Master Universitario in Nursing avanzato per la sorveglianza epidemiologica e il controllo delle infezioni correlate ai processi assistenziali (ICPA) (I livello)

Corso a esaurimento (attivi gli anni successivi al primo)

Durata
2 anni
Organo di controllo
Comitato Scientifico del Master Universitario di I livello in Nursing avanzato per la sorveglianza epidemiologica e il controllo delle infezioni correlate ai processi assistenziali (ICPA)
Tipo
Master
Sede
TRENTO
Macro area
Scienze della Vita e della Salute
Area disciplinare
Medicina e Chirurgia

Obiettivi formativi

Il Master di 1° livello in “Nursing avanzato per la sorveglianza epidemiologica e il controllo delle infezioni correlate ai processi assistenziali (ICPA)” si propone di sviluppare competenze specifiche ed avanzate di tipo clinico-assistenziale, di consulenza e di formazione, accertamento, prevenzione e controllo delle infezioni nelle strutture sanitarie ospedaliere, territoriali e socio-sanitarie. Al termine del percorso formativo l’Infermiere addetto al controllo delle infezioni è in grado di:
- realizzare una valutazione globale di un evento o di una malattia infettiva sul singolo paziente o in un determinato contesto clinico-assistenziale, includendone la documentazione relativa all’incidenza e ai fattori contribuenti;
- individuare le fonti e definire le misure di controllo, nei confronti del paziente, del personale e dell’ambiente per contenere la diffusione delle infezioni;
- raccogliere informazioni sulla frequenza, sulle caratteristiche delle infezioni e sulle procedure a rischio;
- partecipare a programmi di controllo delle infezioni e riduzione dei rischi ambientali;
- analizzare e diffondere i risultati provenienti da indagini epidemiologiche;
- individuare, in équipe multidisciplinari, le aree che richiedono studi più approfonditi ed attivare strategie di intervento dirette al controllo delle infezioni più rilevanti in ambito ospedaliero e residenziale;
- garantire attività di supervisione e consulenza verso i colleghi per favorire l’applicazione di interventi, basati su evidenze scientifiche disponibili, rivolti a contenere la diffusione delle infezioni;
- utilizzare i metodi e gli strumenti della ricerca per migliorare la qualità degli interventi infermieristici in relazione all’evoluzione tecnico-scientifica e delle conoscenze, anche attraverso la partecipazione a progetti di ricerca a livello locale e nazionale;
- partecipare alla formazione del personale infermieristico, tecnico e di supporto per facilitare l’adozione di comportamenti rivolti a ridurre la diffusione delle infezioni in ambito ospedaliero ed extraospedaliero;
- gestire relazioni efficaci, attraverso l’utilizzo di tecniche di comunicazione finalizzate al coinvolgimento degli operatori e all’introduzione di cambiamenti nei processi assistenziali;
- utilizzare strategie di autoapprendimento e aggiornamento continuo delle conoscenze e competenze professionali.







© 2002 - 2018  Università degli studi di Verona
Via dell'Artigliere 8, 37129 Verona  |  P. I.V.A. 01541040232  |  C. FISCALE 93009870234
Statistiche  |  Credits