Laurea in Infermieristica (Verona)
(abilitante alla professione sanitaria di infermiere) d.m. 270/04

Infermieristica clinica nella criticita' vitale [Matricole dispari] (2015/2016)

Codice insegnamento
4S000102
Crediti
8
Coordinatore
Domenico Girelli

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
INFERMIERISTICA CHIRURGICA SPECIALISTICA 1 MED/45-SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE INF. VR 3° anno 1° semestre Alessandro Lacanna
INTERVENTI DI EMERGENZA SANITARIA 1 MED/45-SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE INF. VR 3° anno 1° semestre Enrico Vallaperta
RIANIMAZIONE 2 MED/41-ANESTESIOLOGIA INF. VR 3° anno 1° semestre Leonardo Gottin
CHIRURGIA D'URGENZA 2 MED/18-CHIRURGIA GENERALE INF. VR 3° anno 1° semestre Giovanni de Manzoni
MEDICINA D'URGENZA 1 MED/09-MEDICINA INTERNA INF. VR 3° anno 1° semestre Domenico Girelli
INFERMIERISTICA IN AREA CRITICA 1 MED/45-SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE INF. VR 3° anno 1° semestre Stefano De Togni

Obiettivi formativi

Modulo: MEDICINA D'URGENZA
-------
L’insegnamento si propone di approfondire aspetti fisiopatologici, clinici e assistenziali di situazioni di urgenza/emergenza selezionate in base alla loro rilevanza epidemiologica e di esemplarità nei vari contesti (territorio, domicilio, ospedale); si focalizza sull’individuazione dei rischi e sulla complessità degli interventi e complicanze post interventi di elezione e sull’urgenza e complessità assistenziale del paziente identificando le priorità di intervento


Modulo: INTERVENTI DI EMERGENZA SANITARIA
-------
L’insegnamento si propone di approfondire aspetti fisiopatologici, clinici e assistenziali di situazioni di urgenza/emergenza selezionate in base alla loro rilevanza epidemiologica e di esemplarità nei vari contesti (territorio, domicilio, ospedale); si focalizza sull’individuazione dei rischi e sulla complessità degli interventi e complicanze post interventi di elezione e sull’urgenza e complessità assistenziale del paziente identificando le priorità di intervento


Modulo: INFERMIERISTICA IN AREA CRITICA
-------
L’insegnamento si propone di approfondire aspetti fisiopatologici, clinici e assistenziali di situazioni di urgenza/emergenza selezionate in base alla loro rilevanza epidemiologica e di esemplarità nei vari contesti (territorio, domicilio, ospedale); si focalizza sull’individuazione dei rischi e sulla complessità degli interventi e complicanze post interventi di elezione e sull’urgenza e complessità assistenziale del paziente identificando le priorità di intervento


Modulo: INFERMIERISTICA CHIRURGICA SPECIALISTICA
-------
L’insegnamento si propone di approfondire aspetti fisiopatologici, clinici e assistenziali di situazioni di urgenza/emergenza selezionate in base alla loro rilevanza epidemiologica e di esemplarità nei vari contesti (territorio, domicilio, ospedale); si focalizza sull’individuazione dei rischi e sulla complessità degli interventi e complicanze post interventi di elezione e sull’urgenza e complessità assistenziale del paziente identificando le priorità di intervento


Modulo: RIANIMAZIONE
-------
L’insegnamento si propone di approfondire aspetti fisiopatologici, clinici e assistenziali di situazioni di urgenza/emergenza selezionate in base alla loro rilevanza epidemiologica e di esemplarità nei vari contesti (territorio, domicilio, ospedale); si focalizza sull’individuazione dei rischi e sulla complessità degli interventi e complicanze post interventi di elezione e sull’urgenza e complessità assistenziale del paziente identificando le priorità di intervento


Modulo: CHIRURGIA D'URGENZA
-------
L’insegnamento si propone di approfondire aspetti fisiopatologici, clinici e assistenziali di situazioni di urgenza/emergenza selezionate in base alla loro rilevanza epidemiologica e di esemplarità nei vari contesti (territorio, domicilio, ospedale); si focalizza sull’individuazione dei rischi e sulla complessità degli interventi e complicanze post interventi di elezione e sull’urgenza e complessità assistenziale del paziente identificando le priorità di intervento

Programma

Modulo: MEDICINA D'URGENZA
-------
Approccio diagnostico e terapeutico al paziente con dolore toracico ed embolia polmonare
Approccio diagnostico terapeutico e alle seguenti situazioni di
instabilità clinica (analizzare approccio in acuto, diagnosi differenziale e loro trattamento a domicilio e indicatori che richiedono l’ospedalizzazione)
Edema polmonare acuto
Coma metabolico chetoacidosi
Intossicazioni


Modulo: INTERVENTI DI EMERGENZA SANITARIA
-------
Valutazione primaria e secondaria del paziente in emergenza
Triage: principi, criteri e codici per definire le priorità in emergenza
Approccio al paziente poli traumatizzato e triage: ABCDE con
particolare attenzione alla gestione vie aeree immobilizzazione e
trasporto
Valutazione emodinamica intensiva lettura interpretazione dei valori
Situazioni di primo intervento: per paziente ustionato, annegato, puntura di vipera o insetti, frattura esposta, sincope, crisi convulsiva
Indipendentemente dalla causa
Le ferite e le manovre di tamponamento dell’emorragia esterna
Principi del Sistema di Emergenza


Modulo: INFERMIERISTICA IN AREA CRITICA
-------
Indicatori di instabilità recupero della stabilità del paziente critico
La vigilanza e il monitoraggio del paziente con instabilità neurologica e cardio -respiratoria:
-Monitoraggio gestione funzione respiratoria: ventilazione meccanica
non invasiva (NIMV) e invasiva
Sorveglianza e risposta ai trattamenti e/v complessi
(amine,sorveglianza effetti attesi , controllo effetti indesiderati, interazioni. )
Indicatori di valutazione della funzione neurologica
Approccio nutrizionale al paziente critico
Assistenza al paziente con Tracheostomia: cura stoma e tecniche di comunicazione
Impatto della permanenza in ambiente di terapia intensiva e modalità per favorire l’adattamento del paziente e bisogni della famiglia
Modificazioni emodinamiche legate alle manovre di nursing
(posizionamento, cure igieniche)


Modulo: INFERMIERISTICA CHIRURGICA SPECIALISTICA
-------
Approccio assistenziale educativo e riabilitativo al paziente sottoposto a stereotomia e toracotomia
- neoplasia polmonare
- sostituzione di valvola
- B. Pass aorto coronarico
Approccio assistenziale educativo e riabilitativo al paziente sottoposto
ad intervento di sostituzione valvolare e Bay Pass Aorto Coronarico (visto che prevede stereotomia)
Gestione del drenaggio toracico
Gestione del paziente con emotrasfusione


Modulo: RIANIMAZIONE
-------
Approccio diagnostico e terapeutico al paziente con Shock settico, ipovolemico, cadiogeno, anafilattico neurogeno
Insufficienza respiratoria acuta, ARDS, alterazioni emogasanalitiche
(acidosi e alcalosi respiratoria e metabolica)
Coma post anossico strategie di trattamento con particolare attenzione
alla ipotermia terapeutica
Trauma cranico
Coma post traumatico


Modulo: CHIRURGIA D'URGENZA
-------
Approccio al paziente con dolore acuto addominale
Addome acuto:
- Infarto intestinale
- trauma addominale da rottura milza fegato
- pancreatite
- occlusione intestinale
Etiologia, approccio diagnostico e chirurgico al paziente con
- patologia esofagea con riferimento particolare alla neoplasia esofagea e complicanze
- patologia polmonare di natura oncologica e traumatica
lobectomia e pneumectomia
- Patologia pleurica di interesse chirurgico (empiema pleurico)
- Trauma toracico con pneumotorace ed emotorace
- Emorragie acute gastrointestinali

Modalità d'esame

Modulo: MEDICINA D'URGENZA
-------
esame scritto


Modulo: INTERVENTI DI EMERGENZA SANITARIA
-------
esame scritto


Modulo: INFERMIERISTICA IN AREA CRITICA
-------
esame scritto


Modulo: INFERMIERISTICA CHIRURGICA SPECIALISTICA
-------
esame scritto


Modulo: RIANIMAZIONE
-------
esame scritto


Modulo: CHIRURGIA D'URGENZA
-------
esame scritto





© 2002 - 2019  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits