Laurea specialistica in Medicina e Chirurgia ord. fino al 2004/2005 (ciclo unico)

Corso disattivato

Medicina interna

Codice insegnamento
4S01151
Docenti
Roberto Corrocher, Giampaolo Angelini, Vincenzo Di Francesco, Giancarlo Falezza, Giovanna Fattovich, Vincenzo Lo Cascio, Oliviero Olivieri
Coordinatore
Roberto Corrocher
crediti
11
Lingua di erogazione
Italiano
Periodo
1° semestre, 2° semestre

Orario lezioni

1° semestre

Per visualizzare l'orario delle lezioni, consultare* i documenti pubblicati nella sezione orario lezioni  

2° semestre

Per visualizzare l'orario delle lezioni, consultare* i documenti pubblicati nella sezione orario lezioni  

Obiettivi formativi

L’obiettivo dell’insegnamento è quello di rendere lo studente in grado di condurre correttamente un approccio clinico-diagnostico nei confronti di alcune sindromi di più rilevante peso nella pratica clinica, sia dal punto di vista epidemiologico che clinico e terapeutico, utilizzando le antecedenti conoscenze relative alla fisiopatologia generale e alle patologie dei vari sistemi. L’obiettivo principale è di sviluppare la capacità di impiego razionale ed in un contesto realistico di antecedenti conoscenze acquisite in modo sistematico. L’apprendimento trae spunto molto spesso dalla proposizione di un breve caso clinico emblematico, ma sufficientemente problematico e multidisciplinare, dalla sua analisi critica, dalla formazione guidata di ipotesi clinico-diagnostiche anche su base fisiopatologia e dalla costruzione di percorsi diagnostici e diagnostico-differenziali. I criteri di riferimento sono quelli della “evidence based medicine”, di eventuali linee-guida e, ove possibile, di protocolli diagnostici

Programma

Lo studente dovrà essere in grado di riconoscere le manifestazioni cliniche, di considerare e scegliere le procedure diagnostiche più idonee sulla base della “evidence based medicine”, tenendo anche conto del loro valore diagnostico e del rapporto costo-rischio/beneficio di ogni procedura. Lo studente dovrà saper programmare dei percorsi diagnostici razionali nei confronti di situazioni emblematiche ed, inoltre, rilevare fattori di rischio, quadri clinici, elementi di gravità ed urgenza nelle sindromi considerate nel corso e produrre un giudizio prognostico di massima.
Tali abilità professionali sono rivolte alle seguenti grandi sindromi, di più frequente riscontro, orientate alla gestione del paziente con:
1) patologia e problemi alcool-correlati;
2) sindrome dispeptica;
3) stipsi e sindrome dell’intestino irritabile;
4) sindromi da malassorbimento;
5) sindromi malnutrizionali;
6) sindromi da disfunzione tiroidea;
7) anemie;
8) sindrome dolorosa addominale cronica;
9) dolore toracico di natura da definirsi;
10) sindrome coronarica acuta (angina, infarto);
11) sindromi trombofiliche ed embolia polmonare;
12) sindrome plurimetabolica e diabete;
13) ipertensione arteriosa essenziale ed ipertensioni secondarie;
14) scompenso cardiaco;
15) sincope e sindromi ipotensive;
16) shock;
17) insufficienza respiratoria cronica;
18) sindromi da disidratazione;
19) principali alterazioni dell’equilibrio acido-base (acidosi ed alcalosi, metaboliche e respiratorie) di interesse internistico;
20) comi metabolici;
21) insufficienza renale acuta;
22) epatite cronica;
23) cirrosi epatica;
24) emorragie digestive da cause internistiche;
25) sindromi itteriche;
26) principali sindromi di interesse reumatologico;
27) nutrizione clinica;
28) febbre di origine ignota,
29) caratteristiche generali delle principali sindromi endocrine: iper ed ipotiroidismo, iper ed ipocorticosurrenalismo

Modalità d'esame

Scritto: quiz a scelta multipla, griglie di pertinenza, con discussione collegiale o individuali delle risposte date dagli studenti

Materiale didattico

Documenti





© 2002 - 2019  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits