Laurea interateneo in Tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro (Trento - ex sede Ala)
(abilitante alla professione sanitaria di tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro) d.m. 270/04

Scienze della prevenzione applicate all'ambiente (2019/2020)

Codice insegnamento
4S000476
Crediti
7

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
CHIMICA DELL'AMBIENTE 2 CHIM/12-CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALI TPALL 2° ANNO 1° SEMESTRE Michele Fedel
INGEGNERIA SANITARIA AMBIENTALE 2 ICAR/03-INGEGNERIA SANITARIA-AMBIENTALE TPALL 2° ANNO 1° SEMESTRE Gianni Andreottola
STRUMENTI E TECNICHE DI VALUTAZIONE E PREVENZIONE AMBIENTALE 1 MED/50-SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE TPALL 2° ANNO 1° SEMESTRE Alessio Stenico
IGIENE E DETERMINANTI AMBIENTALI 2 MED/42-IGIENE GENERALE E APPLICATA TPALL 2° ANNO 1° SEMESTRE Francesco Pizzo

Obiettivi formativi

Lo studente dovrà conoscere i principi fondamentali del rapporto tra ambiente e salute umana, comprendendone i meccanismi di iterazione ed i determinanti sulla salute attraverso, fra l’altro, l’analisi critica dei parametri di monitoraggio chimico-fisico della qualità di acqua, aria e suolo. Lo studente dovrà essere in grado di individuare le principali misure di prevenzione a tutela della salute umana.

MODULO CHIMICA DELL’AMBIENTE Obiettivi formativi: Il corso ha l’obbiettivo di tramettere allo studente i fondamenti necessari alla comprensione dei fenomeni chimici naturali e delle variazioni ambientali causate dall’inquinamento. Vengono discussi i principali parametri di qualità delle acque naturali, i principali fenomeni di inquinamento atmosferico e del suolo nonché le conseguenze ambientali della produzione di energia. Il corso fornirà allo studente le nozioni fondamentali per la comprensione e l’analisi critica dei parametri di monitoraggio chimico-fisico della qualità di acqua, aria e suolo.

MODULO IGIENE APPLICATA ALL’AMBIENTE Obiettivi formativi: Al termine del corso, lo studente dovrà conoscere i principi fondamentali del rapporto tra ambiente di vita e salute umana, le principali caratteristiche dell’ambiente, inteso come determinante della salute, i principali fattori in grado di influenzare la qualità delle matrici ambientali (aria e acqua) e i principali inquinanti di interesse per la salute umana, le modalità di insorgenza di una malattia legata all'ambiente; lo studente deve inoltre saper descrivere le principali caratteristiche epidemiologiche e le modalità di prevenzione delle malattie correlabili all'ambiente.

MODULO INGEGNERIA SANITARIA AMBIENTALE Obiettivi formativi: Conoscere i principali parametri che determinano l’alterazione chimica, fisica o biologica delle acque, determinando un fenomeno di inquinamento. Avere una conoscenza di base delle principali tecniche disponibili per ridurre i livelli di inquinamento delle acque (reflue e superficiali) a al di sotto dei limiti richiesti per i diversi utilizzi. Conoscere le funzioni dei principali comparti di trattamento di un impianto di depurazione delle acque reflue urbane e di un impianto di potabilizzazione, per poter organizzare una campagna di monitoraggio della qualità delle acque.

MODULO TECNICA E PIANIFICAZIONE URBANISTICA Obiettivi formativi: - Lettura e interpretazione dei principali strumenti di governo territoriale e ambientale; - Utilizzo degli indicatori ambientali in campo urbanistico e per la misurazione della qualità urbana; - introduzione ai sistemi informativi territoriali e all’utilizzo dei software GIS.

MODULO TECNICHE DELLA PREVENZIONE AMBIENTALE Obiettivi formativi: Il corso si propone l'obiettivo di far acquisire agli studenti i principali elementi normativi che caratterizzano il D.Lgs. 03 aprile 2006, N 152/06 al fine di individuare quali siano i regimi autorizzatori che caratterizzano le attività potenzialmente impattanti sull'ambiente, la tutela delle acque e del suolo nonché i principali elementi relativi alla gestione dei rifiuti. Al termine del percorso lo studente dovrà essere in grado di individuare il contesto normativo di riferimento e fare una prima valutazione delle situazioni riscontrate.





© 2002 - 2019  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits