Master in Revisione e riconciliazione delle terapie farmacologiche (II livello)

Presentazione

La politerapia farmacologica è un fenomeno ampiamente diffuso, in particolare nei pazienti anziani con polipatologie. L’ultimo rapporto dell’AIFA sull’uso dei farmaci in Italia stima che il 22% della popolazione di età superiore ai 65 anni assume 10 o più farmaci. Le conseguenze della politerapia, soprattutto se inappropriata, sono ben note e documentate in letteratura con un aumento esponenziale delle interazioni e delle reazioni avverse da farmaci. Negli ultimi anni il Ministero della Salute, l’AIFA e diverse regioni, in particolare il Veneto e l’Emilia Romagna, si sono impegnate nel promuovere strumenti e modelli organizzativi per l’attività di revisione e riconciliazione delle terapie farmacologiche in diversi contesti di cura. Attività che necessita, tuttavia, di competenze specifiche post-universitarie. Da qui la proposta del Master che ha come suoi obiettivi formativi:
• Conoscere le caratteristiche cliniche, l’epidemiologia e i fattori di rischio delle principali patologie croniche;
• Conoscere i farmaci più utilizzati nelle malattie croniche con particolare riferimento alle indicazioni terapeutiche, alle reazioni avverse, alle modalità d’utilizzo, alle controindicazioni e alle precauzioni d’uso;
• Conoscere le interazioni tra farmaci con esito clinico negativo e i fattori favorenti la loro comparsa;
• Conoscere le metodologie per il riconoscimento e lo studio delle reazioni avverse e delle interazioni tra farmaci;
• Conoscere la realtà organizzativa e le problematiche delle Residenze Sanitarie Assistenziali, delle Case di Ricovero e Cura, dei reparti di Geriatria, Lungodegenza e Medicina interna e nella Farmacia dei Servizi;
• Elaborare e utilizzare metodiche adeguate alla ricognizione delle terapie in atto nei pazienti con patologie croniche in relazione ai diversi contesti di cura;
• Individuare le terapie inappropriate tenendo in considerazione le caratteristiche individuali dei pazienti e i profili beneficio/rischio dei farmaci;
• Saper utilizzare strumenti adatti a supporto della riconciliazione e revisione delle terapie farmacologiche;
• Acquisire capacità relazionali e comunicative nei confronti dei vari soggetti coinvolti nella prescrizione, somministrazione e monitoraggio delle terapie farmacologiche;
• Saper documentare e misurare l'impatto della riconciliazione e revisione della terapia nei diversi contesti assistenziali.

PROFILI E SBOCCHI OCCUPAZIONALI DELLA FIGURA PROFESSIONALE
 
Il Master è rivolto a medici, farmacisti o infermieri caposala presso Residenze Sanitarie Assistenziali, Case di Ricovero e Cura, Direzioni Sanitarie Ospedaliere, Direzioni Mediche di Aziende Farmaceutiche; Uffici Qualità Aziendali del settore pubblico e privato sanitario; farmacisti presso Farmacie di Servizio territoriali, Farmacie Ospedaliere, Settori Farmaceutici delle Aziende Sanitarie Locali.


Scheda del corso

Durata
1 anni
Classe di appartenenza
MASTER - Classe per i Master (ateneo)
Organo di controllo
Comitato Scientifico del Master in Revisione e riconciliazione delle terapie farmacologiche
Tipo
Master
Gestione didattica e studenti
Unità operativa
Sede
VERONA
Dipartimento di riferimento
Diagnostica e Sanità Pubblica
Macro area
Scienze della Vita e della Salute
Area disciplinare
Medicina e Chirurgia






© 2002 - 2019  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits