Laurea in Scienze delle attività motorie e sportive - ordinamento dall'a.a. 2008/2009

Propedeutica chinesiologica e sportiva

Codice insegnamento
4S02427
Docente
Massimo Lanza
Coordinatore
Massimo Lanza
crediti
12
Settore disciplinare
M-EDF/02 - METODI E DIDATTICHE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE NN - -
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
I Semestre dal 1-ott-2012 al 25-gen-2013.

Orario lezioni

I Semestre

Per visualizzare l'orario delle lezioni, consultare* i documenti pubblicati nella sezione orario lezioni  

Obiettivi formativi

Lo scopo del corso è far acquisire a studentesse e studenti padronanza della natura, dei contenuti, dei linguaggi, degli strumenti di misura e degli scopi della ricerca nelle scienze motorie (chinesiologia). Si intende, inoltre, far acquisire loro consapevolezza dell’ampiezza e del significato della motricità nell’esperienza umana, orientarli allo studio delle diverse discipline che analizzano il movimento umano rendendone esplicite le connessioni con le attività fisiche e introdurli alle professioni delle scienze motorie.

Programma

Argomenti delle lezioni teoriche
A - Elementi di epistemologia delle scienze motorie
Definizioni
Il movimento nell'esperienza dell'essere umano;
Sfere di esperienza delle attività fisiche:
Il ruolo evolutivo del movimento umano: le “funzioni”
Interdipendenza tra le funzioni del movimento, le competenze cognitive ed il comportamento sociale;
Caratteristiche e ruolo del gioco, in particolare del gioco motorio, nell’esistenza dell’essere umano;
Elementi dei diversi approcci disciplinari alla comprensione del movimento umano;
Articolazioni disciplinari della chinesiologia e le competenze del chinesiologo;
Le fonti di formazione, ricerca ed aggiornamento dello studente e del chinesiologo;
Criteri di classificazione del movimento e delle attività motorie
Elementi di didattica del movimento: Scuole pedagogiche, modelli didattici, metodologie e tecnologie.
B – Elementi per la valutazione del movimento umano
Le fasi interne della valutazione
Criteri di validità delle misure
Strumenti di base per la misura del movimento e del comportamento motorio umano
Criteri per l'osservazione, la misura e la valutazione del movimento umano
C – Elementi per la comprensione delle attuali forme socializzate del movimento
L’evoluzione storica delle “forme culturali” del movimento;
La cultura del gioco: contenuti e sistemi di trasmissione;
Istituzioni, Enti e Società della pratica motoria e sportiva italiana;
Ambiti professionali del laureato in Scienze Motorie nella società italiana.
D – Elementi per una terminologia della pratica professionale
Definizioni e classificazioni delle capacità di movimento;
Terminologia della pratica motoria professionale: il corpo e il movimento individuale e collettivo.
Luoghi, strumenti e attrezzature della pratica motoria;

Argomenti delle esercitazioni di tirocinio interno diretto

Modulo di “Ginnastica Educativa”
Esercizi semplici e combinati a corpo libero di: Propriocezione, Schemi motori di base, Coordinazione spazio-temporale, oculo-manuale ed oculo-podalica
Esercizi semplici e combinati con piccoli attrezzi di: Propriocezione, Schemi motori di base, Coordinazione spazio-temporale, oculo-manuale ed oculo-podalica

Modulo di “Potenziamento muscolare”
Tecniche di esecuzione delle principali esercitazioni con macchine e pesi liberi
Modalità e tecniche di monitoraggio e valutazione della forza
Principali metodi di potenziamento muscolare con sovraccarichi

Modulo di “Mobilizzazione articolare”
Esercitazioni delle principali tecniche di prevenzione e di allungamento muscolare (stretching)
Modalità e tecniche di monitoraggio e valutazione della mobilità articolare
Principali modalità di proposta/ utilizzo delle esercitazioni di allungamento muscolare e mobilizzazione dinamica


Modulo di “Preacrobatica”
Elementi ed esercitazioni relative a:
spinte di gambe (rincorse, pre-salto, battuta in pedana e contatto con gli attrezzi saltelli e salti)
rotolamenti intorno all’asse trasversale;
rovesciamenti del corpo in appoggio;
Gli elementi saranno affrontati a corpo libero e, se e quando possibile, sui grandi attrezzi (cavallo, trampolino, parallele, trave).

Modulo di “Preatletica”
Esercitazioni introduttive alle specialità di corsa, salto e lancio
Concetti guida per l’osservazione e interpretazione del movimento nelle attività esemplificate

Modulo di “Tecniche di ginnastica su base musicale”
Elementi musicali : tempo, ritmo, battute al minuto
Tecniche di esecuzione dei principali passi base a corpo libero e con lo step
Principali tipologie stilistiche e coreografiche
Tecniche di monitoraggio e valutazione sul campo degli aspetti coordinativi e delle capacità fisiche

Modulo di “Alfabetizzazione nella ricerca bibliografica”
L’organizzazione del sistema bibliotecario dell’università di Verona.
Le modalità di accesso e fruizione delle monografie e del materiale elettronico a disposizione degli studenti.
Criteri di base per la ricerca bibliografica nell’ambito delle scienze motorie

Modalità d'esame

1. Accertamento della presenza (70%) e verifica del livello di idoneità nelle esercitazioni di tirocinio. L’idoneità deve intendersi come conoscenza operativa dei principi e delle regole delle diverse attività e padronanza nell’esecuzione dei principali schemi di movimento in funzione delle proprie capacità motorie.
2. Verifiche scritte in itinere relative ai moduli teorici e colloquio conclusivo. Prima della verbalizzazione dovrà essere approvato il diario delle esercitazioni. In carenza delle verifiche in itinere il colloquio costituirà prova d’esame complessiva.
3. Tutti gli accertamenti e le verifiche contribuiranno alla definizione della valutazione finale.

Materiale didattico

Documenti





© 2002 - 2020  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits