Laurea in Tecniche di Laboratorio biomedico
(abilitante alla professione sanitaria di tecnico di laboratorio biomedico) (verona)

Corso disattivato non visibile

Tecniche diagnostiche di citopatologia ed istopatologia (2006/2007)

Codice insegnamento
4S01734
Crediti
5

L'insegnamento è organizzato come segue:
Modulo Crediti Settore disciplinare Periodo Docenti
Elementi di istopatologia 1 MED/08-ANATOMIA PATOLOGICA lezione 3°anno 2°semestre Antonio Iannucci
Colpocitologia 1 MED/08-ANATOMIA PATOLOGICA lezione 3°anno 2°semestre Romano Colombari
Tecniche di indagine citologica ed ultrastrutturale 1 MED/08-ANATOMIA PATOLOGICA lezione 3°anno 2°semestre Erminia Manfrin
Tecniche di prelievo colpocitologico 1 MED/40-GINECOLOGIA E OSTETRICIA lezione 3°anno 2°semestre Paolo Cattani
Esercitazioni in tecniche colpocitologiche 1 MED/08-ANATOMIA PATOLOGICA lezione 3°anno 2°semestre Marina Foroni

Obiettivi formativi

Modulo: Colpocitologia
-------
Lo studente dovrà essere in grado di comprendere le modificazioni citologiche che si osservano nelle lesioni pre-neoplastiche del carcinoma della cervice uterina.


Modulo: Tecniche di prelievo colpocitologico
-------
Lo studente alla fine del percorso formativo deve aver raggiunto un adeguato livello conoscitivo dei principi teorici ed applicativi delle tecniche riguardanti il prelievo cervico-vaginale e il prelievo endometriale. Deve essere inoltre a conoscenza della strumentazione e della tecnica per l’esecuzione della colposcopia , conoscendo le principali immagini e le correlazioni con la citologia. Dovrà conoscere le principali infezioni vulvo-vaginali indicative l’utilità di un’indagine microscopica.


Modulo: Esercitazioni in tecniche colpocitologiche
-------
Fornire allo studente gli strumenti conoscitivi necessari per lo svolgimento del ruolo del Tecnico di Laboratorio Biomedico nella gestione e lettura del Pap-Test e nella valutazione della qualità dello screening del carcinoma della cervice uterina.


Modulo: Elementi di istopatologia
-------
Indicare allo studente i principi basilari dell’istopatologia al fine soprattutto di fornire il linguaggio di base comune con il patologo e per esercitare il controllo dei preparati istologici.
Il corso si basa sulla esemplificazione dei principi di base della patologia generale applicata al materiale di più comune osservazione suddividendo i vari argomenti in una parte teorica e in una pratica in cui verranno presentati casi di osservazione comune. Nel corso di queste esemplificazioni verranno di volta in volta sottolineati gli aspetti più critici del processo tecnico e le metodiche più utili al fine di una migliore interpretazione diagnostica


Modulo: Tecniche di indagine citologica ed ultrastrutturale
-------
Acquisizione dei principi generali di applicazione delle metodiche di indagine citologica.

Programma

Modulo: Colpocitologia
-------
• Introduzione storica
• Terminologia anatomo-clinica applicata alla diagnostica della cervice uterina
• Anatomia microscopica della portio
• Pap-test: metodologie e significato di indagine predittiva
• Dallo “striscio” alla citologia in fase liquida
• Metodiche di indagine diagnostica invasiva del collo uterino
• Sistema Bethesda
• Il pap-test normale
• Infiammazioni specifiche
• Infezione da virus HPV e displasia
• Il carcinoma squamoso microinvasivo ed occulto del collo uterino
• Tumori epiteliali maligni del collo uterino


Modulo: Tecniche di prelievo colpocitologico
-------
• Il Pap test
- epidemiologia, eziologia e storia naturale del carcinoma della cervice uterina.
- prerequisiti e scopi di un programma di screening.
- indicazioni e scopi della procedura
- sede del prelievo
- tipi di spatola
- distribuzione dello striscio sul vetrino
- fissaggio
- identificazione ed etichettatura
- scheda di registrazione e modulo di richiesta dell’es. citologico
- elementi cellulari negli strisci cervico-vaginali normali
- il “Bethesda System”
- strisci insoddisfacenti
- strisci anomali, strisci particolari: menopausa, donne isterectomizzate, gravidanza
- i falsi negativi ed i falsi positivi

• Il prelievo endometriale
- epidemiologia e patogenesi del carcinoma dell’endometrio
- strumentazione
- metodica d’esecuzione
- indicazioni, scopi e limiti della procedura

• Citodiagnosi ormonale

• La colposcopia
- il colposcopio
- altra strumentazione e tecnica d’esecuzione
- test con acido acetico
- test di Schiller
- tecnica della soluzione fisiologica
- immagini colposcopiche elementari
- classificazione colposcopica
- refertazione e rappresentazione grafica
- correlazione tra citologia e colposcopia
- colposcopia e gravidanza
- infezione da HPV
- linee guida della Società Italiana di Ginecologia ed Ostetricia

• La microcolpoisteroscopia

• Indagine microscopica nelle infezioni vulvo-vaginali
- indicazione all’esame
- approccio metodologico
- modalità di prelievo
- valutazione del pH
- “fishy odor test”
- allestimento del preparato “a fresco”
- allestimento del preparato per la colorazione di Gram
- esame microscopico dei preparati “a fresco”
- esame microscopico dei preparati dopo colorazione di Gram


Modulo: Esercitazioni in tecniche colpocitologiche
-------
Origini e studio della colpocitologia. Stato di adeguatezza del campione citologico cervico-vaginale. Classificazione delle infezioni microbiologiche e caratteristiche visibili al microscopio ottico. Processi riparativi e reattivi sia su cellule epiteliali che su cellule ghiandolari. L’adenocarcinoma: sede di origine e caratteristiche citologiche.


Modulo: Elementi di istopatologia
-------
Introduzione all’Anatomia Patologica
Le risposte della cellula al danno
Aterosclerosi
Trombosi ed embolia
Infarto
Infiammazione acuta, guarigione e riparazione
Infiammazione granulomatosa
Iperplasia ipertrofia metaplasia e displasia
Patologia neoplastica
Cenni di classificazione delle neoplasie
Stadiazione e grading


Modulo: Tecniche di indagine citologica ed ultrastrutturale
-------
Tecniche di preparazione citologica
I materiali d’uso per l’espletamento di un’indagine citologica
I liquidi fissativi
Le colorazioni citologiche standard e le speciali
Allestimento del preparato citologico per microscopia ottica: dall’identificazione al prodotto finito
Le tecniche ancillari in citologia diagnostica
Prelievo ed allestimento dei campioni
La fissazione e la colorazione
Valutazione della qualità degli strisci, gli artefatti tecnici e le possibili soluzioni
Tecniche di prelievo citologico: la citologia esfoliativa e la citologia abrasiva.
Citologia agoaspirativa
Agoaspirati di organi superficiali e profondi

Cenni di applicazioni pratiche delle tecniche citologiche alla fitopatologia
Esemplificazione attraverso casi clinici

Principi di microscopia a contrasto di fase e di microscopia ultrastrutturale
Cenni di metodologia
Applicazioni diagnostiche

Modalità d'esame

Modulo: Colpocitologia
-------
Esame orale in data concordata con i Colleghi del corso integrato in modo da costituire adeguata commissione


Modulo: Tecniche di prelievo colpocitologico
-------
Prova orale, in contemporanea con gli altri Docenti del Corso integrato.


Modulo: Esercitazioni in tecniche colpocitologiche
-------
Prova orale, in contemporanea con gli altri Docenti del Corso integrato.


Modulo: Elementi di istopatologia
-------
Esame orale.


Modulo: Tecniche di indagine citologica ed ultrastrutturale
-------
Esame orale.





© 2002 - 2020  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits