Laurea in Ostetricia
(abilitante alla professione sanitaria di ostetrica/o) (verona)

Corso disattivato non visibile

Fisiopatologia della riproduzione umana e chirurgia pediatrica - Metodologia dell'assistenza ostetrica II

Codice insegnamento
4S01591
Docente
Anna Siciliano
crediti
0,5
Settore disciplinare
MED/47 - SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO-GINECOLOGICHE
Lingua di erogazione
Italiano
Sede
VERONA
Periodo
2° anno 1° semestre dal 20-nov-2006 al 22-dic-2006.

Per visualizzare la struttura dell'insegnamento a cui questo modulo appartiene, consultare * organizzazione dell'insegnamento

Orario lezioni

2° anno 1° semestre

Per visualizzare l'orario delle lezioni, consultare* i documenti pubblicati nella sezione orario lezioni  

Obiettivi formativi

La fisiologia globale della gravidanza parto puerperio, non solo come modificazioni fisiche e neuroendocrine, ma anche da un punto di vista relazionale. Le competenze di un’ostetrica conduttrice di un gruppo di donne, accompagnandole in un percorso di salute e benessere, verso la propria esperienza di maternità.

Programma

costituzione di un gruppo
perché serve prepararsi alla nascita?
Come il vissuto personale influenza l’esperienza lavorativa
Obbiettivi dei corsi
Storia della preparazione al parto
Metodologie varie
Criteri per la programmazione di un corso
Scelta dell’ambiente dei tempi, degli orari e del numero di partecipanti
Parte informativa, quali argomenti e perché
Il ruolo della conduttrice del corso
Il gruppo come contenitore d’ansia
Criteri per un approccio corretto al lavoro corporeo
Rilassamento respirazione e movimento
Adattamento fisico alla gravidanza
Il vissuto della donna
I condizionamenti culturali e i pregiudizi
Competenze e vissuti del bambino in utero
Come favorire il legame prenatale
Lavoro corporeo mirante alla comunicazione con il bambino in utero
Visualizzazioni
Il cambiamento del ruolo maschile
La relazione uomo donna durante la gravidanza
La partecipazione dell’uomo al parto
L’ostetrica di fronte all’uomo padre
Lavoro: esercizi di coppia

La gravidanza presso il termine:contrazioni controlli soggettivi e strumentali
Concetto di parto naturale attivo, fisiologico
Come parlare di travaglio
Influenza del movimento delle posizioni verticali sul decorso del travaglio e sul benessere fetale
Fase prodromica e dilatante
Sessualità del parto, importanza dell’ambiente
Sostegno emotivo del parto
Il dolore: funzione, atteggiamento prevalente, aspettative per il parto
Come affrontare il dolore, ridurlo o eliminarlo
Esperienze personali dell’ostetrica
Lavoro corporeo: tecniche per la riduzione del dolore. Posizioni, la respirazione nelle varie fasi del travaglio di parto, massaggio ed uso della voce come aiutare la donna nella scelta del luogo di parto
Periodo espulsivo e tempi
Come la donna può aiutarsi a correggere le deviazioni della fisiologia
La separazione
La paura e il senso di morte
L’emotività degli operatori in sala parto
La presenza del compagno in sala parto
Lavoro corporeo: preparazione del bacino e lavoro sul perineo
Come parlare di anomalie di situazione, posizione di Kristeller, d’induzione, episiotomia
Quando succede l’imprevisto malformazione e patologia
Lavoro corporeo
Esperienze della donna nell’immediato post partum
Relazione di coppia sessualità e contraccezione
Come favorire il rpimo incontro
Come favorire la relazione padre bambino
Allattamento
Ritmi ospedalieri e del neonato
Importanza di sostenere la donna che allatta
Piccoli problemi ingorgo e ragadi
Quando sospendere l’allattamento
I racconti della donna sul parto
Le problematiche urgenti (baby blues)
Creare gruppi madre e bambino
Lavoro corporeo: chiusura del perineo

Modalità d'esame

Esame orale.

Materiale didattico

Documenti





© 2002 - 2020  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits