Laurea in Logopedia
(abilitante alla professione sanitaria di logopedista) d.m. 270/04

Riabilitazione logopedica delle patologie degenerative (2017/2018)

Codice insegnamento
4S000171
Crediti
8
Coordinatore
Cinzia Perlini

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
GERIATRIA 2 MED/09-MEDICINA INTERNA LOGO 3^ ANNO - 2^ SEMESTRE Mauro Zamboni
LOGOPEDIA DELLE ALTERAZIONI DELLE FUNZIONI CORTICALI SUPERIORI E DELLE DISFAGIE 2 MED/50-SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE LOGO 3^ ANNO - 2^ SEMESTRE Nicoletta Bonisoli
RIABILITAZIONE COGNITIVA NELLE PATOLOGIE NEUROLOGICHE DELL'ADULTO 2 MED/34-MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA LOGO 3^ ANNO - 2^ SEMESTRE Nicola Smania
PSICOLOGIA CLINICA 2 M-PSI/08-PSICOLOGIA CLINICA LOGO 3^ ANNO - 2^ SEMESTRE Cinzia Perlini

Obiettivi formativi

------------------------
MM: GERIATRIA
------------------------
Obiettivi del corso saranno il riconoscimento, l’interpretazione e la gestione dei principali problemi clinici dell’anziano. In particolare saranno obiettivi didattici la fisiologia dell’invecchiamento, la valutazione multidimensionale, la disabilità, la sindrome da immobilizzazione, il rischio di cadute, la sincope, la malnutrizione e la disidratazione.
------------------------
MM: LOGOPEDIA DELLE ALTERAZIONI DELLE FUNZIONI CORTICALI SUPERIORI E DELLE DISFAGIE
------------------------
Conoscenze: Fornire conoscenze sull'identificazione e la gestione del paziente disfagico. Aspetti anatomo-funzionali delle diverse fasi di deglutizione diversificandole tra il paziente adulto e geriatrico. Riconoscere le patologie in cui il disordine alimentare ed il disturbo deglutitorio può essere riscontrato e cosa ciò può comportare sul paziente in età adulta e senile. Imparare a ragionare sui quadri clinici complessi sia dal punto di vista diagnostico che su quello riabilitativo. Pianificare un progetto riabilitativo specifico mirato per il singolo paziente. Le tecniche riabilitative di uso più frequente nell’ambito della disfagia neurologica, disfagia neurodegenerativa e oncologica. Fisiologia della deglutizione; Fisiopatologia della disfagia Presbifagia primaria; Disfagia Inquadramento della disfagia in età adulta e della presbifagia secondaria. Abilità: Linee Guida sulla gestione del paziente disfagico adulto (presa in carico interdisciplinare) Identificare i pazienti a rischio disfagia: Somministrare lo screening della deglutizione nel paziente a rischio disfagia e nel paziente tracheostomizzato. Somministrare i questionari di autovalutazione della funzione deglutitoria. Condurre il colloquio e il counseling a valenza deglutologica Effettuare Valutazione clinica non strumentale della deglutizione in età adulta e in età involutiva. Osservare e monitorare il pasto. Refertare l’iter valutativo e riabilitativo logopedico del paziente disfagico , gli obiettivi e il razionale del trattamento logopedico in riferimento al deficit deglutitorio e alla patologia di base. Condurre il Couseling al caregiver Espletare il trattamento individualizzato
------------------------
MM: RIABILITAZIONE COGNITIVA NELLE PATOLOGIE NEUROLOGICHE DELL'ADULTO
------------------------
Fornire conoscenze in merito: - ai deficit cognitivi più comuni che insorgono successivamente ad eventi neurologici - alle metodiche testistiche utili per l’individuazione del deficit cognitivo e la loro interpretazione - elementi di riabilitazione neuropsicologica
------------------------
MM: PSICOLOGIA CLINICA
------------------------
Fornire una matrice storico-metodologica dell’approccio clinico in psicologia. Offrire alcuni elementi di psicodiagnostica Aiutare i discenti a dotarsi di strumenti comunicativi e relazionali utili a gestire il rapporto con gli utenti e i loro familiari.

Programma

------------------------
MM: GERIATRIA
------------------------
-Demografia dell'invecchiamento nel mondo e in Italia -Modelli di assistenza dell'anziano -Malnutrizione per difetto -Valutazione multidimensionale -Disabilità -Disidratazione -Sindrome da immobilizzazione -Il rischio CDV nell'anziano -La disfagia, diagnosi, terapia, aspetti medico-legali
------------------------
MM: LOGOPEDIA DELLE ALTERAZIONI DELLE FUNZIONI CORTICALI SUPERIORI E DELLE DISFAGIE
------------------------
Fenomenologia della deglutizione adulta, senile/presbifagia/gerontologia. La deglutizione nell’anziano. La disfagia neurologica e neurodegenerativa; La disfagia nei disturbi del comportamento alimentare (Demenze corticali e sottocorticali). La disfagia nel Grave Celebroleso (LCF); Il paziente disfagico tracheostomizzato (deglutizione, fonazione) Cenni della presa incarico logopedica del paziente disfagico oncologico. Modello di cura della disfagia: procedure di screening (razionale); valutazione della funzionalità deglutitoria, osservazione logopedica al pasto. Valutazione foniatrica logopedica, cenni della valutazione strumentale (FEES, VFG) La gestione e il trattamento del paziente disfagico ricoverato (acuto, subacuto, cronico). Approccio metodologico la presa in carico logopedica: - Procedure di screening - Valutazione clinico – funzionale (Bedside Examination) - Valutazione morfo dinamica delle strutture coinvolte della deglutizione nel paziente non responsivo, minimamente responsivo, nel paziente responsivo, nel paziente portatore di cannula tracheale. - Conclusioni valutative - La scelta delle consistenze dietetiche e degli ausili: il ruolo del logopedista - Somministrazione dei farmaci - Obiettivo terapeutico: deglutizione fisiologica, deglutizione funzionale - Trattamento logopedico individualizzato: obiettivo, procedure restitutive, procedure compensatorie - Visita foniatrica di controllo - Dimissione (counseling al paziente e al caregiver per dimissione protetta) Criteri che guidano la scelta degli alimenti; correlazione tra artefizi dietetici e deficit specifici Counselling informativo, formativo al paziente disfagico e al caregive di riferimento. Il paziente disfagico dal sondino alla nutrizione per os
------------------------
MM: RIABILITAZIONE COGNITIVA NELLE PATOLOGIE NEUROLOGICHE DELL'ADULTO
------------------------
L’ictus ed i disturbi cognitivi che ne conseguono – il neglect; la riabilitazione cognitiva del paziente neurologico: il team interdisciplinare ed il primo colloquio con il paziente ed i familiari; la valutazione cognitiva del paziente negligente; la valutazione cognitiva dei disturbi attentivi; l’aprassia; la valutazione cognitiva e la riabilitazione del paziente aprassico; demenza ed MCI: i deficit e la valutazione cognitiva; Casi clinici: i deficit di memoria, fisiopatologia, deficit, valutazione e riabilitazione.
------------------------
MM: PSICOLOGIA CLINICA
------------------------
- Evoluzione e definizione della Psicologia Clinica - Gli strumenti della psicologia clinica - Il colloquio clinico nelle sue diverse fasi - Le tecniche comunicative per la raccolta delle informazioni e la gestione delle emozioni - La gestione di alcune situazioni “difficili” - Il ruolo della comunicazione non verbale nella relazione sanitaria - Il processo di adattamento alla condizione di malattia - La famiglia di fronte alla diagnosi - Nozioni di psicodiagnostica in età evolutiva - Nozioni di psicodiagnostica nell’età adulta

Modalità d'esame

------------------------
MM: GERIATRIA
------------------------
Esame Scritto
------------------------
MM: LOGOPEDIA DELLE ALTERAZIONI DELLE FUNZIONI CORTICALI SUPERIORI E DELLE DISFAGIE
------------------------
Esame orale
------------------------
MM: RIABILITAZIONE COGNITIVA NELLE PATOLOGIE NEUROLOGICHE DELL'ADULTO
------------------------
Quiz a risposta multipla Domande aperte
------------------------
MM: PSICOLOGIA CLINICA
------------------------
Esame scritto

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Senin Paziente anziano e paziente geriatrico EdiSes, Napoli, ultima ed.  
O. Schindler, G. Ruoppolo, A. Schindler Deglutologia Omega Edizioni 2011 978-88-7241-547-4
Simona Raimondo, Anna Accornero, Tiziana Rossetto Logopedia e disfagia Dalla teoria alla pratica clinica Carocci 2011 9788874666201
Mazzucchi La riabilitazione neuropsicologica, Premesse teoriche e applicazioni cliniche (Edizione 3) Elsevier 2012 8821427986
Sanavio Ezio; Cornoldi Cesare Psicologia clinica, 3 ed. (Edizione 3) Il Mulino, Bologna 2017




© 2002 - 2020  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits