Laurea in Tecniche di laboratorio biomedico (Verona)
(abilitante alla professione sanitaria di tecnico di laboratorio biomedico) d.m. 270/04

Metodologie diagnostiche di biochimica e biologia molecolare - BIOLOGIA MOLECOLARE

Codice insegnamento
4S000351
Docente
Elisa Danese
crediti
2
Settore disciplinare
BIO/11 - BIOLOGIA MOLECOLARE
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
lez 3 anno 1 semestre TLB dal 1-ott-2015 al 27-nov-2015.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

lez 3 anno 1 semestre TLB

Per visualizzare l'orario delle lezioni, consultare* i documenti pubblicati nella sezione orario lezioni  

Obiettivi formativi

Il Corso si propone di far comprendere allo studente il ruolo dei test genetici nel percorso clinico del paziente e di fornire una visione aggiornata delle metodiche di biologia molecolare che trovano applicazione in ambito clinico.
Tutte le lezioni, tranne la prima introduttiva, saranno suddivise in una prima parte in cui verrà trattata la patologia o la problematica clinica, ed una seconda in cui verrà trattato l’approccio diagnostico di laboratorio (esami di primo, secondo e terzo livello). Nel corso delle lezioni saranno discusse anche le problematiche relative all’appropriatezza delle richieste, alla raccolta del campione biologico idoneo e alla scelta della metodica analitica adeguata al quesito ed al contesto clinico.

Programma

1) I test genetici: concetti di base:
•Definizione e classificazione dei test genetici
•La consulenza genetica ed il consenso informato
•Privacy e segreto professionale
•Appropriatezza prescrittiva e modalità di richiesta
•Refertazione,
•Fase preanalitica (prelievo-campioni biologici-tipo di campioni biologici)
•Controllo di qualità e valutazioni esterne di qualità in biologia molecolare clinica
•Conservazione dei campioni biologici
•Sensibilità e valore predittivo di un test genetico.

2) Fibrosi cistica ed infertilità maschile
I parte: Fibrosi cistica
•Definizione
•Epidemiologia
•Clinica
•Test di screening
•Test diagnostici di primo e secondo livello
•Appropriatezza prescrittiva
•Refertazione
•Problemi aperti

II parte. Infertilità maschile
•Definizione di infertilità
•Cause di infertilità
•Test genetici nel maschio infertile
•Sindrome di Klinefelter
•Microdelezione dell’Y
•CBAVD e fibrosi cistica
•Esami preliminari per la procreazione medico assistita

3) Le patologie mieloproliferative croniche
Definizioni, Clinica, Decorso, Prognosi, Meccanismi molecolari patogenetici, Diagnosi di laboratorio e test genetici per:
•Leucemia mieloide cronica,
•Policitemia vera,
•Trombocitemia essenziale
•Mielofibrosi idiopatica


4) Diagnostica prenatale
•Malattie genetiche e cromosomiche diagnosticabili in epoca prenatale
•Trisomie e aneuploidie. Malattie mendeliane
•Indicazioni alla diagnosi prenatale
•Metodiche di diagnosi prenatale
•Test predittivi
•Analisi citogenetiche: cariotipo, FISH
•Analisi molecolari: QF-PCR

5) Genetica del ritardo mentale
•Definizione di Ritardo Mentale
•Eziologia
•Patogenesi
•Approccio diagnostico
•Sindrome dell’X-fragile e Southern Blot
•Riarrangiamenti subtelomerici ed MLPA

6) Emocromatosi
•Definizione
•Classificazione
•Clinica
•Patogenesi
•Appropriatezza prescrittiva
•Analisi di primo, secondo e terzo livello
•Esempi di referti


7) La farmacogenetica tra ricerca e pratica clinica
•Introduzione sulla farmacogenetica
•La famiglia dei CYP450
•Geni e polimorfismi del CYP450
•Tecnologie emergenti per gli studi di farmacogenetica e farmacogenomica
•Esempi di applicazioni (warfarin, clopidogrel, tamoxifen, IL-28B)

Modalità d'esame

Esame orale

Opinione studenti frequentanti - 2015/2016






© 2002 - 2019  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits