Laurea in Tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro
(abilitante alla professione sanitaria di tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro)

Corso disattivato non visibile

Scienze sanitarie (2006/2007)

Codice insegnamento
4S01825
Crediti
6
Coordinatore
Albino Poli

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
Medicina del lavoro (patologie professionali) 2 MED/44-MEDICINA DEL LAVORO lezione 2°anno 2°semestre Andrea Princivalle
Igiene generale e applicata (epidemiologia, malattie infettive e cron. deg.) 2 MED/42-IGIENE GENERALE E APPLICATA lezione 2°anno 2°semestre Albino Poli
Medicina legale 2 MED/43-MEDICINA LEGALE lezione 2°anno 2°semestre Marina Bacciconi

Obiettivi formativi

Modulo: Igiene generale e applicata (epidemiologia, malattie infettive e cron. deg.)
-------
Fornire le modalità di comparsa e gli interventi di prevenzione delle malattie infettive e cronico-degenerative che possono essere acquisite nell’ambiente sia abitativo che lavorativo/professionale. Fornire le informazioni relative al ruolo dei tecnici della prevenzione in ambito di prevenzione primaria e secondaria

Medicina legale
-------
la conoscenza delle “regole del gioco” è fatto imprescindibile.


Modulo: Medicina del lavoro (patologie professionali)
-------
Gli obiettivi formativi generali del corso sono centrati sui principi, sui metodi, sugli strumenti e sulle funzioni della prevenzione primaria, secondaria e terziaria. In tale ambito vengono sviluppate tematiche professionalizzanti proprie della Medicina del Lavoro: diagnostica delle patologie professionali, monitoraggio ambientale e biologico dei rischi professionali.

Programma

Modulo: Igiene generale e applicata (epidemiologia, malattie infettive e cron. deg.)
-------
• Modelli di comparsa delle malattie
• Profilassi delle malattie infettive: sulla sorgente, sulle modalità di trasmissione, sull’ospite
. Prevenzione primaria
• Prevenzione secondaria
• Ruolo dall’ambiente nella prevenzione


Modulo: Medicina legale
-------
Capacità di intendere e volere e imputabilità (sotto il profilo generale -in riferimento anche alla dichiarazione di Helsinki del 1964 e di Tokyo del 1975- e in relazione a particolari situazioni e condizioni). Interdizione e inabilitazione.
Consenso all’atto sanitario nei suoi vari aspetti.
Segreto professionale: caratteristiche, contenuti e previsioni di violazione, anche alla luce della legge così detta “sulla privacy” (l.n°675/’96).
Referto all’Autorità Giudiziaria e Denuncia.
Trattamenti sanitari volontari e obbligatori con particolare legame ai trattamenti di malati mentali (l. n°180/’78 e l. n°833/’78), a quanto disposto dalla legge sull’interruzione volontaria della gravidanza (l.n°194/’78) e da quella sulla parità tra i sessi (l.n°903/’77).


Modulo: Medicina del lavoro (patologie professionali)
-------
-Evoluzione storica della Medicina del Lavoro - Polveri e patologie ad esse correlate - Fibre e patologie ad esse correlate - Malattie allergiche professionali - Il lavoro in turno -Valori limite degli inquinanti chimici negli ambienti di lavoro. - Il rumore e le patologie derivate - Elementi e metalli: Tossicologia del piombo e del mercurio. - Carcinogenesi professionale

Modalità d'esame

Modulo: Igiene generale e applicata (epidemiologia, malattie infettive e cron. deg.)
-------
Scritto con discussione orale


Modulo: Medicina legale
-------
Esame orale o scritto, a scelta del singolo studente.


Modulo: Medicina del lavoro (patologie professionali)
-------
Prova scritta a quiz basata sui contenuti didattici del corso con discussione finale





© 2002 - 2019  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits