e necessari per la definizione dello stadio;
• discutere in funzione della storia naturale della neoplasia, dello stadio e dei fattori prognostici il tipo di trattamento proponibile;
• definire i criteri che guidano nella scelta delle diverse categorie di terapia medica antitumorale;
• elencare, per le diverse categorie di terapia medica, le principali classi di sostanze utilizzabili;
• riconoscere i più frequenti effetti collaterali secondari alla terapia medica antitumorale;
• rilevare le principali complicanze delle neoplasie (infezioni, versamenti, compressioni, ecc.);
• identificare i segni o sintomi più caratteristici delle emergenze oncologiche e indicare le possibilità di intervento;
• comunicare al paziente e ai familiari la diagnosi di neoplasia adeguando la comunicazione in funzione delle caratteristiche del paziente e della prognosi della malattia;
• riconoscere i possibili problemi psicologici del paziente e dei familiari;
• utilizzare i trattamenti palliativi (terapia antalgica, di supporto, ecc.), nel malato per cui non siano più indicate terapie antitumorali specifiche.


Modulo: CHIRURGIA GENERALE
-------
Clinica , diagnostica e terapia delle seguenti patologie:
 patologia della mammella : patologia infiammatoria , tumori benigni e maligni ;
 patologia della tiroide : gozzo multinodulare , carcinoma
 patologia del surrene : tumori benigni e maligni
 addome acuto , peritoniti acute e croniche, circoscritte e diffuse, occlusione meccanica e dinamica, infarto mesenterico;
 traumi aperti e chiusi dell'addome;
 emorragie digestive alte e basse ;
 patologia dell’esofago: alterazioni della motilità ( acalasia e spasmo diffuso ) , diverticoli, ernia jatale e reflusso gastro-esofageo, carcinoma dell’esofago e del cardias ;
 patologia dello stomaco : ulcera peptica , carcinoma , fisiopatologia della demolizione
gastrica parziale e totale ;
 patologia del tenue , del colon , del retto e dell’ano : morbo di Crohn e rettocolite ulcerosa,
malattia diverticolare del colon, ascesso perianale , fistola , emorroide , ragade , carcinoma del
colon , del retto e dell’ano ;
 patologia epatica : ascesso, echinococcosi , ipertensione portale , tumori benigni , tumori maligni
primitivi e secondari ;
 patologia della colecisti e delle vie biliari : litiasi biliare e sue complicanze, ittero ostruttivo, neoplasie della via biliare;
 patologia del pancreas : pancreatiti acute e croniche, carcinoma esocrino , tumori endocrini ;
 patologia del polmone : pneumotorace, tumori benigni e maligni;
 ernie e laparoceli della parete addominale ;
 patologia vascolare : aneurismi dell’aorta addominale, arteriopatie periferiche e dei tronchi sovraortici,trombosi venosa profonda.


Modulo: MALATTIE APPARATO LOCOMOTORE
-------
• traumatologia: riconoscimento delle più frequenti lesioni scheletriche (fratture), capsulo-legamentose (lussazioni e distorsioni). Conoscenza dei principi di formazione del callo osseo e di guarigione delle lesioni capsulo-legamentose. Principi di trattamento delle lesioni più frequenti;
• Rachialgie cervicali e lombari: cause più frequenti (ernie discali, spondilolistesi, processi degenerativi) e principi di trattamento;
• Deformità vertebrali: elementi di diagnosi e terapia delle scoliosi e cifo-lordosi;
• Riconoscimento dei segni indicanti un’anca dolorosa nel bambino e le lesioni più frequenti in età pediatrica (lussazione congenita dell’anca, Morbo di Perthes, epifisiolisi). Principi di trattamento;
• Patologia dell’anca nell’adulto: diagnostica quadri clinici ed orientamento terapeutico nella coxartrosi primaria e secondaria, necrosi epifisaria;
• Inquadramento diagnostico e terapeutico nel ginocchio doloroso con riconoscimento e principi di trattamento delle lesioni meniscali, lesioni legamentose, processi degenerativi;
• Analisi della spalla e del gomito con riconoscimento di patologie quali lussazione abituale, patologia della cuffia, sindromi degenerative;
• Riconoscimento delle deformità del piede in età pediatrica: piede torto congenito, piede piatto e situazioni dolorose del piede in età adulta: alluce valgo, metatarsalgie, piede reumatico. Principi di trattamento ed ortesi;
• Patologie più frequenti a carico della mano, sindromi da intrappolamento nervoso, principi di microchirurgia e tecniche di reimpianto;
• Principi generali, procedure diagnostiche e trattamenti in situazioni infettive (osteomieliti) e neoplastiche.
La didattica teorico pratica si concentrerà sulla metodologia ortopedica, sull’esecuzione di esami obiettivi dell’apparato locomotore con accenni all’impiego di metodiche riabilitative.

Modalità d'esame

• Modulo di Malattie dell’apparato locomotore: prove scritte in itinere (3) e prova orale facoltativa all’appello

Serie di 3 prove scritte “in itinere” con 10 domande a risposta multipla per ogni prova. Ogni test viene condotto dopo una ciclo di 3-4 lezioni e verterà sugli argomenti trattati in queste. Ogni risposta esatta vale 3 punti, nessuna penalizzazione per le risposte errate. Massimo 30 punti. Il voto finale sarà dato dalla media aritmetica arrotondata in eccesso delle 3 prove. In caso di prova non espletata, l’esame dovrà essere integrato con una prova orale su tutto il programma, il cui esito finale considererà il punteggio ottenuto nelle prove scritte eventualmente sostenute. lo studente potrà sostenere una prova integrativa orale su tutto il programma del corso, ma il voto finale potrà variare solo di + o – 2 punti rispetto alla media delle prove scritte



• Modulo di Oncologia medica: orale
• Modulo di Chirurgia generale: orale

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Bartlozzi P., Castellarin. G., Pamelin E. Malattie dell'apparato locomotore Cortina 2010
Renzo Dionigi Chirurgia Masson Editore 2017
Angelo Raffaele Bianco, Sabino De Placido, Giampaolo Tortora e Pierfranco Conte Oncologia Clinica 2/ed (Edizione 2) McGraw-Hill Education (Italy) srl 2016 9788838639845




© 2002 - 2019  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits