Laurea magistrale in Scienze riabilitative delle professioni sanitarie

Progressi clinici e organizzativi in ambito riabilitativo (2016/2017)

Codice insegnamento
4S000420
Crediti
9
Coordinatore
Massimiliano Calabrese

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
RIABILITAZIONE BASATA SULLE EVIDENZE 2 MED/50-SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE 2°anno 2°semestre LM Sara Rinaldi
PROGRESSI NELLE SCIENZE RIABILITATIVE 2 MED/34-MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA 2°anno 2°semestre LM Alessandro Picelli
MODELLI APPLICATIVI ALL'ORGANIZZAZIONE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA 1 MED/25-PSICHIATRIA 2°anno 2°semestre LM Lorenzo Burti
PROGRESSI IN AMBITO DELLE NEUROSCIENZE 2 MED/26-NEUROLOGIA 2°anno 2°semestre LM Massimiliano Calabrese
METODOLOGIA DELLA RICERCA TRASLAZIONALE 2 MED/48-SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE 2°anno 2°semestre LM Christian Geroin

Obiettivi formativi

Modulo: PROGRESSI IN AMBITO DELLE NEUROSCIENZE
-------
Diagnostica e valutazione clinica delle principali Patologie Neurologiche

•Capire il significato della ricerca traslazionale e acquisire conoscenze necessarie per la stesura di progetti di ricerca in ambito riabilitativo.


Modulo: RIABILITAZIONE BASATA SULLE EVIDENZE
-------
Obiettivi del corso sono: conoscere i principi della metodologia EBM; saper utilizzare gli strumenti necessari ad acquisire le evidenze scientifiche, in particolare quelli per la ricerca e la valutazione delle evidenze; riflettere sull’applicazione dei risultati della ricerca nella pratica clinica.


Modulo: PROGRESSI NELLE SCIENZE RIABILITATIVE
-------
Acquisizione di conoscenze riguardanti alcune tra le più recenti procedure terapeutiche applicate in ambito riabilitativo.


Modulo: MODELLI APPLICATIVI ALL'ORGANIZZAZIONE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA
-------
Fornire allo studente i fondamenti dell’approccio psicosociale con particolare riferimento all’intervento riabilitativo, inserito nell’ambito di lavoro della psichiatria di comunità. Risultano quindi rilevanti: organizzazione dei servizi di salute mentale, la relazione terapeutica, prospettiva riabilitativa.
Obiettivi intermedi:
• Fornire nozioni avanzate sul contesto di riferimento, cioè sull'organizzazione dei servizi psichiatrici di comunità;
• Fornire approfondimenti sul ruolo della relazione operatore-paziente nel lavoro riabilitativo;
• Fornire gli estremi della teoria e dettagli operativi della tecnica della riabilitazione psicosociale sottolineandone la rilevanza euristica per completare la prospettiva clinica in psichiatria in particolare, ed in medicina, più in generale;
• Fornire elementi relativi alla valutazione dei risultati degli interventi in psichiatria con particolare riguardo alla riabilitazione;
• Fornire elementi riguardo la ricerca in psichiatria, con particolare riguardo alla riabilitazione;


Modulo: METODOLOGIA DELLA RICERCA TRASLAZIONALE
-------
- Capire il significato della ricerca traslazionale e acquisire conoscenze necessarie per la stesura di progetti di ricerca in ambito riabilitativo.

Programma

Modulo: PROGRESSI IN AMBITO DELLE NEUROSCIENZE
-------
Patologie infiammatorie del SNC
Patologie degenerative
Patologie infettive
Vasculiti
Patologie ischemiche
•Il ruolo della ricerca traslazionale in riabilitazione.
•Tipologie di studi clinici.
•I finanziamenti nazionali e internazionali per supportare la ricerca clinica.
•La stesura di progetti di ricerca.
•I comitati etici nazionali e internazionali
•Strategie di divulgazione dei risultati della ricerca scientifica.


Modulo: RIABILITAZIONE BASATA SULLE EVIDENZE
-------
1)Introduzione: definizione di EBM, EBP, EBHC, CG; architettura della ricerca clinica; anatomia dell’informazione biomedica. 2)Formulare il quesito di ricerca. 3)Ricercare le evidenze. 4)Valutare le evidenze: RCT, revisioni sistematiche, linee guida, CAT. 5)Applicare le evidenze: PDTA e barriere del cambiamento. 6)Vantaggi e limiti dell’EBP.


Modulo: PROGRESSI NELLE SCIENZE RIABILITATIVE
-------
Il corso tratterà di argomenti inerenti alcune tra le più recenti acquisizioni terapeutiche nel campo della riabilitazione neuromotoria tra cui l’integrazione tra trattamenti farmacologici e riabilitativi; tecniche di stimolazione cerebrale e prognosi del recupero funzionale.
Verranno trattati argomenti riguardanti il trattamento integrato (farmacologico + riabilitativo) della spasticità ed il processo decisionale alla base di questo tipo di approccio terapeutico.
Saranno quindi descritte alcune tra le principali tecniche di stimolazione cerebrale non invasiva (TMS e tDCS) ponendo l’accento sulle diverse modalità di stimolazione e sull’evidenza scientifica prodotta a questo proposito.
Sarà infine descritta l’importanza degli indici prognostici in riabilitazione neuromotoria ponendo particolare attenzione alle più recenti evidenze in ambito di recupero funzionale e disabilità.


Modulo: MODELLI APPLICATIVI ALL'ORGANIZZAZIONE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA
-------
Classi sociali e malattie mentali; Influenze dell’ambiente sulla sintomatologia e sul decorso delle malattie mentali; Psichiatria di comunità: principi, organizzazione, clinica;
Definizioni e contestualizzazione del servizio psichiatrico di comunità; terapia e riabilitazione;
Riabilitazione psicosociale: definizioni dell’OMS, l’International Classification of functioning, disability and health;
Teoria della riabilitazione: il modello psicosociale; diagnosi, progetto riabilitativo, valutazione dell’esito;
la pratica riabilitativa all’opera nel contesto della psichiatria di comunità; terapia e riabilitazione; le strutture della riabilitazione: centro diurno, strutture intermedie residenziali e semiresidenziali,
Organizzazione del lavoro terapeutico-riabilitativo nel dipartimento di salute mentale; le tecniche della riabilitazione psichiatrica;
Oltre la riabilitazione: verso la cittadinanza piena: Self-help psichiatrico. cooperativismo, reti integrate.


Modulo: METODOLOGIA DELLA RICERCA TRASLAZIONALE
-------
- Capire il significato della ricerca traslazionale e acquisire conoscenze necessarie per la stesura di progetti di ricerca in ambito riabilitativo.
- Individuare le diverse risorse disponibili per favorire la diffusione dell’Evidence Based Practice (EBP) nella pratica clinica.
- Riconoscere i diversi modelli disponibili per l’adozione dell’EBP.
- Riconoscere le componenti di un quesito clinico ben formulato ed essere in grado di inquadrare tale quesito
- Discernere tra ricerca sperimentale e non-sperimentale.
- Discutere il contesto storico che ha condotto alla creazione di diversi codici etici.
- Comprendere che gli eventuali conflitti tra etica ed esigenze di ricerca possono sollevare dei dilemmi etici.
- Individuare i tre principi etici principali enunciati nel Rapporto di Belmont e le relative implicazioni.
- Identificare le procedure di adesione ai principi etici.
- Valutare le dimensioni etiche di un report di ricerca sulla base di una sufficiente disponibilità di informazioni
- Descrivere il processo di elaborazione di un problema di ricerca.
- Individuare l’utilità e la struttura dello scopo e dei quesiti di ricerca per gli studi quantitativi.
- Descrivere la funzione e le caratteristiche delle ipotesi di ricerca e distinguere tra differenti tipologie di ipotesi (direzionale vs non direzionale, di ricerca vs nulla).
- Discutere le principali basi delle decisioni che riguardano il disegno di ricerca di uno studio quantitativo.
- Identificare e valutare metodi alternativi per il controllo delle variabili confondenti..
- Comprendere i vari rischi che possono compromettere la validità degli studi quantitativi.
- Valutare criticamente uno studio quantitativo nel suo disegno di ricerca e nei metodi.
- Distinguere tra campionamento probabilistico e non-probabilistico e confrontare i rispettivi vantaggi e svantaggi.
- Identificare e descrivere i diversi tipi di disegno di campionamento per gli studi quantitativi.
- Valutare l’adeguatezza del metodo di campionamento e delle dimensioni del campione utilizzati in uno studio.
- Discutere le dimensioni lungo le quali variano i metodi di raccolta dati.
- Descrivere le diverse modalità di raccolta dei dati di self-report (interviste/ questionari, scale composite).
- Descrivere i diversi metodi di raccolta, campionamento e registrazione dei dati osservazionali.
- Descrivere le caratteristiche e i vantaggi principali delle misure biofisiologiche
- Descrivere le principali caratteristiche della misura e identificare le principali fonti di errori di misura.
- Descrivere i concetti di attendibilità e di validità e specificare come questi possano essere valutati.
- Interpretare il significato delle informazioni relative all’attendibilità e alla validità.
- Descrivere la funzione e il significato dei concetti di sensibilità e specificità.
- Valutare la qualità di uno strumento di misura utilizzato in uno studio.
- Descrivere le caratteristiche delle distribuzioni di frequenza, comprendere e interpretare le varie statistiche descrittive.
- Descrivere la logica e le finalità dei test statistici e interpretare i valori di p.
- Specificare quando è appropriato l’utilizzo del test t, dell’analisi della varianza, del test chi-quadrato, dei coefficienti di correlazione e interpretare i risultati.
- Comprendere i risultati di semplici analisi statistiche descritte in un articolo di ricerca.

Modalità d'esame

Modulo: PROGRESSI IN AMBITO DELLE NEUROSCIENZE
-------
Esame orale e scritto.


Modulo: RIABILITAZIONE BASATA SULLE EVIDENZE
-------
Elaborato scritto ed eventuale colloquio orale.


Modulo: PROGRESSI NELLE SCIENZE RIABILITATIVE
-------
Esame scritto


Modulo: MODELLI APPLICATIVI ALL'ORGANIZZAZIONE DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA
-------
Scritto + colloquio orale


Modulo: METODOLOGIA DELLA RICERCA TRASLAZIONALE
-------
Esame orale e scritto.

Testi di riferimento
Autore Titolo Casa editrice Anno ISBN Note
Mosher L. R. e Burti L. Psichiatria territoriale: Una guida pratica. Torino: Centro Scientifico Editore 2002
Polit DF, Beck CT. Edizione italiana a cura di Palese A. Fondamenti di Ricerca Infermieristica (Edizione 2) McGraw-Hill Education 2018




© 2002 - 2019  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits