Laurea in Fisioterapia (Verona)
(abilitante alla professione sanitaria di fisioterapista) d.m. 270/04

Presentazione

CARATTERISTICHE E FINALITA' 
Il corso offre una preparazione di base finalizzata a fornire conoscenze essenziali biologiche, biomediche, chinesiologiche-biomeccaniche, neurofisiologiche, cognitive, igienico-preventive di base, quali fondamenti della disciplina e metodologia professionale; competenze necessarie nella riabilitazione delle alterazioni funzionali motorie, cognitive, viscerali, conseguenti a patologie di varia natura dell'adulto e del bambino; capacità di lavorare in team e in contesti organizzativi complessi e di documentare il proprio operato; competenze metodologiche di ricerca scientifica secondo un approccio evidence based, ed elementi di gestione e management nei contesti di lavoro.
Il laureato sarà in grado di instaurare una relazione professionale con la persona assistita, con i familiari, i caregiver e il team multiprofessionale; di eseguire una valutazione funzionale; di individuare i problemi fisioterapici; di pianificare ed eseguire il trattamento.
Queste competenze saranno raggiunte attraverso lo studio delle discipline di base, caratterizzanti e specialistiche, dei principi legali, bioetici e deontologici dell'esercizio professionale, e delle metodologie avanzate in fisioterapie e introduzione alla ricerca.
Il corso prevede attività di laboratorio ed esercitazioni in contesto simulato con 1500 ore (60 CFU) di tirocinio, da svolgersi nel triennio, in sedi accreditate.

AMBITI LAVORATIVI
Il corso mira a formare professionisti competenti nell'ambito sociosanitario. Le competenze che si vogliono sviluppare sottendono in generale una metodologia di approccio globale alla persona e alle problematiche di salute nelle diverse età della vita.
Possibili sbocchi lavorativi sono presso servizi di fisioterapia e riabilitazione nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale e Regionale, in strutture private accreditate e convenzionate, in Residenze Sanitarie Assistenziali, Hospice, in ambulatori medici e/o ambulatori polispecialistici, in Pronto Soccorso e nelle farmacie, associazioni e società sportive nelle varie tipologie, cooperative di servizi, organizzazioni non governative (ONG), servizi di prevenzione pubblici o privati, stabilimenti termali e centri benessere, borsista o assegnista presso centri di ricerca o in regime di libera professione. 

DALLA SCUOLA ALL'UNIVERSITA'
Il corso di Laurea in Fisioterapia è a numero programmato, è richiesta un'adeguata preparazione iniziale (saperi minimi) nell'ambito della biologia, fisica, e matematica.

Per informazioni complete e aggiornate su obiettivi, attività, servizi, risorse e risultati della formazione è possibile consultare la Scheda Unica Annuale (SUA-CdS).

Il Coordinatore della Didattica Professionale è la Dott.ssa Cristina Scumà.
Tutorato in itinere
Durante l'esperienza di tirocinio la supervisione dello studente è garantita da un sistema di tutorato articolato su 2 o 3 livelli e, di norma, assunto da operatori dello stesso profilo professionale degli studenti:
Tutor professionale con competenze avanzate sia pedagogiche che professionali; collabora all'organizzazione e gestione dei tirocini, alla progettazione e conduzione di laboratori di formazione professionale. Seleziona le opportunità formative, integra l'esperienza pratica con la teoria appresa, presidia in particolare le prime fasi di apprendimento di un intervento o di una competenza. Si occupa dei processi di apprendimento degli studenti in difficoltà, facilita i processi di valutazione dell'apprendimento in tirocinio e tiene i rapporti con le sedi di tirocinio. I Tutor Professionali sono scelti in accordo con le strutture sanitarie presso cui si svolge l'attività formativa e assegnati con incarichi triennali alla struttura didattica.
Guida di Tirocinio/tutor clinico è l'operatore che guida lo studente nella sede di tirocinio mentre svolge le sue normali attività lavorative. E' garante della sicurezza dello studente e degli utenti, vigila affinché gli utenti ricevano una prestazione di qualità anche quando essa venga delegata agli studenti, si assicura che gli stessi siano informati e diano il loro consenso ad essere assistiti da uno studente.
Al termine di ciascun anno di corso viene effettuata una valutazione certificativa per accertare i livelli raggiunti dallo studente nello sviluppo delle competenze professionali attese.


Dati statistici del corso di studi su opinione degli studenti, carriera universitaria e sbocchi occupazionali

Scheda del corso

Durata
3 anni
Classe di appartenenza
L/SNT2 - Classe delle lauree in professioni sanitarie della riabilitazione
Organo di controllo
Collegio Didattico del Corso di Laurea in Fisioterapia
Referente
Nicola Smania
Informazioni
U.O. Didattica Medicina - Segreteria dei Corsi di studio delle Professioni Sanitarie - Sede di Verona
Tipo
Corsi di laurea in professioni sanitarie della riabilitazione
Gestione didattica e studenti
Unità operativa Didattica e Studenti Medicina
Sede
VERONA
Altre sedi
Vicenza, Rovereto
Obiettivi formativi
L'obiettivo principale del CdS in Fisioterapia è formare la figura professionale del Fisioterapista, cui competono le attribuzioni previste dal D.M. del Ministero della sanità 14 settembre 1994, n. 741 e successive modificazioni ed integrazioni. Gli obiettivi formativi specifici sono raggiunti attraverso un apprendimento teorico e pratico nelle discipline fondanti gli ambiti culturali internazionali (Core Curriculum del Fisioterapista, v. 2008 e succ. modif. e integraz.). Obiettivi 1° anno Acquisire conoscenze essenziali nell'ambito delle scienze biologiche, biomediche, chinesiologiche/biomeccaniche, neurofisiologiche, cognitive, igienico-preventive di base quali fondamenti della disciplina e della metodologia professionale. Tali conoscenze sono inoltre requisiti fondamentali per affrontare le esperienze di tirocinio finalizzate all'orientamento dello studente agli ambiti professionali di riferimento e all'acquisizione delle competenze di base. Obiettivi 2° anno Acquisire conoscenze relative alle disfunzioni motorie, cognitive e funzionali nell'ambito della patologia ortopedica e neurologica dell'adulto. Tali conoscenze sono requisiti fondamentali per affrontare le esperienze di tirocinio e per acquisire le relative competenze professionali nei contesti clinici. Acquisire competenze metodologiche di ricerca scientifica anche a supporto di elaborazione della tesi ricercando le migliori evidenze disponibili in letteratura per confrontarsi con una comunità professionale di riferimento allo scopo di acquisire la "miglior pratica possibile". Obiettivi 3° anno Acquisire conoscenze relative all'approfondimento specialistico ma anche all'acquisizione di conoscenze e metodologie inerenti l'esercizio professionale, la capacità di lavorare in team e in contesti organizzativi complessi. Tali requisiti sono essenziali per affrontare le esperienze di tirocinio con una graduale assunzione di autonomia e responsabilità sotto la supervisione di esperti (nei vari settori specialistici neurologia, ortopedia e traumatologia, cardiovascolare, area critica, oncologia, infettivologia, pneumologia, area materno-infantile, ecc.). Acquisire elementi di gestione e management utili allo sviluppo professionale nei contesti di lavoro. Le conoscenze teoriche e pratiche in questi specifici settori permettono al Fisioterapista di acquisire le competenze necessarie per individuare i bisogni preventivi e riabilitativi dei pazienti, effettuare valutazioni dei dati clinici in campo motorio e viscerale, psicomotorio e cognitivo, per entità e significatività dei sintomi, comprendere i costituenti che sono alla base dei processi patologici sui quali si focalizza l'intervento riabilitativo e/o terapeutico in età evolutiva, adulta o geriatrica, conoscere le basi scientifiche delle alterazioni funzionali e della metodologia riabilitativa generale e specifica nei vari settori specialistici (neurologico, ortopedico, reumatologico, cardiovascolare-pneumologico, oncologico, medicina interna e tegumentale. Il Fisioterapista, al termine del percorso formativo, ha acquisito conoscenze (sapere), competenze (saper fare) e capacità di relazione (saper essere) con particolare riferimento ai seguenti campi: RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE Il laureato al termine del percorso triennale deve raggiungere una condotta professionale nel rispetto del profilo professionale, del codice deontologico, delle norme e delle leggi relative alla professione. Il laureato deve sviluppare specifiche competenze comunicative nei riguardi dell'individuo e della famiglia instaurando una relazione di aiuto efficace al fine di mantenere un crescente e continuo processo di collaborazione, nella presa in carico, con paziente e/o famiglia e/o caregivers. Il laureato opera nel rispetto degli interessi del paziente, dei familiari e delle altre figure professionali. CURA E RIABILITAZIONE Il laureato al termine del percorso triennale deve raggiungere competenze che riguardano la formulazione di una diagnosi e prognosi fisioterapica, la definizione, pianificazione e implementazione dell'intervento fisioterapico, la valutazione e verifica dei risultati, nonchè la documentazione degli atti professionali. Formulazione di una diagnosi e prognosi fisioterapica Questo ambito si riferisce alle competenze che il laureato deve possedere per raccogliere i dati relativi all'anamnesi, funzioni, attività, partecipazione e ai fattori personali ed ambientali. Analizzare ed interpretare criticamente i dati rilevanti per individuare una diagnosi funzionale fisioterapica e ipotesi prognostiche tenendo conto anche degli indici di recupero. Esplicitare il ragionamento clinico utilizzato in riferimento alla diagnosi funzionale fisioterapica. Confrontare i dati emersi dalla valutazione con gli eventuali approfondimenti bibliografici in funzione della tutela della salute del paziente. Definizione, pianificazione e implementazione dell'intervento fisioterapico. Questo ambito si riferisce alle competenze che il laureato deve possedere per perseguire gli obiettivi fisioterapici secondo il percorso stabilito nella programmazione dell'intervento, scegliere le proposte fisioterapiche in relazione alla presenza di eventuali comorbilità, preparare il setting per attuare l'intervento fisioterapico ed attuare ove richiesto interventi di natura preventiva. Il laureato deve saper utilizzare eventuali ausili/ortesi per facilitare le capacità funzionali. Valutazione e verifica dei risultati Questo ambito si riferisce alle competenze che il laureato deve possedere per la verificare in itinere dei risultati della proposta fisioterapica, in collaborazione con altri professionisti, valutare il raggiungimento degli obiettivi e misurare gli outcomes dell'intervento fisioterapico utilizzando metodologie e strumenti validati, valutare l'intero processo fisioterapico elaborato in relazione all'efficacia e all'efficienza dei risultati ottenuti. La valutazione a carico dei diversi sistemi funzionali prevede strumenti e misure validate secondo i principi della Pratica Basata sulle prove di efficacia (EBP) e l'individuazione del livello di disabilità in riferimento all'ICF (menomazione, disabilità, partecipazione sociale) (ICF). Documentazione degli atti professionali. Questo ambito si riferisce alle competenze che il laureato deve possedere per documentare le attività svolte rispettando la sequenza della metodologia del percorso fisioterapico, utilizzando la cartella fisioterapica didattica ispirata ai principi "ICF" per le competenze richieste, stendere report clinici utilizzando anche la metodologia di stesura degli articoli scientifici. Al termine del percorso formativo il laureato ha acquisito inoltre competenze in riferimento all'educazione terapeutica, comunicazione e relazione, prevenzione, Management, formazione ed autoformazione.
Sbocchi professionali
FISIOTERAPISTA Funzione in un contesto di lavoro: Il fisioterapista è l'operatore sanitario che svolge in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori, e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici, a varia eziologia, congenita od acquisita. Competenze associate alla funzione: Le funzioni principali del Fisioterapista derivano da un insieme integrato di conoscenze, abilità e atteggiamenti, necessari ad esercitare in modo valido ed efficace le attività svolte negli ambiti della cura/riabilitazione (per mezzo di tecniche proprie della disciplina), della ricerca, della prevenzione, della formazione e della gestione. Le funzioni del fisioterapista riguardano la prevenzione nei confronti dei singoli e della collettività, in salute o con problemi e disabilità, per condizione fisica e/o mentale; promozione delle azioni necessarie al mantenimento della salute, con particolare attenzione ai principi ergonomici, consigli sullo stile di vita, motivando la persona ad essere responsabile e a cooperare attivamente per promuovere il proprio benessere fisico e sociale. In particolare questo ambito prevede l'impegno nelle attività volte all'individuazione dei bisogni di salute e di prevenzione della disabilità, promozione delle azioni necessarie al mantenimento della salute e al superamento della disabilità, la prevenzione di ulteriori aggravamenti della disabilità. Sbocchi occupazionali: Gli sbocchi occupazionali sono individuabili in qualsiasi ambito dove si rendano necessari gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e viscerali conseguenti a eventi patologici, a varia eziologia, congenita od acquisita. Il fisioterapista è un operatore dell'area sociosanitaria, che mette in campo le proprie competenze nei servizi di fisioterapia e riabilitazione, in strutture sanitarie e assistenziali nell'ambito del S.S. Nazionale, Regionale o private (residenze per anziani, RSA, Hospice), stabilimenti termali e centri benessere, ambulatori medici e/o ambulatori polispecialistici e a domicilio del paziente in regime di dipendenza o libero-professionale. La normativa in vigore consente lo svolgimento della libera professione in forma individuale o associata, in associazioni o società sportive di varia tipologia, in servizi di prevenzione pubblici o privati, in organizzazioni non governative (ONG) e in cooperative di servizi. Il laureati in Fisioterapia possono svolgere, inoltre, la propria attività presso Istituti di Ricerca.
Macro area
Scienze della Vita e della Salute
Area disciplinare
Medicina e Chirurgia
Documenti Opinione studenti frequentanti






© 2002 - 2018  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits