Laurea in Infermieristica (Legnago)
(abilitante alla professione sanitaria di infermiere) d.m. 270/04

Fisiopatologia applicata all'infermieristica - FARMACOLOGIA GENERALE

Codice insegnamento
4S000090
Docente
Laura Cuzzolin
crediti
2
Settore disciplinare
BIO/14 - FARMACOLOGIA
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
LEGNAGO
Periodo
INF LEG - 1° anno 2° sem dal 1-feb-2017 al 7-apr-2017.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

INF LEG - 1° anno 2° sem

Non inserito.

Obiettivi formativi

Fornire allo studente gli strumenti conoscitivi e metodologici di base necessari per lo svolgimento del proprio lavoro di infermiere nella gestione e nel controllo delle terapie farmacologiche.

Programma

PRINCIPI GENERALI DI FARMACOLOGIA
● Definizione di farmaco, specialità medicinale, farmaco generico, biosimilare, preparato galenico e magistrale
● Origine dei farmaci e fasi che portano alla loro immissione in commercio
● Differenze tra farmaci sintomatici, curativi, preventivi e sostitutivi
● Differenze tra le diverse azioni dei farmaci: azione sistemica o locale, diretta o indiretta, primaria o secondaria,collaterale, immediata o tardiva
● Farmacocinetica:
-Assorbimento (meccanismi, vie di somministrazione, formulazioni farmaceutiche)
-Distribuzione (legame farmaco-proteico, vascolarizzazione, barriere emato-encefalica e placentare)
-Principali processi di biotrasformazione, induzione ed inibizione enzimatica
-Vie di eliminazione dei farmaci
-Parametri di farmacocinetica (biodisponibilità, volume di distribuzione, emivita, clearance)
● Farmacodinamica:
-Meccanismi generali attraverso i quali i farmaci agiscono
-Concetto di recettore
-Interazione farmaco-recettore
-Agonismo e antagonismo
-Affinità e attività intrinseca dei farmaci
REAZIONI AVVERSE DA FARMACI E CENNI DI TOSSICOLOGIA
● Rischio clinico da farmaci: errori di terapia e reazioni avverse da farmaci
● Classificazione delle reazioni avverse da farmaci
● La farmacovigilanza: la segnalazione spontanea e il ruolo dell’infermiere
● Farmacodipendenza
● Tossicità embriofetale
FARMACOTERAPIA
-Definizione dei concetti di rischio/beneficio e costo/beneficio applicati ai farmaci
-Definizione dei termini “placebo” e “compliance”
-Significato dei termini dose, dose massima, dose efficace, posologia, indice terapeutico
-Durata d’azione dei farmaci: livelli ematici terapeutici, picco ematico, finestra terapeutica, accumulo, concentrazioni tossiche
-Monitoraggio della terapia
-Interazioni tra farmaci
-Variabilità nella risposta farmacologica: fattori inerenti al farmaco e fattori inerenti al paziente (problematiche della terapia nel bambino, nell’anziano, nei pazienti con insufficienza renale o epatica)
-Chemioterapici antiinfettivi: tossicità selettiva, spettro d’azione, differenze tra batteriostatici e battericidi, ruolo della resistenza batterica. Caratteristiche e reazioni avverse dei principali gruppi di antibiotici, antifungini e antivirali.
-Farmaci antinfiammatori non steroidei e paracetamolo


Testi consigliati:

-Conforti A., Cuzzolin L., Leone R., Moretti U., Pignataro G., Taglialatela M., Vanzetta M. Farmacologia per le professioni sanitarie. Ed. Idelson
Gnocchi-Sorbona, Napoli, 2015
-Clark M.A., Finkel R., Rey J.A., Whalen K. Le basi della farmacologia. Ed. Zanichelli, Bologna, 2013
-Furlanut M. Farmacologia generale e clinica per le lauree sanitarie (III Edizione). Ed. Piccin, Padova, 2013

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Conforti A., Cuzzolin L., Leone R., Moretti U., Pignataro G., Taglialatela M., Vanzetta M. Farmacologia per le professioni sanitarie Idelson-Gnocchi Sorbona 2015 978-88-7947-592-1

Modalità d'esame

L'esame è scritto e integrato con gli altri moduli dell'insegnamento. Il compito scritto prevede in totale 65 domande con risposte a scelta singola o multipla riferite al programma del Corso per tutti i singoli moduli: 20 domande di Infermieristica, 15 per ciascuno degli altri due moduli. L'esame viene superato se si raggiunge il voto minimo di 18 in tutti e quattro i moduli: è prevista la possibilità di rifare una parte del compito relativa ad uno-due moduli su quattro in cui non si sia ottenuto il punteggio minimo. Il non superamento dei moduli da recuperare comporta la ripetizione dell'intero esame. L'esame potrà prevedere, in alcuni casi, un colloquio orale ad integrazione del compito scritto.

Opinione studenti frequentanti - 2016/2017






© 2002 - 2020  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits