Laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e chirurgia

Patologia sistematica I (2012/2013)

Codice insegnamento
4S01150
Crediti
23
Coordinatore
Giovanni Pizzolo

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
GASTROENTEROLOGIA 3 MED/12-GASTROENTEROLOGIA Lezioni 1° semestre Luigi Benini
Luca Frulloni
Italo Vantini
DERMATOLOGIA E ANATOMIA PATOLOGICA I 5 MED/08-ANATOMIA PATOLOGICA,
MED/35-MALATTIE CUTANEE E VENEREE
Lezioni 1° semestre Marco Chilosi
Giampiero Girolomoni
EMATOLOGIA 3 MED/15-MALATTIE DEL SANGUE Lezioni 1° semestre Achille Ambrosetti
Giovanni Pizzolo
Giuseppe Todeschini
Fabrizio Vinante
REUMATOLOGIA 3 MED/16-REUMATOLOGIA Lezioni 1° semestre Silvano Adami
MALATTIE INFETTIVE 3 MED/17-MALATTIE INFETTIVE Lezioni 1° semestre Ercole Concia
DIDATTICA PRATICA DI EMATOLOGIA, GASTROENTEROLOGIA, MALATTIE INFETTIVE, REUMATOLOGIA, DERMATOLOGIA E TUTORIAL PROBLEM BASED LEARNING 6 NN-- Vedi pagina del modulo Vedi pagina del modulo

Obiettivi formativi

Modulo: GASTROENTEROLOGIA
-------
Lo studente dovrà conoscere le patologie gastro-enterologiche principali ed epidemiologicamente rilevanti nei loro aspetti fisiopatologici e nosologici. Dovrà sapere valorizzare gli elementi anamnestici ed obiettivi caratteristici e saper impostare l’iter diagnostico differenziale in relazione agli esami laboratoristici e strumentali. Lo studente dovrà conoscere inoltre gli indirizzi terapeutici di natura dietetica, farmacologica e chirurgica.


Modulo: MALATTIE INFETTIVE
-------
 Consentire agli studenti di acquisire la capacità di:
 Effettuare la diagnosi delle malattie infettive attraverso la corretta raccolta di un’anamnesi mirata e l’apprendimento delle tecniche diagnostiche microbiologiche e laboratoristiche;
 Conoscere le tecniche di esecuzione delle manovre di rachicentesi, toracentesi, paracentesi;
 Applicare nella pratica le conoscenze acquisite nel corso di microbiologia, imparando ad interpretare criticamente i referti riguardanti emocolture, coprocolture, urocolture, l’antibiogramma, i marcatori del virus dell’epatite B, il western blot per HCV e HIV, l’esame del liquor cerebrospinale;
 Riconoscere i quadri clinici delle principali malattie infettive;
 Conoscere i criteri di scelta e gli schemi da adottare nella terapia antimicrobica delle principali malattie infettive.

Modulo: EMATOLOGIA
-------
Il Corso si propone di fornire le linee guida fondamentali per la comprensione delle basi fisiopatologiche, della sistematica e dei percorsi diagnostici delle malattie ematologiche, al fine di trasmettere allo studente i capisaldi nozionistici e metodologici sui quali si articolano i giudizi e le decisioni del medico. Pertanto gli obiettivi del Corso possono essere dettagliati come segue:
- contribuire alla formazione di una cultura generale medico-biologica che consenta, sia nelle fasi successive del corso che nella futura pratica professionale, di assimilare nuove conoscenze e nuove esperienze;
- diagnosticare la patologia ematologia che è alla portata del medico pratico
- riconoscere o almeno sospettare e avviare tempestivamente allo specialista la patologia ematologica che esorbita dalle sue capacità di intervento.

Modulo: REUMATOLOGIA
-------
Reumatologia:
Conoscenza delle basi anatomo funzionali delle strutture articolari e muscolo scheletriche. Conoscenza della struttura e fisiologia dei tessuti connettivi, del tessuto osseo e del liquido sinoviale. Obiettività reumatologica elementare: analisi dei segni e dei sintomi. Conoscenza delle indagini di laboratorio utili in reumatologia. Classificazione a grandi linee delle malattie reumatiche. Conoscenza della epidemiologia, fisiopatologia, sintomatologia clinica, linee guida diagnostiche delle malattie reumatiche più frequenti. Conoscenza delle basi fisiopatologiche su cui si impostano le linee terapeutiche delle malattie reumatiche principali.


Modulo: DERMATOLOGIA E ANATOMIA PATOLOGICA I
-------
DERMATOLOGIA:
Il corso si propone di fornire agli studenti gli elementi basilari per l’approccio clinico al paziente con patologie dermatologiche e venereologiche attraverso l’apprendimento della metodologia clinica dermatologica, che include l’esecuzione di una corretta anamnesi (generale e dermatologica) e dell’esame obiettivo cutaneo, e la valutazione delle lesioni elementari cutanee. Verranno trattate (patogenesi, clinica, diagnosi e principi di terapia) soprattutto le patologie dermatologiche a più elevata prevalenza nella popolazione, e quindi comunemente osservate dal medico di famiglia, e le patologie cutanee severe e collegate a malattie sistemiche. Le patologie saranno affrontate partendo dai meccanismi fisiopatologici, in modo che si crei un collegamento con le nozioni sui meccanismi biologici appresi nei corsi precedenti. Inoltre, sarà illustrato un approccio diagnostico-terapeutico al paziente che tenga conto della dermatologia basata sulle evidenze scientifiche. Allo studente saranno inoltre fornite le indicazioni basilari per la diagnosi, profilassi e terapia delle principali malattie veneree.

DERMATOLOGIA: Obiettivi di attività professionalizzante
Alla fine del corso lo studente dovrà essere in grado di effettuare una corretta anamnesi ed esame obiettivo cutaneo, e dovrà avere sviluppato e maturato la capacità di operare una integrazione fra tutte le informazioni raccolte mediante l’anamnesi, l’esame obiettivo e le indagini clinico-strumentali, al fine di giungere ad un’interpretazione plausibile del quadro clinico ed alla formulazione di un’ipotesi diagnostica. Inoltre, dovrà essere in grado di impostare autonomamente un trattamento. Lo studente dovrà essere inoltre capace di valutare ed integrare le caratteristiche del quadro clinico dermatologico con lo stato generale del paziente attraverso un approccio multidisciplinare.

ANATOMIA PATOLOGICA
Capacità di orientarsi nella sistematica delle malattie che colpiscono gli organi e gli apparati compresi nel programma di Patologia Sistematica 1, utilizzando i più aggiornati criteri classificativi. Comprensione dei meccanismi che portano all’alterazione della struttura tessutale nelle principali reazioni infiammatorie e nelle lesioni neoplastiche, definendone (quando note) le basi molecolari patogenetiche.
Capacità di definire il ruolo dell’istopatologia nella diagnostica delle diverse malattie, individuandone l’appropriatezza e l’importanza relativa nell’iter diagnostico.

Programma

GASTROENTEROLOGIA
Malattie dell’esofago
Malattie dello stomaco e del duodeno
Ulcera peptica
Emorragie del tratto digestivo superiore ed inferiore
Maldigestione e malassorbimento
Malattie infiammatorie intestinali
Grosso intestino: poliposi e cancro; patologia funzionale; malattia diverticolare, diagnostica dai sintomi e fattori di rischioinfettiva
Stipsi
Diarree acute e croniche
Epatopatie acute e croniche; cirrosi epatica
Litiasi e altre patologie biliari
Patologia pancreatica


MALATTIE INFETTIVE
• Introduzione allo studio delle malattie infettive
• Epidemiologia, diagnosi, clinica e terapia dell’infezione da HIV, AIDS e principali infezioni opportunistiche correlate
• Infezioni delle alte e basse vie respiratorie: polmoniti, difterite, influenza, pertosse.
• Tubercolosi polmonare ed extrapolmonare
• Patologie infettive del viaggiatore internazionale
• Malattie esantematiche, parotite epidemica
• Sepsi, endocarditi
• Intossicazioni, tossinfezioni, gastroenteriti.
• Encefaliti, meningiti, rabbia
• Infezioni delle vie urinarie
• Complesso TORCH
• Epatiti virali
• Mononucleosi
• Infezioni ospedaliere
• Malattia di Lyme, leptospirosi
• Infezioni da rickettsie
• Malaria
• Brucellosi
• Tetano, botulismo
• Patologie da miceti: candidosi, aspergillosi

EMATOLOGIA
1. Regolazione dell’emopoiesi, proliferazione e differenziamento, emocateresi fisiologica.
2. Fisiopatologia e clinica delle anemie. Anemie iporigenerative e pancitopenie. Leucopenie e agranulocitosi.
3. Anemia da carenza di ferro e ricambio marziale. Anemie secondarie a malattie croniche.
4. Anemie macrocitiche megaloblastiche carenziali (folati e B12).
5. Anemie emolitiche congenite, emoglobinopatie e talassemie. Anemie immunoemolitiche acute e croniche.
6. Interpretazione dei principali dati relativi all’emostasi.
7. Coagulopatie congenite (emofilie, von Willebrand etc.). Coagulopatie acquisite e porpore.
8. Linfoadenomegalie. Splenomegalie.
9. Leucemia mieloide cronica.
10. Leucemia linfatica cronica.
11. Mieloma. Macroglobulinemia di Waldenstroem.
12. Linfoma di Hodgkin. Linfomi non-Hodgkin.
13. Leucemie acute. Mielodisplasie, sindromi preleucemiche.
14. Concetti e indicazioni del trapianto di midollo osseo.
15. Terapia trasfusionale e sue indicazioni.

REUMATOLOGIA
-------
Focalizzare gli elementi clinici che giustifichino l’intervento dello specialista Reumatologo. Saper distinguere a livello clinico l’osteoartrosi dalle artriti. Conoscere gli elementi di diagnosi differenziale tra l’artrite reumatoide e le spondiloartriti. Saper cogliere gli elementi clinici che possono far sospettare una malattia multisistemica reumatica con particolare riferimento alle connettiviti e vasculiti. Saper impostare un iter laboratoristico specifico per le malattie reumatiche. Saper interpretare i risultati dei principali esami di laboratorio di pertinenza reumatologica. Saper riconoscere le lesioni radiologiche elementari della patologia osteoarticolare.


DERMATOLOGIA E ANATOMIA PATOLOGICA I
-------
Programma d’esame

DERMATOLOGIA
Fondamenti di anatomia e fisiologia della cute, annessi e mucose visibili
Metodologia e semeiotica specialistica, lesioni cutanee elementari
Prurito
Malattie batteriche (erisipela, cellulite, foruncolo, impetigine, follicoliti, intertrigine da Gram-, scarlattina)
Malattie micotiche (dermatofitosi, pitiriasi versicolor, candidosi)
Malattie virali (herpes simplex, herpes zoster, varicella, malattie da HPV, mollusco contagioso, malattia mano-piedi-bocca)
Ectoparassitosi: scabbia, pediculosi, punture d’insetto
Acne, rosacea
Malattie eczematose (dermatite atopica, dermatiti da contatto, dermatite seborroica)
Orticaria e angioedema
Psoriasi
Malattie bollose autoimmuni (pemfigo, pemfigoidi, dermatite erpetiforme)
Malattie del connettivo (Lupus eritematoso, sclerodermia, dermatomiosite), vasculiti, eritema nodoso
Reazioni da farmaci comuni (esantemi, eritema fisso)
Reazioni da farmaci severe (PEAG, sindrome di Stevens-Johnson, Sindrome di Lyell)
Ulcere cutanee
Angiomi e malformazioni vascolari
Lesioni proliferative benigne (cheratosi seborroica, papillomi, fibromi)
Neoplasie epiteliali (cheratosi attinica, epitelioma spinocellulare, epitelioma basocellulare)
Sarcoma di Kaposi
Linfomi cutanei
Nevi e melanoma
Concetti generali di terapia dermatologica
VENEREOLOGIA
Epidemiologia e profilassi delle malattie sessualmente trasmesse
Sifilide: clinica, sierologia e terapia
Gonorrea ed uretriti non gonococciche
Infezioni da HPV a trasmissione sessuale
Herpes genitalis
Balanopostiti, vulvovaginiti
ANATOMIA PATOLOGICA:

Le basi embriologiche e patogenetiche delle malattie.
Principi di diagnostica istopatologica, utilità delle principali metodologie e strumenti diagnostici (morfologia, morfologia molecolare, patologia molecolare).
Il sistema linfatico ed emopoietico. Sistematica, patogenesi e diagnostica istopatologica dei linfomi e delle leucemie. Patologia del midollo osseo, anemie, forme mieloproliferative e mielodisplastiche. Immunodeficienze. Malattie reumatiche, autoimmuni, da ipersensibilità: sistematica, patogenesi e diagnostica. Le linfadeniti. Le malattie della milza. Patologia timica associazione con malattie del sistema immune. Le neoplasie linfoidi ed epiteliali del timo.
Le malattie cutanee infiammatorie e neoplastiche, sistematica e diagnostica istopatologica.
Le malattie infettive: ruolo dell’istopatologia.
Le malattie del polmone: forme ostruttive e forme restrittive. L’asma, le principali interstiziopatie, le malattie da ipersensibilità. Patologia neoplastica del polmone: classificazione, caratteristiche patologiche e diagnosi differenziale
Le malattie del tratto gastrointestinale: sistematica, patogenesi e diagnostica delle malattie dell’esofago, dello stomaco, dell’intestino, del fegato, del pancreas

Modalità d'esame

Esame scritto con domande a risposta multipla e successivo esame orale.





© 2002 - 2019  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits